ManfredoniaPolitica
"Reddito di dignità (Red) per l’inclusione sociale attiva"

Regione Puglia, RED: 340 mila euro per la comunicazione

A cura di Nino Sangerardi

Di:

Bari. Trecentoquarantamila euro. Stanziati dalla Giunta regionale per la campagna di comunicazione sul “reddito di dignità (Red) per l’inclusione sociale attiva”.Quest’ultimo creato con Legge pugliese del 14 marzo scorso. La cifra a disposizione,esercizio 2016, è pari a 5 milioni di euro mentre l’assistenza non potrà superare i 600 euro al mese.

Il Piano di informazione con al centro il Red immagina quanto segue :

– la “grafica del claim” per la realizzazione di spot audio e video, euro 25 mila importo presunto a base d’asta
– stampa materiale tipografico,euro 15 mila : 2.500 manifesti, 50 mila volantini A5 primo step, 50 mila volantini A5 secondo step,3 mila cartelline con due alette,3 mila block notes con 10 fogli
– allestimento rete informativa, euro 100 mila : organizzazione manifestazioni territoriali,attività informativa presso segretariati sociali e sportelli Cpi,costituzione gruppo informativo con competenze tecniche,monitoraggio contatti e richieste di info/approfondimenti,distribuzione materiali informativi,social analysis sui flussi di Facebook, Twitter e Instagram
– pubblicità tramite i mass media regionali, euro 200 mila : comunicazione prima durante e dopo l’evento itinerante con postazioni mobili,acquisto spazi pubblicitari su Tv e radio,siti web e giornali on line, carta stampata.

Il totale fa 340 mila euro, da appaltare utilizzando la struttura EmPULIA, proprietà della Regione.

Per concludere: i soldi che si consumeranno in propaganda Red non risultano, diciamo così, un poco sovrabbondanti a fronte dei cinque milioni di euro elargiti dal Consiglio regionale?

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati