Sport

Foggia, Zeman “chiama” i tifosi: “Vinciamo insieme”

Di:

Presentazione del (ri)allenatore del Foggia Zdenek Zeman (image N.Saracino)

In ritiro il Foggia del neo-allenatore Zdenek Zeman (image N.Saracino)

Foggia – “ERA ora che si tornasse a giocare in casa”. Parola di Zdenek Zeman, che domenica prossima ritroverà il “suo” stadio dopo circa vent’anni di assenza, trascorsi tra palcoscenici più o meno nobili, ma sempre con l’affetto della gente, che lo ha sempre seguito anche quando era stato messo alle porte del grande calcio dai “baroni” del pallone, a cui evidentemente il boemo risultava scomodo.

RITORNO AL PASSATO – Con qualche ruga in più ma con la solita espressione sorniona e la voce appena accennata quasi a sussurrare il suo pensiero, Zeman rievoca l’ultima volta che è salito sulla panchina foggiana: “L´ultima partita in cui sono stato in panchina allo Zaccheria fu quella contro il Napoli, perdemmo la Coppa Uefa proprio in quella gara, fu un peccato ma penso che non sia tra i ricordi più belli. Quelli veri li porto sempre con me e sono tanti di quell’avventura”. Ora però c’è il presente e si chiama ancora Foggia, seppur in prima Divisione: “Era ora che si tornasse a giocare davanti al nostro pubblico. I tifosi ci hanno sempre dato una mano e adesso sicuramente sapranno dare calore ai ragazzi”.

ZEMAN: BENE IL MANTO DELLO ZACCHERIA – Il boemo torna sulla gara vinta contro la Juve Stabia, dove il Foggia “ha giocato bene i primi minuti, poi abbiamo smesso, con i centrocampisti che appoggiavano indietro per i difensori, i quali non essendo registi in grado di costruire l´azione, mandavano palla in avanti. Nel secondo tempo invece abbiamo giocato meglio”. Domenica di scena allo Zaccheria ci sarà il Viareggio, compagine che “Sdengo” conosce bene e che ha avuto modo di apprezzare: “L´ho visto giocare due stagioni fa in serie C2 e mi è sembrata una buona squadra. Stanno facendo un buon lavoro. Noi siamo soddisfatti del lavoro che stiamo facendo, ma dobbiamo ritrovare più continuità. In classifica ci sono squadre come l’Atletico Roma che per ora non hanno avversari in grado di dargli fastidio, spero che tra questi ci potremo essere noi”. Poi un’ultima annotazione è per il manto erboso, con una curiosa coincidenza: “Mi piace. Spero ci porti fortuna, dato che anche vent´anni fa, quando iniziai l´avventura col Foggia, il terreno di gioco venne rifatto e rimesso a nuovo”.

BIGLIETTI A RUBA – Intanto a Foggia prosegue a gonfie vele la vendita del biglietti per la gara interna contro il Viareggio. Considerati i circa 4.500 abbonamenti sottoscritti (ci sarà comunque tempo fino a sabato) i tagliandi disponibili dovrebbero aggirarsi attorno ai 3mila. Biglietti che stanno già andando a ruba. Il ritorno ufficiale di Zemanlandia allo Zaccheria sta creando una vera e propria “febbre” da attesa anche negli addetti ai lavori: tante le richieste di accredito pervenute all’ufficio stampa dell’US Foggia, molte delle quali sono state rispedite al mittente.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi