ManfredoniaTeatro
Una manifestazione sinestetica, nuova, che vuole insediarsi e “adulare” i cittadini e i turisti sollecitandone tutti i sensi

“Barbonaggio teatrale” a Vieste

Un progetto che vede organizzatore una realtà veterana del settore, il Cerchio di Gesso con la direzione artistica e organizzativa del suo fondatore Mario Pierrotti


Di:

Vieste – Il “barbonaggio teatrale” è un movimento artistico che, da diversi anni, ha preso piede in diverse parti d’Italia, nato dall’idea del fondatore della compagnia teatrale Ammirata, ospite di questa prima edizione, Ippolito Chiarello, in cerca di uno spazio in cui esibirsi e con lo scopo di “ripartire” e, in qualche modo, di “riappropriarsi” di quel luogo in cui tutto nacque e si creò, la piazza e la strada. Da qui l’idea di “Saldi Teatrali ovvero un teatro a poco prezzo”, un teatro dai costi contenuti che, però, non rinuncia al suo valore sociale, culturale e artistico. Un progetto che vuole diventare un format di spettacolo e non solo e che per Vieste in particolare, nuova città d’adozione della storica compagnia Cerchio di Gesso, prende un aspetto e un valore particolare. Allo spettacolo si affianca l’artigianato artistico del territorio e le proposte di ottimo cibo da strada realizzato da esercenti del territorio. Un progetto che vuole rivendicarsi, quale prima edizione, di un qualcosa che si auspica saprà crescere con quanti lo seguiranno.

Al via dunque spettacoli teatrali protagonisti della serata (pur perdendo o in qualche modo rinunciando al palco per occupare piccoli spazi): drammaturgie selezionate e sezionate con capacità chirurgica per far sì che anche una sola scena racchiuda comunque un racconto. Un teatro dunque che cambia, che trova una sua modalità, una sua forma alternativa senza perdere il suo valore di portatore di storie. Un teatro che abbia un senso, un’idea nuova, un perché. Una serie di spettacoli offerti al pubblico sotto forma di “menù”, un menù alternativo per chi non è abituato a consumare o nutrirsi di storie o anche per chi non ha tempo o, ancora, per chi in un’ora ha voglia di incontrare non uno ma più racconti, ascoltare più voci narranti, conoscere e vedere uomini e donne d’arte che si esibiscono in contemporanea, ognuno però con la propria storia da recitare. Una piccola “processione” muta di attori in costume attraversa alcune vie della città, distribuisce i suoi menù di spettacoli e costi, indica il luogo, Viale Marinai D’Italia, in cui tutto a breve avverrà e dove il pubblico troverà postazioni artistiche contrassegnate da silhouette rappresentanti piccoli sipari, banchi di artigiani con i loro prodotti e banchi con cibo preparato al momento: dal cartoccio di pesce fritto, alla carne alla brace, il dolce appena sfornato, il gelato pronto e rinfrescante e perché no la pizza fritta e lo scagliozzo.

Un progetto che vede organizzatore una realtà veterana del settore, il Cerchio di Gesso con la direzione artistica e organizzativa del suo fondatore Mario Pierrotti e la forte collaborazione del CineTeatro Adriatico e del Comune di Vieste che ospiteranno e sosteranno l’evento. Una manifestazione sinestetica, nuova, che vuole insediarsi e “adulare” i cittadini e i turisti sollecitandone tutti i sensi: l’udito attraverso i bei racconti teatrali, il gusto, l’olfatto e il tatto attraverso il sapore, l’odore e il toccare con mano il cibo e la vista attraverso la bellezza dei prodotti dell’artigianato. Non resta che incontrarsi a queste due serate dal gusto completo e invitante per carpirne ogni parola, odore e sapore. Il tutto sul bellissimo scenario del lungomare di marina piccola in cui il mare con il suo scroscio pian piano saprà accompagnarci sino a notte fonda sazi nella carne e nello spirito.

Direzione artistica e organizzativa Mario Pierrotti

(comunicato stampa)

“Barbonaggio teatrale” a Vieste ultima modifica: 2015-07-29T18:16:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This