CulturaFoggia
Ciclo di eventi che anima le giornate –e, soprattutto, le serate- foggiane nella bella stagione

Foggia, ecco il Cartellone estivo: a Ferragosto c’è Ron

Ad illustrare le manifestazioni, il sindaco di Foggia Franco Landella, l’assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani e il dirigente del settore Cultura Carlo Dicesare


Di:

Foggia. Il sindaco Landella ha espresso tutta la soddisfazione per la completezza dell’offerta culturale rappresentata nel cartellone e per gli appuntamenti di grande prestigio che costellano il programma di “Foggia Estate” anche per il 2017. «Siamo partiti nel 2014 un po’ in sordina, a causa della mancanza di fondi. L’estate foggiana era “morta”: tanti cittadini, nella campagna elettorale da poco finita, ci avevano fatto presente che non c’era più gioia nei giorni di agosto: soprattutto, gli amministratori precedenti avevano mortificato la nostra festa patronale, riducendo al minimo gli eventi e cancellando anche i fuochi d’artificio del giorno 15: non c’era più la gioia e l’orgoglio di essere foggiani. Noi abbiamo voluto puntare sulla cultura ma anche sullo spettacolo per risvegliare uno spirito di appartenenza che si era affievolito.

Nella convinzione -che Keynes applicò con successo nell’America del ’29, prostrata dalla Grande Crisi- che l’entusiasmo, la speranza e la fiducia possano generare economia, ma anche nella certezza che la Cultura possa generare economia, ci siamo subito lanciati nella proposta culturale, da quella di maggior qualità a quella più popolare. Abbiamo l’ambizione –e ci stiamo riuscendo- di ricreare speranza e fiducia e di rendere il nostro territorio migliore ma anche più attrattivo grazie alla Cultura. È importante che questo impegno abbia generato anche l’iniziativa dei privati che, con competenza e grande efficacia, riescono ad organizzare manifestazioni importanti e gradite dal pubblico».

L’assessore Giuliani ha sottolineato proprio la varietà dell’offerta, ma anche l’attenzione ai talenti locali, agli spettatori più giovani, alle periferie e la qualità di alcuni appuntamenti in particolare: i concerti del “Giordano in Jazz-Winter Edition”; il “Concerto per la pace” dedicato alla memoria delle vittime dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale che, quest’anno, vedrà come protagonista il grande Toquinho; il concerto del 15 agosto che porta a Foggia Ron, uno dei cantautori italiani più apprezzati. Anche quest’anno, ha sottolineato l’Assessore, sono state molto proficue le collaborazioni con altre realtà del panorama culturale: il Conservatorio di Foggia per “Musica nelle Corti di Capitanata”, la libreria Ubik per gli incontri all’aperto con gli autori, il “Teatro dei Limoni” per il Festival NUDI (Nuove Drammaturgie Indipendenti) al Teatro “Giordano”, il “Festival d’Arte Apuliae” per gli spettacoli di “Non soli ma ben accompagnati” nel Chiostro di Santa Chiara e con “La Città del Cinema”. «Oltre alla considerazione riservata ai Foggiani che restano in città nei mesi più caldi, -ha detto l’assessore Giuliani- vogliamo che le proposte siano di gradimento anche per i visitatori che vengono da fuori. Victor Hugo, scrisse che “L’estate che fugge è un amico che parte”: noi vorremmo che chi arriverà a Foggia, questa estate, possa trovare l’attrattiva per fermarsi un po’ più a lungo e che, comunque, si fermi con un sorriso».

Il dirigente del Settore Cultura Dicesare ha messo in risalto l’importanza dell’evento del 18 luglio, quando l’operetta di Umberto Giordano “Giove a Pompei” sarà portata in scena nel teatro grande degli scavi della cittadina campana. Una produzione realizzata per il Comune dal Teatro “Giordano” -in collaborazione con Conservatorio, Accademia di Belle Arti, Università di Foggia e fondazioni “Apulia Felix” e “dei Monti Uniti”- che gode del sostegno economico e del patrocino del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. «Per i Foggiani che vorranno assistere alla rappresentazione, -ha sottolineato Dicesare- stiamo organizzando dei pullman: il viaggio a Pompei costerà 5 euro e l’ingresso a teatro sarà gratuito. La rappresentazione sarà trasmessa in diretta da Telenorba». Dicesare ha anche evidenziato l’importanza degli ospiti del “Giordano In Jazz”: la bassista di Prince, Ida Nielsen, con la sua band, e Christian Mc Bride, il grande contrabbassista americano, con i suoi New Jawn Quartet.

Qualche apprensione l’avevano creata le nuove disposizioni di sicurezza negli spettacoli pubblici, ma come ha assicurato il Dirigente, il Comune di Foggia si è già adeguato alla normativa, stilando i piani di sicurezza per tutti gli spazi pubblici che ospitano di frequente concerti e eventi.

Gli appuntamenti del Cartellone erano già partiti a giugno, ma l’organizzazione di tutti gli eventi ha consigliato di rinviare ad oggi la presentazione ufficiale, per dare il quadro completo degli spettacoli e delle iniziative che “Foggia Estate 2017” offre ai cittadini e ai visitatori.

programma_foggia_estate_2017

fotogallery enzo maizzi

Foggia, ecco il Cartellone estivo: a Ferragosto c’è Ron ultima modifica: 2017-06-29T14:50:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • OCCHIO

    ancora vecchie glorie ..e denaro speso …esordienti e meno costi…valorizziamo la nostra puglia…e i nostri esordienti cantanti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi