Manfredonia
"L’esistenza di eventuali scarichi mefitici potrebbe essere conseguenza di reflui non opportunamente trattati"

“Sversamenti reflui pericolosi da scarico depuratore Manfredonia”, appello Magno

"Invito tutte le autorità di cui agli indirizzi, di attivarsi, per quanto di propria competenza"

Di:

Manfredonia. ”(…) situazione di sospettato forte rischio per la salute pubblica, determinato dagli sversamenti nel fiume Candelaro di reflui provenienti dal depuratore di Manfredonia, gestito dall’Acquedotto Pugliese”. Così il consigliere di Manfredonia Nuova, prof. Italo Magno, in una nota inviata al “Sindaco del Comune di Manfredonia (massima autorità cittadina per la sanità pubblica), al Direttore Generale dell’ASL FOGGIA, al Direttore Acquedotto Pugliese BARI, all’ARPA Puglia BARI, al Nucleo Tutela Ambiente (NOE) Carabinieri BARI, alla Capitaneria del porto di MANFREDONIA, alla Procura della Repubblica di FOGGIA e – p. c. – al Signor Prefetto di FOGGIA.

”Resoconti giornalistici, con foto dimostrative, effettuate alla presenza delle Guardie Ambientali “Civilis” di Manfredonia, evidenziano una situazione che ad occhio fanno ritenere che gli spurghi putridi e maleodoranti, in fuoriuscita dall’impianto del depurazione, vadano poi a finire nelle acque marine circostanti. L’esistenza di eventuali scarichi mefitici potrebbe essere conseguenza di reflui non opportunamente trattati che sono, di conseguenza, pericolosi per la salute dei cittadini e per l’ambiente, specie adesso che siamo ormai nel pieno della stagione turistica ed in costanza di balneazione

Per questo, nel richiamare l’urgenza e la gravità della questione per la salute pubblica, invito tutte le autorità di cui agli indirizzi, di attivarsi, per quanto di propria competenza, per effettuare gli opportuni controlli o verifiche ed eventualmente elevare le sanzioni per condotte illecite ai sensi e per gli effetti anche della recente legge sui reati ambientali (legge 68/2015)”.

VIDEO 27.06.2017

FOTOGALLERY – ORE 18 – 27.06.2017 – SCARICO DEPURATORE MANFREDONIA – PONTE STRADA DELLE SALINE

Acque balneazione Manfredonia, maggio: conferma valori nella norma
Acque balneazione Manfredonia, maggio: conferma valori nella norma
Acque balneazione Manfredonia, nei limiti “Enterococchi intestinali – Escherichia coli”

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – DDF – RIPRODUZIONE RISERVATA

“Sversamenti reflui pericolosi da scarico depuratore Manfredonia”, appello Magno ultima modifica: 2017-06-29T10:26:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • il prete

    ieri 28/06/2017 dopo aver notato intervento sul ponte candelaro da parte di 2 vigili urbani, la sera non si è sentito nessun olezzo come succede al solito tutti i giorni. gli sversamenti avvengono tutte le notti a partire dalle 21.30 e proseguono fino a tutta notte inoltrata, e a volte anche di giorno quando ci sono precipitazioni piovose.


  • Michel a palud

    E una vita che succede tutto questo ora tanto clamore mediatico nel candelaro scaricano i comuni di mezza provincia di foggia


  • cittadino

    Più che un depuratore è un epuratore….
    Esso raccoglie, raccoglie è poi espelle a mare…. e magari paghiamo, oltre quello in bolletta, anche la gestione all’ACQUEDOTTO….. Sarebbe il colmo….


  • OCCHIO

    ECCO IL MARE VERDE….LA SPIEGAZIONE..LOGICA..MA TARDI..


  • deluso

    Sicuramente c’è qualcuno che ha aperto le valvole di scarico(forse seguendo gli ordini) . Datevi da fare . Assessore Starace solo lei può intervenire pe risolvere immediatamente il problema, denunciando i colpevoli


  • svolta

    Qui c’è puzza d…mi chiedo, chi sovraintende e decide può mica decidere che scoppiano le fogne o è preferibile-in un contesto di chi è stato a sversare nel Candelabro ? Nell’incertezza di individuare il colpevole o i colpevoli, ognuno fa il suo gioco in quanto il mare raccoglie di tutto e di più….. Cosa vogliamo di più dalla vita…. un crodino o un mare inquinato…..pulito…..


  • Renzusconiacinquestelle

    Mi sa tanto che Magno è l’unica persona credibile che è rimasta a Manfredonia.


  • senza parole

    Assenza totale di interesse della salute dei cittadini,facciamo giustamente la differenziata stando attenti a cosa mettiamo in busta e poi vediamo sto schifo senza parole.Bellissimo esempio.


  • Cemento di Cristo

    Semplicemente orrendo!


  • Dino

    Sono anni che si scarica in quel modo, ma nessuno delle autorità denuncia alla magistratura?, L’Arpa che cosa fà, dorme?
    Sono stati stanziati più di un milione di euro (fondi Cipe), a che punto i lavori,signor sindaco? Sono stati eseguiti i lavori di ampliamento?
    Quando si prende per le corna il toro una volta per tutte?
    Ogni stagione dobbiamo sentirci le stesse cantilene: “A aprile e maggio reflui nella norma”, e il periodo estivo?
    Perchè i risultati positivi sono solo a settembre seguito dai divieti?
    Se vogliamo una città basata sul turismo el a pesca dobbiamo tutelare il nostro mare.


  • Lettore indignato!!

    Informate la magistratura!


  • svolta

    Sarebbe d’uopo un intervento dello stimatissimo signor. Avv. Giuseppe Ciociola, vera memoria storica di quel impianto e più in generale dell’ inquinamento provocato dal torrente Candelabro nel nostro golfo, in tempi “non sospetti”……


  • The King

    E’ un attentato alla nostra salute..


  • GSEPP

    MANNAGGHIA A GIUD PURCH PO I SCIENZIET C VENN ADDUC CA LAQUE I PULUT!! MANG QUANNICA STOV U SCARCH DA CARTIR D FOGG C VDOV QUEDA SCHFEZZ !!!OZZ OZZ OZZ!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi