Foggia
"Non abbassiamo il livello di attenzione sul quartiere Ferrovia"

Vivibilità quartiere “Ferrovia”, Landella incontra gli “Amici del viale”

I cittadini che risiedono in viale XXIV Maggio e vie limitrofe denunciano l'insicurezza percepita ed il senso di paura e minaccia che opprime il quieto vivere delle famiglie

Di:

Foggia. Questa mattina il sindaco di Foggia, Franco Landella, e l’assessore con delega alla Sicurezza, Claudio Amorese, hanno incontrato l’associazione “Amici del viale” nella sala Giunta di Palazzo di Città. Tema dell’incontro la vivibilità del cosiddetto quartiere “Ferrovia”. Nonostante il pattugliamento quotidiano da parte degli agenti della polizia municipale, la pulizia delle strade grazie all’impegno dell’assessore all’Ambiente, Francesco Morese, e l’installazione di alcune telecamere di sicurezza da parte dell’Amministrazione comunale, i residenti ed i commercianti della zona lamentano lo scarso senso civico da parte di alcuni cittadini (comunitari ed extracomunitari) che frequentano in massa le attività commerciali e le abitazioni del quartiere “Ferrovia”.

I cittadini che risiedono in viale XXIV Maggio e vie limitrofe denunciano l’insicurezza percepita ed il senso di paura e minaccia che opprime il quieto vivere delle famiglie. Insicurezza che appena qualche giorno fa è sfociata in una aggressione ed un tentativo di rapina ai danni di un professionista in via Isonzo.

«Ho informato l’associazione di aver attenzionato il ministero degli Interni della situazione che vive la città di Foggia, in cui si riversano le centinaia di persone che risiedono nei pressi del Centro di Accoglienza per richiedenti Asilo di Borgo Mezzanone, a cui è stato rifiutato lo status di rifugiato politico – ha spiegato il sindaco Franco Landella durante la riunione -. Gli strumenti a disposizione dei Comuni sono limitati sul fronte della Sicurezza, ma ciò nonostante abbiamo predisposto un presidio fisso di vigili urbani in via Podgora e via Isonzo, in cui si concentrano numerosi stranieri, sia nelle ore diurne che serali. Abbiamo ascoltato con attenzione le proposte ed i suggerimenti che ci sono giunti dall’associazione “Amici del viale” a cui va il mio grazie per la fattiva collaborazione dimostrata nel cercare di risolvere la questione e per cercare di ridare dignità ad un quartiere che era il biglietto da visita della nostra città».

Roberta Apicella e Maria Luisa De Niro, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione “Amici del viale”, hanno ringraziato il primo cittadino e l’Amministrazione comunale per l’incontro avvenuto questa mattina e per i controlli quotidiani che vengono effettuati da parte della polizia municipale, dopo circa dieci anni in cui la situazione all’interno del quartiere “Ferrovia” è precipitata sia da un punto di vista dell’ordine pubblico e della sicurezza che delle condizioni igienico-sanitarie, e chiesto uno spazio in cui le associazioni dei cittadini possono incontrarsi per discutere e programmare alcune iniziative per rendere più vivibile l’intera area.

«Non abbassiamo il livello di attenzione sul quartiere Ferrovia – ha dichiarato l’assessore alla Sicurezza del Comune di Foggia, Claudio Amorese -. Stiamo studiando ulteriori manovre anche per un sistema di incentivi in favore della valorizzazione commerciale della zona. Inoltre, in questi giorni stiamo procedendo al montaggio del sistema di videosorveglianza, di recente implementato. Si stanno effettuando le opere civili per poi passare alla vera e propria installazione delle telecamere e configurazione logica dell’intero sistema».



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati