CronacaStato news

Andria, banda dei furti sgominata dai CC

Di:

Andria. Sgominata una banda di tre pregiudicati andriesi, dedita al furto di autovetture. L’incremento dello specifico reato negli ultimi mesi, esteso anche a località estranee alla provincia BAT, aveva, come fattore comune, un unico indizio: i malfattori operavano utilizzando una grossa auto scura. I militari della Compagnia Carabinieri di Andria, nel corso di una scrupolosa attività di indagine, sono riusciti ad individuare i componenti della banda e a seguirli con pedinamenti ed appostamenti per giorni. Al momento opportuno i Carabinieri hanno predisposto un’accurata cinturazione della zona dove i tre sospettati erano soliti darsi appuntamento per poi dare inizio alla loro criminosa quanto lucrosa attività delittuosa.

Il segnale di uno dei militari operanti, appostatosi nella zona del previsto passaggio dell’auto, ha consentito agli altri Carabinieri di uscire allo scoperto ed accerchiare, con le autovetture di servizio, il veicolo dei malfattori. Il conducente del veicolo, visto la strada ostruita, ha innestato la retromarcia a velocità sostenuta, andando ad impattare contro un’autovettura parcheggiata nelle vicinanze e, con un testacoda, danneggiando altre due autovetture in sosta, prima di porre fine alla fuga trovandosi la strada sbarrata da una gazzella.

I tre, allora, hanno tentato di guadagnarsi l’impunità con la fuga a piedi nella campagna circostante, ma non hanno fatto i conti con altri militari dell’Arma, opportunamente nascosti nei cespugli adiacenti la sede stradale, i quali, usciti allo scoperto, prontamente li hanno bloccati, scrivendo così la parola fine a dei furti che hanno creato non pochi danni ai malcapitati. L’operazione ha consentito di recuperare, oltre all’auto, risultata asportata mesi addietro ed usata per compiere razzie, una piastra di acciaio collocata dietro i sedili posteriori, numerosi attrezzi utilizzati per compiere furti di autovetture tra cui: 21 centraline con codice identificativo abraso, 5 volanti completi di canna, 2 quadranti conta chilometri e 53 ganci da traino di auto varie marche. I tre erano in possesso anche di un inibitore di frequenze tipo jammer, utilizzato per schermare le onde elettromagnetiche create da telefoni cellulari ed apparecchiature radiotrasmittenti, con cui inibivano anche le comunicazioni radio delle Forze di Polizia. Su disposizione dell’A.G. gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Trani.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati