Manfredonia

Rinnovabili, i piani della Macchia Rotonda nel Cervaro

Di:

Il torrente Cervaro. (Fonte image: comune.manfredonia.fg.it)

Manfredonia – SU proposta dell’assessore all’Assetto del Territorio Angela Barbanente, la Giunta Regionale ha approvato un Protocollo d’Intesa tra Regione Puglia, Enti Locali e società che propongono impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile.

“Le aziende –spiega l’assessore-, che richiederanno autorizzazioni per nuovi impianti di energia rinnovabile, come gli impianti eolici o fotovoltaici, potranno realizzare opere di mitigazione e compensazione per il riequilibrio ambientale. Ad esempio, potranno rinaturalizzare le aree, demolire manufatti detrattori per il paesaggio, ripristinare e contribuire alla rifunzionalizzazione di ecosistemi o interventi a favore del risparmio energetico”. “Si tratta –continua Barbanente-, di un’innovazione importante, perché codifica su base volontaria i risarcimenti ambientali che le società energetiche si impegneranno a fornire ai territori dove saranno installati nuovi impianti”.

Il Protocollo d’Intesa riguarda anche il Comune di Manfredonia, nella misura in cui gli impianti fotovoltaici della Satel Renewable-Macchia Rotonda Solar srl ( Eolico: la Via favorevole per gli impianti di Manfredonia) e (Foggia e Manfredonia nel business delle rinnovabili) sono collocati nella parte bassa del bacino idrografico del Cervaro, insistendo direttamente sull’area interessata dal progetto ‘Corridoio ecologico del Cervaro’.

Il progetto, finanziato nell’ambito dell’Intesa istituzionale di Programma fra Governo italiano e Regione Puglia nel dicembre del 2007, è nato per recuperare e valorizzare le bellezze naturalistiche incastonate lungo il corso d’acqua, attivando azioni di salvaguardia dell’area ma, soprattutto, una rete interistituzionale per trasformare le potenzialità del territorio in azioni concrete, come la costruzione di una rete ecologica provinciale.E su queste azioni è stato possibile innestare nuove occasioni di sviluppo anche per l’agricoltura.

Il torrente Cervaro attraversa un’ampia area punteggiata da boschi, pascoli, ecosistemi di elevato valore naturalistico e piccoli corsi d’acqua che connettono le alture dei Monti Dauni al Tavoliere e alle zone umide del Golfo di Manfredonia. “Il progetto assume grande valenza non solo in termini ambientali e paesaggistici, ma anche economici, nella prospettiva di un nuovo sviluppo caratterizzato da un moderno approccio culturale”, spiega il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.

È proprio in questa prospettiva che la Satel Renewable-Macchia Rotonda Solar srl si è impegnata con il Comune di Manfredonia a realizzare misure di compensazione di riequilibrio ambientale nel ‘Corridoio ecologico del Cervaro’, predisponendo un piano dettagliato di opere di rinaturalizzazione, consistenti in rimboschimenti con specie autoctone e nella creazione di radure lasciate alla naturalità. La Società garantisce, inoltre, la manutenzione degli interventi per tre anni a decorrere dall’ultimazione dei lavori.


TRE ANNI E CESSIONE GRATUITA AL COMUNE
– Allo scadere dei tre anni, la proprietà delle aree acquisite verrà ceduta a titolo gratuito al Comune di Manfredonia, che s’impegna fin d’ora a preservarne l’uso naturalistico.

Redazione Stato

Rinnovabili, i piani della Macchia Rotonda nel Cervaro ultima modifica: 2010-09-29T20:30:49+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi