Foggia
Via alla campagna ENAS anche a Foggia e San Severo

Foggia, patronato Ugl contro i calcoli errati dell’INPS

Di:

Foggia. Gazebo in diverse città per verificare la correttezza dei conti delle pensioni. ‘Ti fidi dell’Inps? Rifacciamo i conti’. Prenderà il via, giovedì 30 giugno a Roma, la campagna del Patronato Enas-Ugl per offrire a tutti i pensionati un ‘check up’ completo dei loro diritti e, in modo particolare, uno screening preciso sulle prestazioni previdenziali erogate dall’Inps. L’iniziativa proseguirà per tutta la settimana successiva e si estenderà in altre piazze d’Italia (Trieste, Napoli, Foggia, Catania, Latina, Avellino e Bari). A Foggia in Piazza Cesare Battisti, venerdì 1 giugno, dalle 9.00 alle 13.00, e a San Severo in Piazza della Repubblica, lunedì 4 giugno, dalle 18.00 fino alle 21.00.

“Dietro la spinta di questa nuova azione inclusiva promossa dal patronato – spiega la neo Direttrice dell’Enas Ugl provinciale di Foggia, Tiziana Coco – c’è una scommessa da vincere, ogni giorno, fatta di spirito di servizio e continuo lavoro di approfondimento per restituire dignità e indipendenza ai pensionati in un sistema, che tende a soffocare molti a vantaggio di pochi”.

Con dei gazebo allestiti in diverse città, infatti, gli operatori del Patronato offriranno assistenza gratuita per verificare la correttezza del calcolo della pensione – troppo spesso errato – soprattutto per quei lavoratori che hanno subìto dei periodi di cassa integrazione o mobilità o per chi ha avuto una contribuzione discontinua. Secondo i dati elaborati dall’Enas-Ugl, il 70 per cento delle pratiche previdenziali – controllate tra gennaio e dicembre 2015 – risultano sbagliate per difetto. Dalle pensioni di anzianità a quelle di vecchiaia, da quelle di invalidità a quelle di reversibilità il ricalcolo è, quindi, doveroso e gli operatori del patronato saranno a disposizione degli utenti per offrire un’assistenza completa e, sopratutto, una presenza concreta sul territorio.

“Purtroppo siamo di fronte ad un fenomeno vero, reale, che bisogna assolutamente denunciare – precisa Stefano Cetica, Presidente dell’Enas – tutelare i diritti dei nostri assistiti è una priorità”.

Per Gabriele Taranto, Segretario provinciale Ugl Foggia, “preoccupante il valore di 40 mila irregolarità con assegni sbagliati per difetto su 60 mila richieste di ricalcolo giunte, nell’ultimo anno, dove diventa decisivo l’intervento professionale dell’Enas Ugl a tutela dei diritti dei pensionati”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati