Manfredonia
In tre gare giocate è stato conquistato un solo punto in tre incontri

Calcio a 5, la Futsal Donia per la prima vittoria casalinga

L’avversaria è alla portata, si può, si deve fare, e lo si deve soprattutto in favore di quelli che ci hanno sempre creduto

Di:

Manfredonia. Ma, la vogliamo vincere questa prima partita casalinga? No! Non è possibile! Sono passate sette giornate, la Futsal Donia su quattro esterne ne ha vinte tre, mentre in casa il piatto piange. In tre gare giocate è stato conquistato un solo punto in tre incontri che ancora gridano, vendetta! Tre giornate casalinghe in cui la Futsal Donia non ha perso per esclusivo demerito, ma per una serie di ingiustizie che sono state ampiamente descritte e raccontate nei precedenti comunicati stampa.

E adesso, dopo un mese e mezzo dall’inizio del campionato, capita finalmente l’occasione ghiotta per puntare direttamente al risultato pieno, ai tre punti casalinghi che mancano per davvero da un bel pezzo e che possono e debbono essere conquistati in un presente in cui la Futsal Dinia è a quota dieci punti, tre in più dell’avversaria di turno, quella Trulli e Grotte, a 7 lunghezze, che quest’oggi alle 16 al PalaScaloria, volente o nolente, dovrà immolarsi sull’altare del sacrificio. Ed è chiaro, come sempre, che la Futsal Donia, concentratissima in settimana in fase di preparazione, ha ormai come unico e necessario obiettivo, quello di sfoderare la prestazione perfetta per far tornare il sereno in un ambiente casalingo che, invece, è stato lautamente premiato con tre vittorie esterne, conquistate alla grande da un gruppo che, pur vincendo di misura sul terreno della Diaz, ha ampiamente manifestato tutto il suo spessore e la sua forza.

Forza e combattività che verranno messe in campo oggi pomeriggio alle 16 alla presenza dei nostri impagabili tifosi, sempre pronti ad accorrere, quando scende in campo la Futsal Donia. E già lo sentiamo il coro che tutti vorrebbero cantare e intonare, quel “…mi diverto solo se…a giocare è la Futsal Donia.

E se il desiderio più grande è quello di divertirsi, non dobbiamo dimenticare la capacità di offrire grandi e speciali prestazioni da parte dei nostri calciatori, pronti come non mai per festeggiare quella vittoria che tanto è ambita e tanto, tantissimo desiderata. E se i sogni son desideri, basta sintonizzare i propri orologi quest’oggi alle 16 ( le quattro del pomeriggio) con la frequenza d’onda del Palazzetto dello Sport di via Scaloria, con la direttrice di marcia rivolta verso il segno della vittoria, perché, diciamolo, è pur vero che è ancor più saporita se desiderata, ma è saporita perché manca dalla stagione scorsa, è saporita perché fa tornare l’entusiasmo, è saporita perché la vittoria, nello sport, è la più salvifica medicina che esista, il mezzo più importante per soddisfare quel bisogno primario, che è dato dalla ambizione di prevalere.

L’avversaria è alla portata, si può, si deve fare, e lo si deve soprattutto in favore di quelli che ci hanno sempre creduto, quelli che sono sempre presenti e che soffrono, ridono gioiscono quando si scende in campo, quando, come quest’oggi alle 16 al PalaScaloria vanno sulle tavole i nostri beniamini per affrontare la Trulli e Grotte, per giocare una partita che ha un solo, unico, più che legittimo obiettivo: Vincere!

E si vince quest’oggi, si vince partendo dalle 16, si vince dagli spalti del PalaScaloria di Manfredonia…si vince, perché questa vittoria, è quello che desideriamo.

Manfredonia, 29.10.2016 – Settore Comunicazione-Futsal Donia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati