Lavoro

Retrocedendi, Vendola invitato da C.R. a prendere contatti con Governo regionale


Di:

Nichi Vendola alla festa di Sinistra Ecologia e Liberta'

Bari – SCONGIURARE il rischio della paralisi amministrativa della Regione Puglia e nel contempo rappresentare al Ministro della Funzione pubblica la particolare situazione dei dipendenti interessati alle procedure di retrocessione, evitando che dopo 12 anni, possa essere lese le loro posizioni soggettive “nonostante il legittimo affidamento consolidatosi in loro favore”. Sono questi i due punti dell’ordine del giorno approvato dal Consiglio regionale all’unanimità con cui il Presidente Vendola viene invitato a prendere contatti con il Governo nazionale “al fine di concordare le opportune soluzioni per evitare che la situazione determinatasi nella Regione Puglia per effetto della legge n.111/2011 (che impone l’applicazione di tutte le sentenze della Corte Costituzionale) e della sentenza n. 354/2010 della Corte Costituzionale (che ha eccepito la mancata riserva all’esterno del 50% dei posti disponibili nel concorso svolto nel 1998 per accedere al livello superiore da parte dei 561 dipendenti regionali interessati), porti alla paralisi amministrativa della Regione. Il consiglio, inoltre, invita il Governo regionale a procedere alla ricognizione delle singole posizioni giuridiche degli interessati, “nonché a valutare i pareri legali inviati dal personale regionale e l’emergente orientamento giurisprudenziale formatosi” in merito alla citata legge n. 111/2011.


Retrocessioni, Palese (PdL): “Con approvazione odg via al primo dei tre punti per risolvere la questione”.
“Con l’approvazione unanime da parte del Consiglio regionale dell’ordine del giorno che delega ed impegna il Presidente Vendola a portare la questione all’attenzione del Governo nazionale, abbiamo istituzionalizzato in modo bipartisan il primo dei tre punti fermi messi ieri nell’incontro con i parlamentari di centrodestra e centrosinistra, per giungere speriamo presto ad una soluzione definitiva per i circa 600 dipendenti regionali in via di retrocessione”. Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese. “Ci auguriamo – aggiunge – che quanto prima anche gli altri due punti trovino applicazione con l’integrazione istruttoria, da parte del Dirigente responsabile, rispetto alle controdeduzioni dei dipendenti interessati e l’elaborazione di una soluzione normativa nazionale da parte del Tavolo di lavoro nato ieri”. “In questo modo, come sancito dall’ordine del giorno – conclude Palese – riusciremo a tutelare sia i diritti acquisiti e la dignità dei lavoratori, sia il corretto funzionamento della macchina regionale, mettendo anche al riparo la Regione da ogni possibile ed imponderabile aggravio di spesa per contenziosi”.


Incontro con i giornalisti sui “retrocessi”: una precisazione di Introna.
In merito all’incontro con i giornalisti al termine della riunione con i parlamentari, i capigruppo e i sindacati sulle retrocessioni di personale di fascia D, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna osserva che la nota di servizio diffusa per consentire alla stampa di seguire l’evento, nel segnalare la natura riservata del confronto (“a porte chiuse”) rendeva noto, inoltre, che lo stesso presidente avrebbe “incontrato la stampa” al termine. Cosa che è regolarmente avvenuta, per mettere gli operatori dell’informazione al corrente dell’esito di un appuntamento molto atteso. Le comunicazioni relative sono state fornite quando i giornalisti e i fotocineoperatori sono stati ammessi nell’Aula consiliare ed hanno potuto ascoltare dal presidente Vendola una sintesi dei contenuti della riunione appena conclusa.
Esaurita la ricostruzione, il presidente della Regione, il presidente Introna e numerosi parlamentari e consiglieri regionali hanno raggiunto i banchi della stampa, soffermandosi a parlare con i giornalisti, compresi i redattori dei quotidiani a maggiore diffusione, che hanno a lungo conversato e scambiato pareri e chiesto precisazioni. Tutto è avvenuto sotto i flash di numerosi fotografi ed è stato documentato dalle riprese di numerose emittenti. Non c’era né è stata affermata alcuna volontà di sottrarsi a domande e se di “conferenza stampa” si è di fatto trattato (anche se non convocata come tale) si è sviluppata come un incontro con i giornalisti di carattere informale, svolto sul momento e in maniera irrituale.
Resta la considerazione che mai i protagonisti dell’incontro hanno pensato di sottrarsi ad una doverosa e compiuta informazione, come in effetti è stato, nell’interesse più volte ribadito di personale essenziale al funzionamento della macchina amministrativa”.


Redazione Stato

Retrocedendi, Vendola invitato da C.R. a prendere contatti con Governo regionale ultima modifica: 2011-11-29T19:38:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi