Manfredonia
Nota su facebook

Manfredonia, scomparsa Antonio Rotice. Cordoglio sindaco

"Antonio era l’uomo del fare, visto che proveniva da una normale famiglia sipontina"

Di:

Manfredonia. E’ scomparso questa mattina Antonio Rotice, imprenditore edile a trecentosessanta gradi, vista la capacità di spaziare in ogni ambito dell’edilizia, dagli scavi alla realizzazione di abitazioni.

Antonio era l’uomo del fare, visto che proveniva da una normale famiglia sipontina, ma ha saputo diventare imprenditore di successo, rimboccandosi le maniche e dandosi sempre da fare, ‘creandosi’ da solo. Apparteneva ad una generazione di uomini e donne capaci di contribuire, con la propria determinazione, allo sviluppo della sua terra e dell’Italia stessa. Con Antonio Rotice scompare un imprenditore che, insieme alla sua famiglia, ha saputo dare tanto a Manfredonia, in termini di crescita economica e di occupazione. Probabilmente saranno molti coloro i quali resteranno colpiti dalla notizia della sua scomparsa perché davvero tanti, in circa mezzo secolo di storia, sono stati i manfredoniani ai quali ha dato lavoro, contribuendo alla diffusione del benessere e della crescita economica della nostra città. La sua vita ci insegna che non dobbiamo mai stancarci di inseguire i nostri obiettivi, con il lavoro e con tenacia. Esprimo il più profondo cordoglio ai familiari, in particolare agli amici Lino e Gianni, e a tutti coloro che gli hanno voluto bene”. (Nota facebook sindaco di Manfredonia, 29.06.2016)



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • VERITA'

    SENTITE CONDOGLIANZE A TUTTA LA FAMIGLIA


  • Pietro

    Sono forse questi gli uomini a cui fare una “statua” o quantomeno intitolare una strada per ciò che ha fatto nella vita. Che sia di esempio per tanti !!!


  • Antonello Scarlatella

    Concordo con il Sindaco.
    Antonio lo conoscevo personalmente. Una persona distinta educata di grande intelligenza. Un grande imprenditore.
    Con la morte di Antonio, del grande amico Michele Salvemini e di Lino Sdanga si chiude la storia dei grandi costruttori di Manfredonia. Uomini che hanno dato tanto alla città. Uomini che hanno dato lavoro a generazioni intere, creatori di valore. Pionieri audaci, di successo, che malgrado il loro status sociale non hanno mai rinunciato alla loro umiltà. Piazza del Popolo, luogo dove Antonio si intratteva con gli amici non sarà più la stessa.
    Persone come Antonio come Michele e Lino, rimarranno in eterno dei grandi punti di riferimento, di onestà, semplicità, serieta’ , della nostra città.
    Condoglianze alla famiglia.
    Ciao Antonio.


  • bartolomeo

    esprimo il mio più profondo dolore per la scomparsa di un grande uomo e, di un grande imprenditore, le mie + sentite condoglianze alla famiglia Rotice,


  • Nino Di Giovanni

    Sicuramente uno dei migliori uomini della capitanata, un esempio che può servire da stimolo a tanti giovani che iniziano la propria vita lavorativa. Il buon Antonio era troppo riservato e si faceva notare pochissimo. Di lui oggi ne parlano tutti in modo favorevole: i colleghi di Antonio cavamonte, quando lavorava sodo dall’alba al tramonto nelle cave, raccoglitore di giunchi, altri lavori umili ma eseguiti con intelligenza e massima produttività fino all’incontro ed alla costituzione di una società con l’imprenditore Vitulano Cav. Pasquale più noto agli anziani come “Zumb Zumb” . Poi arriva la fortuna imprenditoriale e Antonio continua la sua vita di lavoratore sempre in prima linea. La fortuna economica l’ha meritata perchè si è costruito un impero economico esemplare creato con le sue mani. Tutti i colleghi lo adorano, come gli operai e come i tecnici. Tutti pagati e senza mai una lamentela. Per me il più grande uomo imprenditore di Manfredonia.


  • svolta

    Concordo col sig. Nino Di Giovanni.
    Aggiungo che ha lasciato una buona eredità non solo economica/finanziaria ma anche figli e persone che proseguono le attività tenedo vivi i suoi insegnamenti di onestà e rettitudine.
    Una brava persona, pace e bene alla sua anima.


  • Salvatore Palumbo

    Umile, generoso e maestro di vita.
    Semplicemente grazie zio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati