CapitanataFoggiaSan Severo
"Il Tribunale ha dato ragione al dott. Antonio Di Biase e all'Asl di Foggia"

Sanitaservice, Santo Mangia “L’IVA non si paga”


Di:

Foggia. ”La notizia è di poche ore fa. Il Tribunale ha dato ragione al dott. Antonio Di Biase (ex Amministratore Unico di Sanitaservice ASLFG) e alla ASL FG in merito al contezioso sorto con l’Agenzia delle Entrate sul pagamento (o meno) dell’Iva sui servizi che la stessa Sanitaservice “offriva” (ed offre) al suo socio unico (la ASLFG). Una notizia che per molti potrebbe essere considerata “rivoluzionaria” non per chi come l’USB ha sempre sposato l’idea che quei servizi non devono pagare l’IVA e, per questo, ha sempre supportato l’iniziativa del dott. Di Biase (che, ancora una volta, si è dimostrato un professionista capace come pochi di andare controcorrente sapendo che la ragione era dalla sua parte).

E ora?

Innanzitutto dovrebbero chiedere scusa al dott. Di Biase quanti (e sono molti), per questa storia, lo hanno denigrato mettendo in dubbio le sue capacità e la sua onestà professionale ma sappiamo che molti di questi personaggi (soprattutto politici) non lo faranno mai perché sono stati (da sempre) contro le internalizzazioni e le Sanitaservice. Questa bella notizia deve, ora, far riflettere anche quanti continuano ad insistere sulla creazione della società unica regionale che incorpori le 7 società in house pugliesi in quanto quello che è avvenuto è l’ennesima dimostrazione che se una società pubblica viene gestita da professionisti competenti i risparmi per la collettività possono essere notevoli (si calcola che l’agenzia delle entrate debba ridare indietro a Sanitaservice ASLFG oltre 8 milioni di euro). Oggi abbiamo la certezza che questi servizi costano molto meno anche rispetto a quelli forniti da aziende che hanno vinto bandi CONSIP e stiamo parlando di un risparmio medio intorno al 22% (che calcolato su milioni di euro è un risparmio notevole per le tasche dei Cittadini pugliesi) e, per questo, come abbiamo sempre detto e chiesto, insisteremo con il Presidente Emiliano a che si riprenda il percorso di internalizzare, su tutto il territorio regionale, altri servizi a cominciare dal 118.

Ora scuse non ce ne sono piu. I Lavoratori della USB ( ma credo tutti I Lavoratori delle Sanitaservice pugliesi) nostro tramite, ringraziano il dott. Antonio di Biase per quanto fatto e per la tenacia con la quale ha portato avanti un progetto che ha migliorato le condizioni di vita e di lavoro di migliaia di Lavoratori”.

L’esecutivo USB – Mangia Santo

Sanitaservice, Santo Mangia “L’IVA non si paga” ultima modifica: 2017-10-29T11:52:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Redazione

    Comunicato stampa del consigliere regionale di Sinistra Italiana Mino
    Borraccino

    Vicenda Iva non versata Sanitaservice Asl di Foggia

    Sulla paventata idea di accorpare le sette Sanitaservice pugliesi in
    un’unica gestione Sinistra Italiana ha sempre mostrato profondo
    scetticismo. La vicenda dell’Iva non versata da parte della sede di Foggia,
    che era stata chiamata in causa per giustificare la vicenda giuridica
    legata all’affidamento in house,ora è stata dipanata. Con sentenza
    esecutiva il Tribunale di Foggia ha stabilito che l’Erario deve restituire
    a Sanitaservice della Asl di Foggia 8,7 milioni di euro di Iva versata
    ma non dovuta.

    Istituite nel 2008 queste società occupano attualmente circa 5.000
    lavoratori, impegnati in varie mansioni, pulizie, portierato, logistica,
    ausiliariato, call center. Grazie all’internalizzazione, le Sanitaservice
    pugliesi hanno garantito in questi anni consistenti risparmi di spesa nella
    gestione dei servizi strumentali e grazie alla loro istituzione è stato
    possibile riportare ordine e correttezza nella precedente babele di
    affidamenti spesso opachi. Non essendo soggetti passivi di Iva dunque le
    Sanitaservice si rafforzano e non hanno motivo di trasformarsi.
    Ce lo aspettavamo, contrariamente a chi aveva utilizzato fatti meramente
    aziendali per giocare politicamente sulla pelle dei lavoratori delle
    Sanitaservice. Tutto ciò avrebbe nociuto alla Sanità pugliese, poichè era
    chiaro l’ intento di riconsegnare i servizi strumentali nelle mani dei
    privati. Sinistra Italiana esprime soddisfazione per questo risultato e si
    augura possano seguire notizie rassicuranti per la vasta platea di
    lavoratori pugliesi impiegati da anni presso le nostra ASL.

    A noi preme la qualità dei servizi che le Sanitaservice hanno offerto con
    responsabilità, consentendo risparmi di spesa per le tasche regionali. Ora
    il vantaggio sul mercato dei servizi strumentali affidati alle
    Sanitaservice cresce di 22 punti percentuali, cioè il risparmio per le Asl
    si accresce del 22% .

    Altro che buco di 40 milioni!

    Ora non ci sono più alibi!

    Le Asl della Puglia la smettano di affidare servizi strumentali all’esterno
    ed utilizzino al meglio questa gestione preziosa non solo per il
    risparmio ma anche una questione di giustizia ed equità sociale nei
    confronti dei lavoratori. Occorre ridare dignità al lavoro strappandolo
    da odiose forme di sfruttamento.

    Mino Borraccino

    Sinistra Italiana


  • Miclo

    Infatti le asl devono smettere di affidare servizi all esterno perche sanitaservice deve raccattare innanzi ai vari bar altissime professionalita ( a chi puo portare piu voti ovviamente ) se poi un autista di ambulanza cerca il freno a mano a destra e non trovandolo crede che sia automatico, quella è un altra storia……


  • elettore

    Le Sanità service servono solo ad assumere senza concorso personaggi da circo e delinquenti e a portare voti. Punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi