Manfredonia

Niente ecotassa a Manfredonia

I risultati della differenziata permettono a tutta la nostra comunità di godere di un risparmio, per quest’anno, di circa 250.000 euro

Di:

Manfredonia. La decisa e virtuosa inversione di rotta sul tema della raccolta di rifiuti premia, ancora una volta, Manfredonia. A distanza di un mese, infatti, dal riconoscimento di Legambiente quale migliore start up 2016 in Italia per il servizio di raccolta differenziata porta a porta, da Bari giunge la lieta conferma che per la nostra città non vi sarà nessuna applicazione dell’ecotassa prevista dalla Regione Puglia, ovvero un ulteriore costo che i Comuni devono pagare per ogni quantitativo di rifiuti solidi urbani conferiti in discarica (indifferenziata). Ciò significa che non vi sarà nessun aggravio dei costi già sostenuti da “A.S.E. SpA” ma, anzi, un risparmio di circa 250mila euro per le casse comunali, a vantaggio delle tasche del cittadino che non vedrà nessun ulteriore aumento rispetto all’attuale tariffazione. “Questo dato – commenta il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi – è la testimonianza che i manfredoniani hanno cambiato e stanno cambiando, in meglio, le loro abitudini. E’ ovvio che la percentuale di differenziata raggiunta non può essere un punto di arrivo, ma un altro gradino di una crescita continua e collettiva della nostra comunità. Siamo coscienti che il servizio può e deve sempre essere migliorato, ma i progressi sono evidenti e certificati anche dai numeri, oltre che da una migliore igiene. L’ecotassa è stata istituita dal governo regionale per incentivare la raccolta differenziata a discapito dell’ obsoleto e dannoso utilizzo delle discariche. Da tale pagamento sono esonerati i Comuni che hanno raggiunto nel mese di giugno 2016 una maggiorazione di 5 punti percentuali rispetto alla percentuale di raccolta differenziata raggiunta nel mese di novembre 2015. Ebbene, Manfredonia, grazie alle politiche di sensibilizzazione messe in campo dall’Amministrazione comunale e dall’ASE, ma con il determinante apporto della cittadinanza, non solo ha raggiunto tale obiettivo, ma ha, addirittura, raddoppiato il risultato, facendo registrare un aumento del 10% rispetto al 12,6% del novembre scorso. “Un obiettivo che in molti credevano non fosse possibile raggiungere. Chi ci ha creduto fermamente, invece, ha lavorato sodo e in silenzio – aggiunge Riccardi – affinché questi sforzi fossero premiati nella giusta misura e a dispetto di tutte le Cassandra, i riottosi alla civiltà ed i profeti di sventura”.

“Un risultato possibile grazie al mix di efficiente e lungimirante governance, di concerto tra l’Amministrazione comunale e l’azienda, sulla delicata questione dei rifiuti, e una sempre più sostanziale collaborazione della cittadinanza – dichiara Adriano Carbone, amministratore unico di “A.S.E. SpA” – che, in prospettiva, porteranno ad ulteriori benefici di decoro urbano, igiene e contenimento dei costi del servizio, anche in virtù dell’entrata a regime del servizio di raccolta differenziata porta a porta, che consentirà l’ulteriore abbattimento delle quantità di indifferenziata da conferire in discarica. Di questi tempi, con tutte le difficoltà strutturali relative al ciclo regionale dei rifiuti, il risparmio ed il contenimento dei costi sono un traguardo di non poco conto per Pubblica Amministrazione, azienda e soprattutto per i cittadini”. “Voglio ringraziare tutti i concittadini – conclude il sindaco Angelo Riccardi – per gli sforzi compiuti e per la determinazione che stanno mostrando nel provare a cambiare le loro abitudini sulla raccolta dei rifiuti. Siamo perfettamente consapevoli che dobbiamo fare ancora parecchi passi in avanti per rendere il servizio efficiente e per contrastare i tanti comportamenti incivili che, purtroppo, deturpano la città in cui viviamo, ma questa è la strada che dobbiamo e possiamo percorrere insieme. Tutti dovremo essere all’altezza della situazione e degli obiettivi ambiziosi che ci attendono”.

Matteo Fidanza – Ufficio Stampa – Città di Manfredonia



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • Giovanni

    Manfredonia è in un mare di monnezza, Monticchio sembra la peggior napoli!
    Bisognerebbe commissionare COMUNE e ASE non se ne può più di tanto sporcizia, puzza e degrado.


  • La scabbia ai tempi del 2016

    La PUZZA FUORI E DENTRO CASA CHE TE NE DEVI SCAPPARE.BELLA LA PROPAGANDA.TRA NON MOLTO CHIAMIAMO IL PIFFERAIO MAGICO PER ELIMINARE I TOPI SE PRIMA NON CI FALCIA ENERGAS.


  • u fit te na da' scappa'

    Vedi Manfredonia e muori


  • buon esempio

    L’ASE DEVE PRENDERE ESEMPIO DA ALTRI: INCENTIVATE CON BUONI SPESA SENNO’ I CAPRONI LA MONNEZZA NON TE LA RACCOLGONO NE’ TE LA PORTANO.CAPITO?


  • SINDACO RICCARDI SE NON SEI CAPACE DI GUIDARE LA LOTTA CONTRO IL GPL: DIMETTITI!

    ….e risolverci il problema della monnezza!!


  • La rovina di Manfredonia sono i suoi politici.

    Tra puzzo terribile, paludi, sporcizia piscio e feci, i turisti anche quelli indiani rimangono inorriditi!!


  • ciro

    dateci i soldi indietro


  • antonella

    Non più tardi di una settimana fa lo stesso sindaco, da queste pagine, sfogava la sua frustrazione per un rinvio avuto dall’assessore competente riguardo ad una riunione andata persa, che verteva sulle autorizzazioni al progetto dell’impianto di compostaggio sito in loco, proposto dal Comune stesso, utile per lo smaltimento della frazione umida proveniente dalla raccolta porta a porta, lamentando i costi per lo stoccaggio e smaltimento di tale frazione che or ora verrebbe portata in impianti del Nord con aggravio di costi. Ora si narra di ecotassa, di percentuali raggiunte, niente aumenti della tassa a carico dei cittadini, mah, che dire, da quando è iniziata questo tipo di raccolta, ne abbiamo sentite di canti di sireni, peccato erano canti di mante rotte visto che la città è più sporca che mai, i topi fanno festa ogni giorno nelle strade, tanti cittadini che dovrebbero differenziare non lo fanno, gettando altrove, manca la dovuta dotazione di cestini nelle strade, le segnalazioni di discariche a cielo aperto in tutta la città non mancano, però ben fa il sindaco, dall’alto della sua poltrona a consolarsi con numeri e cifre, speriamo che passi qualcuno di questi a noi altri, vediamo di giocarli al lotto sperando in miglior fortuna, noi cittadini invece siamo costretti a guardare il reale stato delle cose, che cozzano con qualunque responso cabalistico, su di
    una casa siamo d’accordo, c’è ancora
    molta strada da fare, strada davvero lunga.


  • Anonima

    Comunque complimenti all Ase per i nuovi ragazzi della consegna kit.Preparatissimi.E poi con loro più nessuno si arrabbia.Altrimenti so cazz i…


  • Il porto turistico senza barche e il mercato ittico senza pesci

    Stamattina ho visto in giro i nuovi ragazzi che consegnano i bidoni colorati.Gente con le palle. Mo voglio vedere chi li prende a malomodo a questi.Nessuno.Bravi Ase.


  • ex elettore Magno pentito

    E poteva mancare il commento di Antonella la reginetta —-


  • Pasquino

    Antonella guarda che questa è l’eco tassa regionale perché quella provinciale la paghiamo nel massimo previsto perché il comune era inadempiente in quanto già dal 2008 la differenziata doveva essere al 65%. Allora perché il consigliere Magno non promuove un’azione di classe per i danni arrecati ai cittadini contribuenti?


  • Dany

    Tempo sei mesi, e se non si riduce quell’ attuale, sarebbe meglio a vendere i propri rifiuti ad un’azienda privata e di fuori….


  • antonella

    Pasquino ci occuperemo anche di questo, non ora che i nostri concittadini sono distratti dal mare, a settembre quando l’attenzione comune sara’massima. Sulla differenziata ce ne sono di questioni da porre, noi certo non mancheremo di farlo. Ogni cosa a suo tempo.


  • I politici sipontini sono tutti a favore dell'Energas.

    Allora ci debbono restituire i soldi indietro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati