Capitanata
Edizione celebrativa e ricchissima in programma sabato 9 settembre

Orsara, la Festa del Vino compie 30 anni

In ogni piazza, ci sarà spazio per il meglio della produzione vitivinicola della Capitanata


Di:

Orsara di Puglia. L’estate di Orsara di Puglia non è finita, c’è un evento speciale da celebrare: la Festa del Vino, il prossimo sabato 9 settembre, compirà i suoi primi 30 anni. Per questo motivo, sarà un’edizione più ricca. Spettacoli, installazioni artistiche, concerti e convegni – oltre a una Galleria Enogastronomica che premia qualità ed eccellenze di due regioni, la Puglia e la Campania – attraverseranno tutto il paese. Una delle novità di quest’anno è una piazza dedicata ai migliori vini della vicina Irpinia.

In ogni piazza, ci sarà spazio per il meglio della produzione vitivinicola della Capitanata, con l’agorà dei rosati della Daunia, quella dedicata ai rossi di Orsara, e poi, ancora, i bianchi irpini e le bollicine. Ogni luogo della Festa del Vino, lungo il percorso della Galleria Enogastronomica, farà ripercorrere ai visitatori – attraverso arte e musica – le diverse e storiche tappe dei 30 anni dell’evento: il tramonto degli anni ’80, l’ultimo tratto degli anni ’90, l’attesa del terzo millennio e, poi, l’ultimo decennio. Ai visitatori, inoltre, sarà possibile visitare le cantine più antiche e quelle più moderne di Orsara di Puglia. Il cuore del centro storico si farà teatro e sipario sulla rappresentazione di “Tre sull’altalena”, rilettura in chiave moderna di un grande testo di Luigi Lunari, prodotta e portata in scena dalla bravissima Stefania Benincaso, attrice e produttrice teatrale. Il programma dettagliato della trentesima Festa del Vino, organizzata da Comune di Orsara e Proloco, sarà reso noto a giorni.

LA PRIMA VOLTA NEL 1988. La prima Festa del Vino, a Orsara di Puglia, fu organizzata nel 1988. L’appuntamento, allora, si caratterizzava come sostanzialmente locale, basato sulla valorizzazione delle tipicità gastronomiche e vinicole che gli orsaresi producevano soprattutto per l’uso familiare o per un consumo destinato alla domanda interna del paese. Già allora, tuttavia, la Festa del Vino rivelava l’ambizione e l’esigenza della Comunità Orsarese di valorizzare e promuovere la propria vocazione alla qualità alimentare e all’accoglienza. Col nuovo millennio, l’evento ha acquisito una dimensione molto più ampia. Sono arrivati visitatori da tutta la provincia di Foggia ma anche dalle vicine regioni di Campania e Molise. I vini orsaresi, oggi, sono certificati, hanno ottenuto il marchio Daunia Igt (Identificazione Geografica Tipica) e una parte cospicua della produzione è destinata al mercato esterno.

La Galleria Enogastronomica, al contrario del passato, valorizza non solo le produzioni vitivinicole di Orsara ma si è trasformata in una occasione ideale per promuovere anche le eccellenze espresse da tutta la Puglia e dalla vicina Irpinia. L’offerta delle tipicità gastronomiche orsaresi, inoltre, si è ampliata, professionalizzata ed è andata qualificandosi come tra le migliori in provincia di Foggia. Un riconoscimento arrivato non solo dall’assegnazione del marchio “Cittaslow”, ma anche dall’apprezzamento dei visitatori che sono arrivati sempre più numerosi e dalla valutazione di esperti che hanno inserito i ristoranti orsaresi nelle guide enogastronomiche nazionali.

Orsara, la Festa del Vino compie 30 anni ultima modifica: 2017-08-29T10:11:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi