Manfredonia

F.Piemontese: “combattere la Mafia innanzitutto parlandone”


Di:

Il già presidente della Consulta degli studenti, Felice Piemontese (fb)

AL termine dell’incontro di presentazione del libro “Irrispettabili” di Alfredo Mantovano non posso che condividere quanto detto dal Prefetto di Foggia Luisa Latella, che nei saluti introduttivi ha dichiarato: “Noto con grande dispiacere che c’è poca gente, pochi studenti. Peccato è un’occasione persa”. Combattere la mafia e in generale la criminalità organizzata significa prima di tutto parlarne, cercare di capire contro chi si lotta.

L’assenza soprattutto degli studenti, degli stessi studenti che hanno scelto di intitolare attraverso un sondaggio la casa dello studente che andremo a inaugurare il prossimo 30 ottobre alla memoria di “Francesco Marcone”, martire della mafia di questa terra, invita tutti a fare una lunga pausa di riflessione. Se tanto lo Stato ha fatto in questo campo tanto c’è da fare a livello di legalità intesa come educazione: dai gradi inferiori delle scuole prima ancora di arrivare in università. Speriamo che a breve le aule nelle quali si parla di legalità possano essere strapiene di studenti e giovani, di sempre più persone che possano scendere dagli spalti di questo importante stadio di calcio dove la partita Stato-Antistato deve ancora terminare e dove tutto può cambiare.

(A cura di Felice Piemontese, già presidente della Consulta degli Studenti della Provincia di Foggia)

F.Piemontese: “combattere la Mafia innanzitutto parlandone” ultima modifica: 2013-10-29T12:18:32+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    La Criminalità organizzata la si previene prima di combatterla.
    Io non capisco come si possa avere la presunzione di essere seguiti su un tema cosi’ delicato quando lo Stato va dalla parte opposta.
    Uno Stato che continua a tutelare chi non dovrebbe e massacra il popolo.

    Giorni fa Papa Francesco, disse ai detenuti: ” DETENUTI SOLO I DEBOLI, I PESCI GROSSI NUOTANO LIBERI.”

    Ecco, questo è un ottimo tema per un convegno.

    Quali risposte stiamo dando alle centinaia di migliaia di disoccupati che hanno a loro volta il dovere di far vivere dignitosamente i loro familiari?
    Quali risposte da il Governo e la politica ai problemi sociali ed economici dell’Italia?
    Oltre a pensare a Berlusconi ed al Congresso del Pd non fanno assolutamente nulla. Un altro anno perso.

    Pensano solo alle loro lotte interne.

    Mi chiedo e sarà oggetto di una mia lettera al Prefetto ed a Mantovano:

    Non credete che sia alquanto presuntuoso chiedere al popolo Italiano di partecipare a questi convegni quando lo Stato ha abbandonato totalmente i cittadini?
    Resta inteso che non reputo assolutamente responsabili il Prefetto e le istituzioni locali di pubblica sicurezza, anzi a mio avviso fanno pure troppo.

    Oggi gli Italiani attendono risposte dalle istituzioni. Risposte che non avranno mai. Almeno fin quando il popolo non si ribellerà seriamente abbandonando il proprio individualismo.

    Criminali, non si nasce. Si diventa.

    Una nazione che si reputa civile deve interrogarsi sul perchè ci si diventa.

    Sicuramente se a tanti uomini di “mafia” gli si offriva l’opportunità di vivere civilmente e di esprimere il proprio potenziale, l’industria della criminalità non conterebbe tanti dipendenti.

    Cosa ne pensa Prefetto? Cosa ne pensa Onorevole Mantovano?

    Io purtroppo chiedo ma non ho mai risposte.


  • e io pago

    un noto cantante di margherita d.s in una bellissima canzone dice MA COME SIA FRUSTRANTE COMBATTERE LA MAFIA TANTO SANNO CHE IL VERDETTO ARRIVERA PUNTUALE A DICHIARARLI ASSOLTI si aspetta che i cittadini collaborano poi INDULTO CONDONO ecc ecc il

  • Penso sia arrivato il momento di agire in fretta per salvare l’Italia dalle mafie.
    Io vi faccio questa proposta. Concreta. Condivisibile. Migliorabile.
    Io non sopporto più lo strapotere dei mafiosi, specie quando questo strapotere abusa del potere pubblico infiltrato per imporsi sui cittadini. Io ne ho le scatole piene e voglio eliminare le mafie,
    Tutte. Senza Se e senza Ma. Vi Piace?
    http://www.ilcittadinox.com/blog/cittadini-antimafia.html
    Gustavo Gesualdo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This