Manfredonia
Segnalazione di alcuni cittadini

Manfredonia, “Non fanno la differenziata e vengono a buttare i rifiuti in centro..”

spesso i vandali si divertono a rompere i cassonetti

Di:

Manfredonia. ”IL servizio attualmente non ha raggiunto la zona centrale. Da qui, cosa hanno pensato alcuni cittadini di Manfredonia interessati dalla distribuzione dei kit per la raccolta differenziata? Evitare di collaborare e rispettare quanto previsto per il porta a porta, spostarsi – spesso in auto – e lasciare i sacchetti dell’immondizia in centro. Bisogna intervenire”. E’ quanto dicono a Stato Quotidiano dei residenti di via Campanile, angolo via Pasubio, che richiedono la pubblicazione della loro segnalazione.

“La settimana scorsa abbiamo dovuto chiudere tutte le finestre per un olezzo insopportabile. Inoltre, spesso i vandali si divertono a rompere i cassonetti, ad aprire per tentare di incendiarli. Non parliamo della puzza di pesce ovunque. Inoltre, se si osserva bene, i cassonetti della plastica spesso sono vuoti. Evitano di differenziare creando soltando un disservizio. Forse bisognava servire tutte le zone della città con maggiore tempestività. Ci rivolgiamo anche al sindaco di Manfredonia che si è detto ‘soddisfatto’ dei risultati raggiunti: si puo’ fare molto meglio, fermo restando l’assurda inciviltà di alcuni manfredoniani”.

FOCUS DIFFERENZIATA (ARTICOLO DEL 20.06.2016). Manfredonia. RACCOLTA differenziata ‘porta a porta’ a Manfredonia: come reso noto dall’ASE Spa a Stato Quotidiano, il servizio “continuerà come da previsione per la copertura totale del territorio cittadino”. L’azienda comunica che “Con lo stato attuale di avanzamento lavori si è pienamente in linea con le previsioni iniziali considerando la complessità della morfologia urbana e del variegato tessuto sociale”. Le prossime zone che saranno coperte sono quelle del “Centro storico, Siponto, Riviera Sud, Frazione Montagna e Borgo Mezzanone”.

“La fase di start-up – precisa l’ASE – dura 1 anno” e attualmente si è “a poco più di 5 mesi dall’avvio delle attività”. Attualmente si sarebbe coperto “più 75% del territorio cittadino”. “Non c’è alcuna connessione tra le attività poste in essere a Manfredonia con quelle di Vieste (così come quelle di Zapponeta) trattandosi di risorse e personale distinti”. “A breve sarà diramata nota con calendario avvio servizio di raccolta differenziata nelle restanti zone della città. Con l’Amministrazione comunale (Assessorato Politiche Sociali) si stanno ulteriormente potenziando i servizi che interessano le utenze deboli (problematiche sociali, fisiche, psichiche) in quanto le prossime aree sono quelle con una percentuale di ‘utenti sensibili’ maggiore”.

Relativamente al personale del quale l’azienda dovrà avvalersi per la consegna dei kit per la raccolta differenziata porta a porta, non saranno utilizzati i precedenti 35 facilitatori (individuati attraverso una procedura con evidenza pubblica realizzata con l’agenzia interinale Manpower ,ndr). Come detto, le citate 35 figure non sono alle dirette dipendenze di ASE, essendo retribuiti con voucher da altra ditta. “Il loro compito, come previsto, terminerà con la consegna kit porta a porta e non avranno alcun altro tipo di rapporto lavorativo con l’azienda”.

DATI 1/31 MAGGIO 2016. Servizio di raccolta porta a porta a Manfredonia: come reso noto dall’ASE SpA, tra il primo e il 31 maggio 2016 totale differenziata 149,590 tonnellate, totale indifferenziata 32,220 tonnellate, organico: 94,500 tonnellate, plastica e metalli: 19,860 tonnellate, vetro: 9,060 tonnellate, carta: 14,820 tonnellate, cartone: 9,620 tonnellate;
imballaggi in legno: 1,740 tonnellate. “I dati sono ulteriomente in crescita giorno per giorno. Lunedì è stata superata la soglia delle 10 tonnellate quotidiane di organico”.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
12

Commenti

  • Voi che abitate al centro, che privilegio avete di fare la differenziata dopo di chi abita alla stazione?


  • Gianpaolo

    Ma che differenziata ma scet a fanciulla. …….


  • Paolo

    jet vin! A munnez a jett a dica doc ijo


  • bellissima

    Se i controlli annunciati fossero veritieri nelle aree gia interessate alla differenziata si nota che non tutti espletano questo obbligo poiché davanti ai portoni dei condomini vengono messi solo la meta dei mastelli distribuiti e degli inquilini abitanti pertanto è scontato che i furbetti del quartierino vanno a buttare la loro immondizia in ogni dove…..poveri noi che fine faremo …..


  • antonella

    Assegnare i sacchetti codificati per utente e per frazione differenziata è più che un esigenza. Attraverso i codici si evince chi conferisce e chi fa il furbo. Chi amministra non può continuare a sbagliare sostenendo questo tipo di differenzia che agevola furbi e gente poco incline al rispetto della cosa pubblica.


  • ciro

    la puzza di pesce affitito vicino la piazzetta ex mercato la volete risolvere questa indecenza prima che arrivi il colera!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • Spendi e spanda il resto nn conta un kaiser!

    I nostri amministratori come il resto dei politici italiani sono di media intelligenza e poca cultura, ma come -si fa ad ideare e la pretesa che funzioni questo tipo di raccolta?


  • presunzione

    Inoltre hanno la presunzione di ammettere che tutto funziona bene..
    E bastaaaaa a prendere in giro la polazione….avete ridotto manfredonia a una pattumiera…ma vi rendete conto..avte gli occhi???


  • Luciano

    Nella zona Stazione – Croce c’è da due giorni una puzza infernale di fogna che fuoriesce dai tombini e nessuno interviene.


  • CICCILL U MACIGN!

    CI STANNO PRENDENDO TUTTI PER IL -HANNO SVENDUTO LA CITTA’ CI SONO DEBITI SPAVENTOSI E LA DIFFERENZIATA NON DECOLLA A MONTICCHIONO DOVEVA PARTIRE DA UN MESE FA!! NON DATE RETTA A QUESTI SIGNORI CI DICONO SOLO BUGGIE!!!


  • Francesco

    Venissero a raccogliere i biologici tutti i giorni e non solo 2 volte a settimana: viviamo praticamente con la -in casa.


  • porcherie accettansi

    SI dice e dice.Ma quando l’Ase risolve l’indecenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati