Manfredonia
"Il mio voto è stato contro, perché si poteva evitare di spendere tanti soldi"

Deposito gpl Energas, Italo Magno “A cosa serve questo referendum?”

"Quindi il mio voto questa sera sarà contro, perché si poteva evitare di spendere tanti soldi per un referendum che non aggiungerà niente a quello che la città ha già espresso"

Di:

Intervento di Italo MAGNO in Consiglio Comunale

”Leggo dalla delibera n. 28 del 17.09.2015: “Il Consiglio Comunale dichiara la propria assoluta contrarietà alla realizzazione dello stoccaggio (del progetto Energas)… ed impegna il Sindaco e l’Amministrazione, interpretando le attese di tutta la città, ad attivarsi nelle sedi opportune, compreso il MISE…”

Era questa la via che ci eravamo data un anno fa. Ora, con la presentazione del referendum consultivo, sul progetto di deposito costiero voluto da Energas, il Consiglio dimostra la sua non rappresentatività dei cittadini che ci hanno eletti. Ovverosia il Consiglio smentisce se stesso. Quella Mozione, inoltre, approvata praticamente al’unanimità dal Consiglio comunale, veniva successivamente sottoscritta da tutti i partiti, quasi tutte le associazioni e dai sindacati. Nel frattempo i cittadini si affollavano ai banchetti per firmare contro Energas. Ben ottomila persone hanno sottoscritto la propria contrarietà all’impianto di GPL e quelle firme sono ora presso la Regione Puglia.

Infine si è unito a noi, con grande ed encomiabile determinazione, il nostro Reverendissimo Vescovo, Mons. Michele Castoro che, con più interventi orali e scritti e con la sua benedizione della lotta, si è eretto a gigantesco argine morale a difesa del benessere e della vita della città… Quale ulteriore manifestazione di dissenso al progetto Energas si vuole adesso dalla nostra comunità?

Ed allora, io vi chiedo, a cosa serve questo referendum? Perché spendere più di 150 mila euro per un referendum che avrebbe solo la conseguenza di buttare nel cestino tante espressioni corali di sicura avversità al progetto di Energas, scaturite da questa città che pure è stata tante volte tradita, ingannata e ferita dai giochi della politica?

Il Sindaco Riccardi, alle dichiarazioni dell’on. Bordo, favorevole al Referendum, il 16 luglio 2015, sul giornale on line Manfredonianews, rispondeva: “Il Referendum per spendere 200 mila euro dei contribuenti? Un referendum consultivo è del tutto inutile, l’opera è considerata per legge strategica. La partita si gioca altrove e tutti lo sanno bene. La politica si assuma appieno una battaglia consapevole contro la realizzazione dell’impianto Energas. Io sono pronto a fare la mia parte, ad ogni livello, ognuno faccia la sua”.

La via c’è per risolvere il problema e la indica Riccardi stesso: la lotta popolare, la lotta politica ed istituzionale. Mettiamo da parte ogni pavidità, ogni pigrizia e rispondiamo al nostro dovere morale di difesa della nostra terra.

1) Occorre organizzare subito, la prepareremo tutti insieme senza nessuno che si tiri indietro, una grande manifestazione cittadina per far sentire la nostra voce di uomini e donne liberi a difesa del proprio territorio. In essa i rappresentanti istituzionali dovranno far sentire, senza infingimenti, ognuno la propria voce e dire da che parte stanno.

2) Dobbiamo avviare, al più presto, un paio di viaggi in pullman, con il sindaco, gli assessori e tutti i consiglieri comunali, i consiglieri regionali e i parlamentari della nostra terra, magari insieme a semplici cittadini che volessero unirsi a noi, per andare a farci “sentire” alla regione Puglia, prima, e poi al Ministero dell’Ambiente ed al MISE.

Perché questi signori che ci governano sono guappi di cartone e quando si muove il popolo sovrano, con tutta la sua forza, non trovano più il coraggio per dire di no. È già successo nel passato e succederà ancora, se noi sapremo con determinazione fare la nostra parte.

Quindi il mio voto questa sera sarà contro, perché si poteva evitare di spendere tanti soldi per un referendum che non aggiungerà niente a quello che la città ha già espresso. Tuttavia, visto che la frittata è ormai fatta e, per un problema così importante come Energas, non è utile fare i distinguo, noi ci saremo ugualmente, per portare avanti, insieme a voi e a tutte le forze vive della città, quelle manifestazioni che saranno necessarie e ogni attività di sensibilizzazione che non avete portato avanti in tutti questi anni e che avete promesso ora di svolgere in un mese di campagna referendaria. Noi ci saremo sempre e gireremo casa per casa, andremo a suonare le campane della Regione e quelle sorde del Ministero all’Ambiente e del MISE. Se vi stancherete, noi vi pungoleremo o vi censureremo, se sarà necessario, ma saremo felici se non ce ne sarà bisogno”.



Vota questo articolo:
49

Commenti


  • Alfredonia

    Di sicuro il referendum serve come giustificazione a chi, aveva promesso all’Energas che il progetto sarebbe andato in porto.
    Infatti, se l’Energas minaccia dei ricorsi al Tar contro il Comune, per la mancata installazione, significa che negli anni passati, ha ottenuto delle autorizzazioni o garanzie sulla futura installazione, mentre i nostri AMATI amministratori fanno finta di essere stati messi a conoscenza soltanto quando c’e’ stato la distribuzione dei PANETTONI.
    Chi sono i GIUDA che trattavano sottobanco in silenzio????
    Prima o poi, questi nomi verranno pubblicati.


  • svolta

    Solo una parola “Bravo”.
    La coerenza è una dota che non tutti, purtroppo, hanno.


  • Ma vattin

    Questo referendum è un Regalo di Riccardi e compagni ad Energas, e non si vergognano di spendere tanti soldi per NIENTE, con un comune in dissesto finanziario. Dove hanno la faccio. Bravo Italo magno a cantargliele di santa ragione. E’ chiaro che Riccardi e la sua cricca giocano sottobanco con Energas.


  • Manuel

    Condivido in pieno il NO ad una spesa assurda che non serve assolutamente a nessuno.
    La cosa invece incomprensibile e che non riesci a comprendere perché si stia facendo tanta confusione per un progetto che ha ottenuto tutti i permessi necessari per legge !
    In uno stato di diritto quando un imprenditore sottopone il propio progetto agli organi preposti al controllo ed alla valutazione e ottiene dagli stessi il via libera a fare impresa , credo sia giusto che si possa poi procedere.
    Uno stato democratico nel quale il diritto è tutelato e regolamentato da organi di governo , ( lo stato non è altro che l’insieme delle persone che rappresentano il popolo , xche scelti ed eletti dallo sesso ) deve garantire il diritto di impresa.
    Appellarsi invece al volere o meno del ” popolo sovrano ” , o chiamare il popolo alla rivolta per impedire una qualsiasi iniziativa studiata ed approvata dagli organi preposti , la trovo cosa che fa sorridere ma che allo stesso tempo ha note anarchiche , o nella migliore delle ipotesi sfumature da favole , dove si narra di geni , castelli e principati.


  • Masha

    Uno Stato di diritto agisce in nome e per conto della popolazione che rappresenta. Se rappresenta solo se stesso va rimesso in carreggiata, caro Manuel. Delle autorizzazioni non sappiamo che farcene. La sola autorizzazione valida è quella dei Manfredoniani e adesso tocca a noi sottolinearlo. Il resto sono chiacchiere e propaganda per le promesse che ti sono state fatte.


  • GSPEPP

    AMM ZACCHET I MILIUN D FIRM AVAST P CHIACCHR A QUA C MA RBELLE’CONTRO I BOMB OTOMICH C STANN PIAN TUTT P FESS MA CHE CAZZ D PAIOS D MERD! STANN I STRONZ CA VANN PUR AU CAMB SPORTV I POLITICI CA SO FAVZUN MAGAR SO I STESS CA N VNNUT MANBRDONIA AI TORCH AI GIAPPUNUS AI NAPULET E MAGHER VANN PUR A STRAFUCHE’ ZIMBR STI FUTIND FAVZUN!! ARRSPGHIAMOCC E ARRBULAMOC SE NO MO CIU ZANCCN GHL A TUTT QUAND


  • Manfredoniano dop

    manfredonia nel 1988 fu la prima cittadina italiana a dichiarare guerra allo Stato. Ero lontano da Manfredonia quando lessi questo titolo sui giornali e poi la notizia per molti giorni come notizia principale su tutti i telegiornali nazionali.
    Mi raccontano di lotte durissime e furenti, non istigate tanto i sipontini..


  • Manuel

    Masha quello he scrivi non credo sia corretto !
    Se pensi veramente ciò che hai scritto non dovresti allora combattere Energas , ma diventare una rivoluzionaria.
    Il nostro è uno stato democratico e civile , non riconoscere lo stato significa essere eversivi.
    Questo indipendentemente da Energas o meno !


  • Nicola

    Da quando hai deciso di fare politica hai fatto solo danni. Meno male che il popolo manfredoniano ti ha punito, altrimenti per noi erano caxxi amari. Omino da quattro soldi, vi sciacquate la bocca tu e quei quattro -che hai assoldato nella cooperativa MANFREDONIA VECCHIA con frasi ” la democrazia, il popolo ha deciso, il popolo è sovrano…e poi ? Cos’è che temi ? Siamo in democrazia ed è giusto che il popolo dica la sua. O a te questo non piace ? Hai seminato vento e come al solito stai raccogliendo TEMPESTA. Avresti dovuto collaborare in sintonia con tutti, invece ,come fanno gli invidiosi, i rancorosi, e in particolarmente -, hai voluto dimostrare ,facendo la fuga in avanti, che questo problema fosse solo vostro e , cosa ancora più grave,che solo voi lo potevate risolvere. In realtà tu sai bene che non è così. Una volta tanto,caro professore, affronta la situazione con la schiena dritta non trovando scuse e in particolar modo non addossare la colpa ad altri. In fine vorrei dirti di stare sereno perché ,anche se si farà il referendum lo vinceremo, e lo sai perché caro professore ? PERCHÉ È RICCARDI CHE NON VUOLE ENERGAS. Un consiglio dedicati ai CORSI DI CUCITO. BUONA GIORNATA PROFESSORE —-.


  • Anonimo

    SPENDEREMO SOLDI E SI FARÀ IL DEPOSITO…vedi in VAL DI SUSA:referendum arresti danni scioperi ecc…


  • Sorrisi dei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Una città con migliaia di laureati, dotti scienziati, professori, psicologi, psicologi sociali, studiosi, artisti ambientalisti o presunti tali, avvocati, geni, poeti, navigatori brillanti politici..ebbene nessuno che colga dei segnali inequivocabili? C’è una strategia da parte di un gruppetto più o meno misteriosi di personaggi con unità di intenti e che mina continuamente la “linea di attenzione” del popolo sovrano in tutti i modi. Con il pane e circense, con le promesse, con la doppia faccia e anche con la tripla, la loro missione e evitatare in qualsiasi modo proteste di massa prima dell’approvazione definitiva del progetto. Una volta approvato a Roma in tutte le sue forme, poichè si tratta di “opera strategica” la normativa in materia di proteste popolari cambia completamente, in caso di protesta scattano arrestisi rischia di essere sparati addosso! Ma ci vuole tanto per capirlo? Anche il referendum è una trappola per sorci, tanto per perdere tempo e tenere a bada il popolo!
    Il tempo è ormai quasi scaduto..dormiamo balocchi!


  • Pasquino

    Meno male che stiamo in uno stato democratico perché diversamente altro che Hitler Mussolini e Stalin. Occorre evitare un referendum che non servirà a niente, soltanto a consumare soldi che non si hanno. Su questo sono d’accordo con Magno. La strada, anche se energas ha già in tasca tutte le autorizzazioni, e’ quella delle manifestazioni di protesta da fare, consiglio comunale in testa, con tutti gli altri politici di Manfredonia. Più manifestazioni, più cortei di protesta e se non servissero a niente, ricordiamoci sempre che Siponto non fu mai conquistata dall’esercito romano. Abbiamo anche un altro esempio con la nave dei veleni.


  • parole, parole, parole..

    Basterebbero 5 o 6 pulman per inscenare proteste a bari e e Roma nei pressi dei Mise (tutti i telegiornali ne parlerebbero) in passato per il calcio furono mobilitati decine di pulman per le trasferte della squadra di calcio con relative invasioni, ora non siamo capaci neanche di organizzare un pulman di protesta per San Spiriticchio..che pena vivere in questa città, che sofferenza di fronte a cotanta stupidità umana. Avete capito perchè hanno puntato sul calcio?


  • quanta ipocrisia

    Non ce lo con lei prof, ma quanta ipocrisia..
    La settimana scorsa tutti i riflettori erano puntati sulla nostra città, e i cittadini no gpl hanno perso una grandissima occasione per una forte protesta popalare. E’ stata l’ultima occasione, l’ultima grande occasione persa! Onore ai ragazzi che hanno manifestato, solo a loro tutto il resto sono solo chiacchere morte.


  • Re Manfredi

    Avete letto Manuel? Probabilmente è uno molto informato! Tra le riga vi ha spiegato molto bene la situazione sudditi inerti e masochisti!


  • michele

    il popolo è sovrano ma quando i rappresentanti del popolo autorizzano un’attività che al popolo non piace e lo fa con manifestazione pubbliche il rappresentante non è che ha la delega e può fare ciò che vuole oltretutto il territorio non è della politica.
    se facessero pagare i danni che certi politici fanno sarebbe tutto diverso ma il politico viene eletto che non ha un soldo in tasca ne in banca e alla fine di due mandati???????.


  • GIU' LE ZAMPE DAL NOSTRO TERRITORIO E DAL NOSTRO MARE!

    PORTATE IL MANFREDONIA IN SERIE A PORTATE I CARRI ARMATI PORTATE LE TRUPPE DA SBARCO POI VEDIAMO CHI VINCERA’ SE I TURCHI NAPOLETANI O I CITTADINI DI MANFREDONIA!


  • Tano La Foglia

    Andate via da Manfredonia! E portatevi con voi anche tutti quelli del Miramare!!


  • SIponta

    Iniziamo le marcie di protesta portando anche i bambini non noi.


  • Federico

    Grande analisi di Nicola, concordo perfettamente con lui.


  • Giorgio

    Ci dovevi pensare prima caro BRANCALEONE DA PIAZZA D’UOMO, invece di fare la guerra ai mulini al vento.


  • antonella

    Manuel, sei un essere fortunato in tutto e per tutto a poter esprimere la tua opinione ancora liberamente, in uno stato di diritto dove i cittadini scelgono “LIBERAMENTE E DIRETTAMENTE I PROPRI RAPPRESENTANTI IN PARLAMENTO”, e quest’ ultimo sia capace di generare un governo legittimo, espressione vera del popolo sovrano, allora varrebbe il tuo parere, allora sarebbe valido il concetto per cui un azienda o pseudo tale che chiede i permessi, la dove valutati idonei e ascoltate le parti, in condizioni ammissibili, si potrebbe contemplare il rilascio dei permessi per tale installazione, allora avremmo la certezza che a decidere sia un governo fatto da uomini e donne, professionisti rappresentanti di istituzioni con tanto di certificazione di onesta intellettuale e corretta espressione istutuzionale.
    Nel nostro caso parliamo di un governo il quale istituzioni o membri di essa, sono finiti coinvolti nell’inchiesta tempa rossa, saprai cosa significa questo,
    un governo espressione di una maggioranza eletta comunque con una legge elettorale dichiarata incostituzionale, il cui premier ambisce a far passare per buona una riforma costituzionale che di fatti è la più grande porcata di tutti i tempi, e tu parli di cosa? dello stato di diritto per un azienda che avrebbe fatto il suo passaggio tra i ministeri, gli stessi che si sono occupati di tempa rossa? Come per la ricostruzione del dopo terremoto dell’aquila? Io rido certo, ma della tua ingenuita, perdonami, questa sì fa sorridere, ma davvero credi che chi sta da questa parte non sia in grado di leggere la storia? Di capire la realtà è verità? Oggi alla luce di questa politica e con determinati governi, solo il popolo deve decidere della propria territorialità, ormai la politica ha perso la grande occasione di essere governo e guida, senza fare populismo, solo il popolo sa cosa è giusto per se. Il resto sono chiacchiere per sempliciotti che vivono di politica spicciola.


  • Angelo

    Federico Nicola Giorgio fatti un crodino anzi fatti una cena con emanuelle


  • Mister x

    Ma siete sicuri che al referendum vincerà il no? Professore Magno e questo che le fa paura?


  • A ME NON MI FREKATE

    FATE NOME E COGNOMI DI CHI SAPEVA TUTTO PRIMA DEL 2014 E NON CI DISSE NULLA E CI TENNE ALL’SCURO!!


  • Le cene più belle sono quelle con il "botto"

    un sipontino vale un panettone..


  • antonella

    Nicola quello che penso di te, è arcinoto, siamo agli antipodi in tutto e per tutto, affermi che sono altri ad insultare ma vedo che tu non hai migliore educazione, tralasciamo questo perché oggi a me interessa altro, fare ora la guerra non serve, ragionare è utile per tutti, dopo, se ti pare potrai tornare ad insultare come e quanto vuoi, tanto siamo abituati al peggio. Stare nelle piazze per anni ti abitua ad avere a che fare con tanta gente e soprattuto rende pazienti,
    Quello di ieri è stato uno spettacolo degno del peggior film mai visto, tralasciamo anche questo, andiamo a cose utili, dalla maggioranza si è affermato che in un mese o poco più si andrà di casa in casa a parlare con tutti i cittadini nell’intento di portarli a votare al referendum, ” si o no è questione di espressione democratica della volontà popolare,” giusto? quindi il responso poi deve necessariamente essere accettato, con annessi e connessi, per iniziare, il sindaco si impegna nella campagna referendaria perché lui è contro, che bello siamo tutti contro, allora dove sarebbe il problema?
    Il problema è che fino a oggi qualcuno si era impegnato a raccogliere firme, non si comprende dove siamo ne quante siano, si doveva intraprendere ogni azione anche presso il mise per scongiurare tale installazione, si dovevano organizzare eventi atti a informare e sensibilizzare tutta la popolazione, cosa è stato fatto fin ora? Ora però, tu affermi che la cosa si farà perché è il sindaco a volerlo, o meglio a non volere energas, ma allora, fin’ora?
    Ma lasciamo perdere anche questo, si è parlato di responsabilità della classe politica riguardo a questo referendum, bene, se questo è vero, allora se questo referendum come la classe politica fallisce, e non mi riferisco solo al sindaco, ma a tutti, fino a l’ultimo questuante dietro la porta, dovrebbero dimettersi tutti, perché è bello amministrare e fermarsi a tal proposito, ma di tanto in tanto qualcuno deve cominciare a pagare per i propri errori, responsabilmente non a chiacchiere. Il no espresso era doveroso, per onestà intellettuale verso i manfredoniani, ad ora questa classe politica non ha dimostrato nulla di serio e concerto, ma siamo desiderosi di essere smentiti, ci smentisca il sindaco, gli sarò grato vita se riesce.


  • Covo segreto del mostro - 0036

    Non hanno neanche un ufficio ufficiale agiscono nell’ ombra..


  • La nostra rovina sono stati sempre i politici.

    I nostri genitori fecero più velocemente, assediarono palazzo S, Domenico e in tanti videro la morte in faccia e uno scampò al linciaggio popolare perchè riusci ad evitare il peggio per miracolo.


  • Federico

    Chissà che cosa hanno promesso al paladino di Energas del forum…povero diavolo è uno dei tanti disperati, se vuoi lavorare amico mio vattene a Napoli a lavorare tu e i tuoi amichetti, il deposito non si farà seno scoppia la guerra civile.


  • Manfredonia schiava in catene per essere stuprata

    Chi può fugga da questa terra maledetta.. ci mancava lo scempio finale!


  • Manuel

    Antonella mi dispiace , ma per quanto possa comprendere il tuo pensiero , non posso ragionare come se lo stato non esistesse !
    Non posso non credere alle istituzioni , ai carabinieri , alla polizia , all’esercito , alla magistratura sostituendo tali istituzioni con il volere del ” popolo sovrano ” !
    Seguendo ciò che dici sarebbe il caos ( peggio di quello che già c’è ) , e si finirebbe per farsi già tizia da soli come accadeva ai tempi dell’inquisizione.
    La gente si farebbe una pseudo giustizia privata e accetterebbe solo le regole che piacciono e sarebbe l’anarchia totale.
    Cara Antonella nel pieno rispetto del pensiero altrui credo che verso questa vicenda Energas si stia facendo una sorta di caccia alla strega come nel medioevo dove il più delle volte si mandavano al rogo persone totalmente innocenti.
    Tutti parlano di Energas ma nel concreto nessuno la conosce veramente !
    Anche nei tuoi toni , percepisco risentimento verso persone che non credo tu conosca e che posso assicurarti non sono né terroristi ambientali , né gente sconsiderata , né ancor di più imprenditori spregiudicati come qualche politico che rischia addirittura di ritrovarsi pregiudicato , se riconosciuto colpevole una volta concluso il processo che lo vede rinviato a giudizio per CORRUZIONE E PECULATO !
    Eppure non mi sembra che in quel caso il ” popolo sovrano ” ( parte di quel popolo lo ha votato ed eletto ) forconi alla mano sono andati a palazzo a far valere i propri diritti e la loro lesa dignità di cittadini.
    Anzi addirittura se non sbaglio neanche la costituzione da parte del comune a parte civile è avvenuta !
    Non per questo si può pensare che tutti i partiti e tutti i rappresentanti della città siano uguali e non corretti , o che siccome si vive in un paese dove spesso si cercano scorciatoie illegali per raggiungere un intento tutti siano proti a farlo o ad agevolare chi spregevolmente tenta di non seguire le regole di una comunità civile .
    Secondo me spesso è propio la politica ad allontanare la gente con chi fa impresa e auspico che questa caccia alle streghe possa presto terminare e tentare di riuscire una volta per tutte a capire di cosa siano fatti i progetti , da chi sono statibpresentati , da chi autorizzati e avere risposte chiare sul come e perché !!
    Poi serenamente è più di tutto Antonella liberi non solo di mente ma anche da interessi politici o personali qualsiasi essi siano poter esprimersi in tutta onestà in un senso o nell’altro.
    Sarò ingenuo Cara amica , ma questo è lo stato civile che IO conosco e vivo tutti i giorni con me stesso e enti di inculcare ai miei figli , e credimi non è facile farlo in un paese dove alcune delle cose che hai scritto corrispondono a verità , ma se mi arrendessi finendo per fare di tutta un’era un fascio , sarebbe per me una grande sconfitta , che mi porterebbe solo ed esclusivamente a due soluzioni :
    1) diventare un eversivo e combattere una guerra civile ( cosa che spero mai accada nel nostro paese )
    2) fare le valigie e abbandonare per sempre l’Italia per trasferirmi altrove ( ma non lo farò mai , perché amo troppo il mio paese e inoltre sono convinto che ciò di cui ti lamenti esista in tutto il mondo )
    Con stima e affetto ti saluto.

    P.S. Io sono andato per MIA cultura e curiosità personale presso gli uffici Energas dove non ho trovato streghe o stregoni ma gente comune come me che mi hanno dato delle spiegazioni supportate da fatti e documenti.
    Non mi hanno costretto a credere nella bontà del progetto e neanche mi hanno parlato male di chi non la pensa come loro , lasciando a me ed alla mia intelligenza tutto il tempo per farmi una opinione. Tutto in maniera molto educata e cortese.
    Per questo credo non sia giusto giudicare a titolo personale chi non si conosce.


  • Manfredonia non è credibile.

    Manfredonia non è credibile,
    come fa ad essere credibile e rispettata una comunità
    il cui massimo organo locale Istituzionale e sotto il controllo della corte dei conti, ha accumulato nel corso degli anni un debito colossale e ha il primo cittadino (un sincero augurio che il tutto si risolva in suo bene) sotto processo? E’ chiaro che ci trattano tutti a pesci in faccia, un referendum non cambierebbe nulla, solo il popolo può può e deve essere artefice del proprio destino lottando apertamente scendendo in piazza e gridare la sua voce di protesta ovunque e civilmente.


  • analizzatore di strada

    Manuel è basta con i tuoi stucchevoli panerici ricchi, campionari del nulla.
    Perchè non parli delle prove di evacuzione della città diurne e notturne. Hai rotto veramente la testa con questi richiami ai ligi funzionari dello Stato alla massima serietà degli addetti ai lavori e tutto il resto! Siamo in Italia purtroppo
    e sai che cosa vuole dire? Hai sentito parlare mai di “indici di fiducia dei cittadini verso le Istituzioni? Per caso vivi in Svizzera o in Svezia? Comunque gran parte della popolazione non ha alcuna voglia di sottomersi ne al colosso energico e nè tantomeno al gruppetto di burattinai. Hai visto che misero effetto ha sortito l’investimento sul calcio? Praticamente duemila tifosi hanno preso le debite distanze. ciao ciao


  • Manuel

    Analizzatore di strada io sarò stucchevole , tu invece totalmente disinformato se parli di ” piani di evacuazione diurni e notturni ” e li cerchi dalla Energas. Basta solo questa tua affermazione per capire in maniera chiara che in materia sei ignorante.
    Per quanto esposto ti consiglio prima di scrivere commenti di istruirti , in modo da evitare di fare poi tristi figure.
    Per quanto riguarda poi Svizzera e Svezia posso garantirti che anche quei paesi hanno i loro problemi , ma invece di dire sempre e solo no a tutto e tutti , le cose le fanno fino appunto di costruire inceneritori ( in tutta Italia nessuno li vuole perché ritenuti inquinanti , pericolosi e tante altre cavolate ) all’interno dei quali operano ristoranti , pub e bar dove le famiglie vanno serenamente con i bambini !
    Oltre ad essere male informato sulla parte ” piani di evacuazione ” tu comosci il progetto Energas ? Ne conosci le dimensioni in termini di metri quadri e di impegno economico ? Conosci le tecniche che saranno utilizzate ? Sai come funziona un deposito di gpl , o di Energas sai solo le quattro cavolate che tutti ripetono tipo pappagalli ammaestrati dicendo del milioni di metri cubi della bomba atomica , della Puglia rasa al suolo e di altre mille di queste farneticazioni da film apocalittico ?
    Allora da patetico ti consiglio di studiare e di pensare con l tua testa da umano e non dire con la tua bocca da pappagallo.
    Qui del calcio non ci frega nulla e credimi che nessuno vuol sottomettere persona alcuna.
    Qui si commentano FATTI , articoli , azioni politiche e per ciò che mi riguarda lo si fa in educazione e nel rispetto del pensiero altrui.
    Le offese , le ingiurie , le sterili provocazioni non sono da forum , ma da bar in piazza.


  • Strazzamutand

    Offro voto prezzo modico 5€ SINGOLO
    pacchetto da 10 40€
    pacchetto da 50 100€
    pacchetto da 100 300€
    pacchetto da 100 a 200 1.000€
    oltre: prezzo da concordare
    No intermediari, si contatti diretti interessati, no baratto con prestazioni sessuali, no baratto con generi alimentari, no baratto giochi e svago, no assegni solo contanti. Modalità incontro riservatissimo, zona aperta campagna, ore serali abbigliamento semplice con cappuccio al seguito per assicurare max privacy e segretezza. Astenersi curiosi e perditempo. Metà anticipo altra metà dopo lavoro eseguito. Gradita max serietà e riservatezza.


  • Marco

    Manuele tu confondi una fabbrica di bollicine o di birra con un gigantesco deposito di Gpl, il più grande di sempre, la più grande quantità di gas mai introdotta nel ventre del territorio politico Italiano, hai per caso confuso Manfredonia come una colonia e non come una parte del territorio Italiano?
    Fatti una tisana e riposa ragazzo, stai sereno che i bombolini non verrano a Manfredonia.


  • Dino

    Io vorrei sapere chi è l’artefice che ha fatto cambiare idea all’opposizione e dire NO al referendum.
    Ma siete tutti impazziti? Ho ascoltato le motivazioni, sono assurde: a condizioni che il sindaco vado porta porta e invitare i cittadini a votare come ha fatto con le primarie, ma veramente voi volete fare politica in questo modo?
    Ho sentito che costa troppo?
    I cittadini non ve lo hanno chiesto, ma state dicendo veramente?
    Antonella,amica mia contano i fatti, non le dicerie.
    Per Arsenico40 sono stati spesi 10.000€, per lo studio epidemiologico sono stati spesi 260.000€ , il debito comunale ammonta a 52.000.000€, perchè non avete parlato del debito?
    inoltre sono stati bloccati 120.000€ per il Manfredonia calcio,
    IL MUSEO DEL MARE QUANTO E’ COSTATO? Giovanni fammi sapere e fammi sapere da che parte stai?
    Perchè quando si parla di un diritto dei cittadini vi opponete nei costi, ma come potete pensare di rappresentare questa città?

    Io non voglio andare per strada o a Roma a protestare,io voglio uno strumento di democrazia diretta che la Costituzione mi garantisce.


  • NO ENERGAS

    NICOLA, sicuro di non chiamarti ANGELO….?


  • analizzatore di strada

    Udite, udite! Che cosa dice lo scienzato l’oracolo con propulsione a Gpl!!
    Il calcio non centra niente!!??
    ahahahahah vi è andata male anzichè aumentare i consensi essi sono drasticamente e vistosamente crollati!
    Inceneritori con pub e famiglie dentro a trastullarsi certo ci credo ma all’estero mica in Italia, all’estero ci sono acciaierie con giostre e centri commerciali mica e come Taranto!!
    500 mila euro si potevano destinare all’acquisto di massicce quantità di opuscoli informativi da donare alla popolazione, opuscoli contenti foto con la lunghezza e diametro dei suppostoni, il numero dei camions adibiti a trasporto sulla statale 89 numero ferrocisterne da Candelaro – Amendola Foggia con quantità gpl da trasportare su binario unico e frequenza dei viaggi, lavori di tubatura mare e terra con tragitto, modalità attracco nave gasiere e modalità travaso in tubatura gasdotto, prove sulla non pericolosità sia del Gpl che del supermastondico deposito. Comunque il mio Sindaco e tutta la giunta Comunale hanno detto NO nero su bianco! Quindi dormo tranquillo, quando batterà il segnale della grande chiamata, sono convinto che un intero popolo marcerà con lui per il supremo traguardo.


  • Masha

    Manuel ma ti pagano a mensile o in base a quante volte scrivi nei forum?


  • antonella

    Dino ripeto, il “no” è stato un atto di onesta intellettuale verso manfredonia e di diniego alle ragioni espresse dalla maggioranza,proprio in forze del loro dire, tu eri presente quanto esponenti della maggioranza sindaco compreso, hanno affermato che sarebbero andati di casa in casa per destare i manfredoniani, secondo te queste non sono provocazioni assurde, non è una presa in giro per tutti,non ti senti angustiato da questo modo di fare politica? ma è possibile che questo popolo deve essere vessato così ? Dovevamo dire un si che avrebbe avallato una presa in giro? Allora ti chiedo è questa la tua opinione di demicrazia? Stiamo parlando di gente che si è detta contraria all’ installazione mesi fa, di gente che ha avuto mandato di porre in essere ogni mezzo per difendere la città da questo scempio, e che non ha fatto nulla o giu di lì, qui si offende l’intelligenza di questo popolo, e tu non ti rendi conto che questo popolo ha gia subito abbastanza, possibile che non esiste onestà intellettuale in questa politica, come si fa a manovrare in certo modo sapendo di prendere tutti in giro nel più squallido modo, sai come la definiscono questa storia? La cena delle beffe, Dino, potremo parlare di REFERENDUM DEMOCRATICO quando l’ultimo dei manfredoniani sarà messo in grado di capire cosa vuol dire energas e potrà fare una scelta liberamente consapevole, quella a cui tu inneggi è una chimera, amico mio.


  • indignato

    Manifestazioni sotto il municipio sono loro i resposanbili altro che referndum dei miei stivali!! Sono loro che ci hanno omesso di informarci di quello che succedeva prima del 2014! E magari sono anche li!!


  • Gogna pubblica per chi ha tradito i Manfredoniani!

    FUORI I NOMI DEI TRADITORI DI MANFREDONIA!
    SIANO DATI IN PASTO ALL’OPINIONE PUBBLICA COSI
    SARANNO SOTTOPOSTI ALLA GOGNA PUBBLICA!!


  • Maniel

    Analizzatore di strada oltre ad essere ignorante e molto disinformato su chi dovrà provvedere ai “piani di evacuazione diurna e notturna ” che tanto ti preoccupano , non sai neanche leggere !
    Io ho scritto ” A ME DEL CALCIO NON MI INTERESSA NULLA ” e lo ribadisco !

    Ma comprendo che ad un pappagallo è più facile insegnare le cose ripetendogliele mille e più volte piuttosto che tentare di
    fargli usare il cervello.
    Continua pure a ripetere senza sapere manco ciò che dici le solite cavolate che ti hanno ficcato nella tua piccola testa da volatile


  • Chiacchiere

    dinooooo VATT CULK…


  • Ex elettore magno pentito

    Antonellona,gogna pub…., indignato di sta -,Masha e orso,analizzatore di cacca per strada, ovvero cooperativa MANFREDONIA VECCHIA, andate ad EVUACARE a bosco quarto, così vi rinfrescate pure la VIOLA.


  • nicola

    Ex elettore ricordati che un asino può farsi bello e a sua volta farsi eleggere anche ad amministratore, ma prima o poi raglia come tutti gli asini, ti si riconosce anche se nascosto dietro un nick name.
    La prossima volta raglia più forte.
    Io, io, io, io, io, io, io, io,


  • ENERGAS ... SI !

    AMICI MIEI, sentite a me, STATEVI CALMI e andiamo a votare tutti SI!
    un SI massiccie a questo referendu farà tutti più contenti.
    Con una grande influenza sul SI, bella potente, magari il deposito lo faranno pure PIU GROSSO E DA 120000 TONNELLETE, così ci saranno più posti di lavoro dentro per tutti!
    Eppoi vedrete che il Governo Renzi, fra qualche anno, ci riconoscerà pure a tottequanne i cittadini noi di questo paese una bella indennità di 100e a famiglia al mese.
    Uagliò pensamece bbune…
    W FRATELLO MENALE!
    W SORELLA ENERGAS!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati