Manfredonia
Pride Week fino al 2 luglio

Manfredonia, settimana Arcobaleno “Nostra città aperta e tollerante”

Esposta alla balconata del Comune la bandiera della comunità LGBTQI

Di:

Manfredonia. Questa è la settimana dell’orgoglio lesbico, gay, bisessuale e transessuale, che culminerà con la parata finale del 2 luglio prossimo a Taranto, e dalla serata di ieri, 28 giugno 2016, su espressa richiesta della comunità LGBTQI di Manfredonia e del Coordinamento Puglia Pride, si può notare esposto, alla balconata della sede municipale che affaccia su Piazza del Popolo, il drappo con i sei colori dell’arcobaleno, divenuto il simbolo più usato e noto del movimento di liberazione omosessuale. “Anche in questa occasione, come già fatto in passato, l’Amministrazione comunale vuole fornire il proprio contributo – spiega il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi – ad una battaglia di civiltà, che conduca al superamento di luoghi comuni e pregiudizi. Proseguiamo, perciò, il percorso intrapreso per una città aperta e tollerante, dove nessuno debba sentirsi in imbarazzo o minacciato per le sue scelte di vita. I diritti sono fondamento della nostra democrazia”.

Tutti gli eventi della Pride Week che si terranno nelle città pugliesi sono consultabili su www.pugliapride.com .

Fonte Ufficio Stampa Comune di Manfredonia



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • vincenzo

    Gia’ l’Orgoglio,vicino alla Superbia,e’ sinonimo di Satana,l’essere piu’ schifoso e viscido come l’anguilla.Bene,vogliono fare questi incontri,vantarsi,ed essere rispettati da Sindaci e Personaggi varii.
    Io aspetto solo il mio Dio,che fara’ pulizia di tutto questo ..! E quando si muove Dio,povero a chi non l’ha ascoltato…!
    vincenzo,puro nulla,pfDV!


  • Aldo


  • MATTEO

    STIAMO ARRIVANDO! SODOMA E GOMPRRA LA FINE E’ VICINA.


  • Rainbow

    Ovviamente come leggo nei commenti, c’è sempre lo scarto ignorante, fortunatamente in via d’estinzione. Grande iniziativa che apre le menti ai voti umani!!!


  • vittoria gentile

    Dio è padre amorevole di tutte le sue creature, tutte e ciascuna in ogni diversità. L’orgoglio può essere interpretato in tante prospettive e specificità e non ha valore negativo in se stesso.
    Consiglierei sempre di distinguere e non smettere mai l’esercizio di distinguo tra piano fideistico, assolutamente legittimo, e piano civile; un esercizio della mente ma anche del cuore che fa bene proprio a tutti, è salutare semplicemente.


  • l'uccello migratore

    Decine di ragazzoni di colore (dono divino) pagati e sfruttati per allietare i vizi inconfessabili di migliaia di coppie italiche. Il trans (dono divino) come ambitissimo e spesso represso desiderio di uomini e donne.


  • homo vero

    Aperture mentali. Cultura. Tutti si credono moderni. Ricordatevi che un ricchione e una lesbica restano sempre sbagli della natura. Chiamatemi chiuso e non aperto ma a un uomo vero piacciono le donne e a una donna vera piacciono gli uomini. Non è così, o con la modernità vogliamo cambiare la natura umana, quella vera e non contorta e malata.


  • Alessandro

    Ma Rainbow sei –.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati