Foggia
"Rispetto all'inizio, i miei ragazzi sono in netta crescita sotto tutti i punti di vista"

Stroppa: “Lecce – Foggia, sarà un derby da Serie A”

"Il Lecce non a caso è capolista con noi, gioca a calcio, si muove bene in campo"

Di:

Foggia. Febbre da derby anche in casa Foggia. A poco più di quarantotto ore dalla sfida del “Via del Mare” con il Lecce, che potrà dire molto sul prosieguo del campionato, mister Stroppa parla della situazione dei Satanelli in conferenza stampa.

Gara da ben altre categorie, questo il pensiero del tecnico lombardo: “Sarà una partita bellissima ed importantissima, in cui si affronteranno due squadre che hanno esposto i loro obiettivi: è un derby da Serie A. Si tratta di due società forti e serie, non c’entriamo niente con questa categoria, basti pensare allo stadio pieno che vediamo ogni domenica allo stadio; comunque siamo ancora all’undicesima giornata, la strada è ancora lunga. Formazione? Ne ho in testa una in particolare. Il fatto di poter cambiare è dettato dalla condizione psico-fisica dei miei ragazzi e non dall’avversario, ovviamente giocherà chi mi darà di più. In difesa ci sono state vicissitudini che mi hanno costretto a fare delle scelte, ma ho 4 difensori centrali eccezionali e non ci sono gerarchie. Sarno? Ha ripreso ad allenarsi e rientra tra i disponibili, non sta però alla pari degli altri come condizione. La squadra comunque l’ho vista molto bene, sono soddisfatto, ma c’è sempre tanto da migliorare; ci sarà massimo impegno e consapevolezza che si va a fare una partita come le altre, ma in contraddittorio diversa dalle altre. Ho una squadra completa in tutti i reparti,” – dice – “nelle prime partite chi subentrava è sempre stato fondamentale nel dare il giusto apporto: si vince tutti insieme, non solo chi fa l’assist o segna; io credo che l’allenatore, la società, il gruppo e lo spogliatoio, se si sentono importanti e protagonisti, siano un valore aggiunto. Non ci si può affidare solo ad 11 giocatori in un campionato così lungo, qui ci sono 25 giocatori titolari. La nostra forza non è il singolo ma il collettivo”.

Uno sguardo poi ai salentini ed allo spettacolo previsto sugli spalti: “Il Lecce è forte in tutti i reparti. È una squadra che gioca a calcio e sa fare bene entrambe le fasi, hanno forza e qualità tecnica. Mi piacciono molto le loro mezzali oltre che i loro tre attaccanti che sono di categoria superiore. Tanto pubblico al “Via del Mare”? Credo che uno stadio così pieno metta forze e non le tolga, poi avremmo anche molti tifosi al seguito, quasi mille. La partita stessa ti porta ad avere una concentrazione tale da non sbagliare l’approccio”.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 29.10.2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati