GarganoManfredonia
A cura di Antonio Del Vecchio

Lo “studente” Anto Thekkekunnel lascia in lacrime la “sua” Rignano

Di:

Rignano Garganico. Commovente addio di Anto Thekkekunnel, prossimo sacerdote indiano, alla comunità di Rignano Garganico. Qui era ospite fisso, in occasione di ritiri spirituali o di vacanza, alternati ai suoi studi di Teologia e Scienze religiose, che seguiva con profitto presso l’ateneo pontificio “Regina Apostolorum” in Roma. Su sollecitazione del parroco don Nazareno Galullo, veniva spesso in paese durante le grandi feste della Santa Pasqua, del Natale o dell’Assunta. Era un amico non solo dei praticanti ma di tutti i cittadini, perché egli amava colloquiare per strada in perfetto italiano. Si spiega così la conseguenza del suo commiato finale, avvenuto l’altra sera al termine della Santa Messa, officiata con la sua compartecipazione nella Chiesa Matrice “Maria SS. Assunta”. Ad informare i presenti ci aveva pensato il v.parroco don Antonio Gianfelice, esprimendo a nome di tutti i sentimenti di vivo dispiacere per la sua partenza e nel contempo di viva gratitudine per ciò che aveva segnato e lasciato in paese, in virtù della sua esemplare e caritatevole attività verso il prossimo. La sua risposta è stata immediata e sentita. Non a caso, quando citava ad uno ad uno per nome gli amici e conoscenti acquisiti durante la sua permanenza: i Giovanni, i Michele, gli Antonio, le pie donne, ecc., le lacrime gli sgorgavano dagli occhi copiose ed ininterrotte. Di lui se n’è saputo di più seguendolo sino alla sagrestia, dove una folla di gente lo stava quasi per “aggredire”, pur di stringergli la mano o abbracciarlo. Ecco che cosa abbiamo appreso di lui. Egli, 27 anni, è nativo di Palakkad, il settimo comune più popoloso della Stato di Kerala, situato sulla costa orientale (Mar Arabico) dell’India. Si tratta di seicento Km. di litorale formati da immense spiagge sabbiose, promontori rocciosi e distese di palma da cocco.

Le stesse sono considerate le più belle della penisola asiatica. Prima di venire in Italia, terra che egli amava assai come se fosse la sua seconda patria, il futuro sacerdote, ha frequentato, dopo LMHSS Mangalam Dam, il Seminario Apostolico “S. Tommaso” di Vadavathoor. Lo stesso, a quanto si apprende, è stato formalmente istituito dalla Congregazione per le Chiese Orientali , attraverso la sua lettera del 26 aprile l962 ed è stato formalmente inaugurato ed ha cominciato a funzionare il 3 luglio l962 . L’Istituto è destinato principalmente per l’ educazione e la formazione dei seminaristi delle diocesi siro -malabarese . E ‘aperto anche agli studenti di siro-malankarese e latini diocesi e congregazioni religiose. Lo stesso è soggetto alla autorità e al controllo del Sinodo dei Vescovi siro-malabaresi ‘ , che esercita la sua autorità attraverso una Commissione sinodale appositamente eletta dei Vescovi. Infine, si è saputo che il “festeggiato” il 27 dicembre dell’anno in corso riceverà nella sua città l’ordinazione sacerdotale. Egli ha promesso, altresì, di ritornare tra qualche anno, per rivedere i tanti amici e il luoghi più cari del suo soggiorno nello Stivale e, in particolare, a Rignano, paese che lui avrà sempre nel cuore e ricorderà nelle sue quotidiane preghiere. Addio amico Thekkekunnel!

(A cura di Antonio Del Vecchio, Rignano Garganico 29.06.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati