Cronaca

Cristella: “Ripensare criteri valutazione assegnazione fondi edilizia scolatica”


Di:

(www.archiviopiazzanews.it)

Bari – IL consigliere regionale del PdL, Giuseppe Cristella: “La legge statale 9 agosto 2013 autorizza per il 2014 la somma complessiva di ben 150 milioni di euro ripartita a tutte le regioni italiane per l’attuazione di misure urgenti in materia di riqualificazione e di messa in sicurezza delle istituzioni scolastiche statali, con particolare riferimento a quelle in cui è stata censita la presenza di amianto”.

“Dal riparto in parola, alla nostra regione sono stati assegnati 12 milioni di euro, destinati a finanziare una trentina di progetti esecutivi immediatamente cantierabili. Dalla graduatoria pubblicata sul Burp n. 139 del 24 ottobre mi sono accorto che ‘la parte del leone’ è toccata farla alla provincia di Lecce con ben 18 progetti finanziabili per un totale di circa 8milioni e 400 mila euro su un totale di 12 milioni di euro”.

“Nulla da eccepire; tuttavia ritengo che forse andrebbero emendati i criteri di valutazione per la formazione di detta graduatoria che assegnano a mio avviso un punteggio non adeguato agli interventi di bonifica su edifici scolastici in cui sia stata censita la presenza di amianto supervalutando invece requisiti squisitamente burocratici, come le cosiddette premialità, che assorbono addirittura il 40% del punteggio teorico complessivo”.

“A tal proposito v’è da dire, che ben otto edifici scolastici per altrettanti Comuni della Puglia in cui è stata accertata la presenza di amianto, pur rientrando nella graduatoria dei progetti ammissibili, saranno esclusi per l’esaurimento dei fondi assegnati alla Puglia. Credo a questo punto che la Sasso avrebbe dovuto far prevalere criteri valutativi a tutela del diritto alla salute sancito dalla nostra Costituzione ancor più se si considera che gli studenti degli anzidetti plessi scolastici, proseguiranno i loro studi in compagnia dell’ ‘amianto’”.

“La Sasso evidentemente in un contesto di ‘misure urgenti’ previsto dalla legge n. 98/2013 ha ritenuto di non dover dare adeguata importanza all’accezione delle parole ‘… con particolare riferimento a quelle istituzioni scolastiche a cui è stata censita la presenza di amianto’. Non rimango certo basito nel conoscere dati statistici che destinano agli edifici scolastici della provincia di Lecce, il 70% circa dei finanziamenti messi a disposizione dalla Regione; tuttavia, spulciando detta graduatoria, mi sono accorto per esempio, che all’istituto scolastico ‘G. Palama’ sito nel comune di Sogliano Cavour (LE) in cui non è stata censita la presenza di amianto, saranno comunque assegnati quattrocentomila euro”.

“Credo che in futuro tali finanziamenti debbano essere ripartiti a ciascuna provincia pugliese al fine di evitare situazioni paradossali che potrebbero vedere una sola provincia ‘accaparrarsi l’intero bottino’, tenendo conto soprattutto di alcune priorità legate alla sicurezza dei plessi scolastici ivi comprendendo la presenza di amianto nociva alla salute degli studenti ed eliminando o riducendo in termini di percentuale di punti la voce legata ‘alle premialità aggiuntive’ che se pur ineliminabile non è tuttavia più rilevante di quella attinente alla presenza di amianto”.

“Presenterò al più presto un’interrogazione a risposta scritta in cui chiederò delucidazioni allo scopo di verificare se siano stati applicati correttamente i criteri di valutazione che hanno poi originato la graduatoria pubblicata sul detto Burp. Tanto al fine di accertare se l’operato della Commissione regionale interna non sia stato inficiato da errori cosiddetti di distrazione, poiché l’IC ‘Gianni Rodari’ sito nel Comune di Palagiano sembrerebbe essere stato penalizzato dalla complessiva valutazione determinata dall’organismo in parola ‘comunicato’”.

Redazione Stato

Cristella: “Ripensare criteri valutazione assegnazione fondi edilizia scolatica” ultima modifica: 2013-10-29T16:32:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This