AttualitàStato prima
Lo scalo di Ataturk è stato parzialmente riaperto

Attacco all’aeroporto di Istanbul, almeno 36 morti

Secondo il premier turco Yildirim tutto porta all'Isis

Di:

(ansa) E’ di 36 morti e 147 feriti il bilancio provvisorio ufficiale dell’attacco di ieri sera nell’aeroporto di Istanbul, dove almeno tre attentatori hanno sparato e si sono poi fatti esplodere tra la folla. Secondo il premier turco Yildirim tutto porta all’Isis. Lo scalo di Ataturk è stato parzialmente riaperto, molti i ritardi. (ansa)

Attentato a Instabul: la solidarietà del Pd ai giornalisti pugliesi. Il gruppo consiliare del Partito Democratico della Regione Puglia esprime solidarietà e vicinanza ai giornalisti pugliesi che ieri sono atterrati all’aeroporto di Istanbul appena un’ora prima del terribile attentato che ha spezzato decine di vite e ferito centinaia di persone. E che solo per un puro caso non si sono attardati, lasciando l’aeroporto pochi minuti prima che esplodessero le bombe. Ci chiediamo quale sia ancora il senso delle parole di condanna, che pure ciascuno di noi ha l’obbligo di testimoniare di fronte ad episodi come questo, e di fronte all’incalzante sentimento di impotenza che il terrore tenta di insinuare nelle nostre popolazioni e nei nostri leader.
Le armi con le quali abbiamo finora combattuto e combattiamo il terrorismo sono risultate spesso inefficaci. La risposta non può più essere solo quella dello sdegno e della condanna ne possiamo più permetterci di affidare le contromisure nelle sole mani dell’intelligence. Serve una svolta culturale, serve più politica. Perché solo attraverso una azione politica coordinata a livello mondiale saremo in grado di realizzare l’unico rimedio possibile al terrore, quello che la storia ci ha da sempre insegnato: il suo isolamento.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati