Foggia
La Provincia provvederà a riformulare le convenzioni con la Promodaunia

Musei. Piacquaddio “Trovare presto una soluzione definitiva”

Sospiro di sollievo per i 30 lavoratori dei musei, dell’infopoint e dell’osservatorio turistico della Provincia

Di:

Foggia. ”Grande soddisfazione per la continuità occupazionale garantita ai 30 lavoratori impegnati nella gestione dei musei, dell’infopoint e dell’osservatorio turistico della Provincia di Foggia, viene espressa dal segretario generale della Fisascat Cisl di Foggia e Nord Barese, Leonardo Piacquaddio. “Per questi 30 lavoratori e lavoratrici, la situazione si era piuttosto complicata – ricorda il sindacalista – a seguito della procedura di eccedenza del personale (D. Lgs del 19/08/2016 n. 175 ex art. 25) che la società Promodaunia aveva attivato l’11 novembre 2016, gettando tutti nello sconforto per la possibile interruzione dei rapporti di lavoro a partire dal 30 novembre. Ciò nonostante, grazie all’interazione tra sindacato e Istituzioni e al coinvolgimento della Regione, intervenuta con uno stanziamento di 147mila euro, siamo riusciti a garantire, fino al 31 gennaio, la prosecuzione delle attività museali della Provincia, in attesa di definire quanto prima il riordino complessivo delle competenze dei musei.

Tale ‘soluzione ponte’, ottenuta grazie alla sensibilità degli Assessori Regionali, Sebastiano Leo, Raffaele Piemontese e Loredana Capone, ha consentito di riaffermare la necessità di continuare a tenere aperte le strutture museali e le relative attività collegate, ed ha consentito altresì di garantire il mantenimento occupazionale degli operatori della cultura dell’Ente Provincia. Nell’incontro istituzionale del 21 novembre scorso, è stato inoltre indicato l’1 dicembre 2016 quale data per la riapertura delle strutture museali. Tuttavia tale soluzione ‘tampone’ per la continuità occupazionale, non è avulsa da preoccupazioni per il dopo 31 gennaio 2017, data entro la quale bisogna assolutamente individuare una soluzione definitiva, al fine di evitare qualsiasi rischio d’interruzione, auspicando nel positivo esito del chiarimento che la Regione avrà con il Ministero dei Beni Culturali sulla normativa (DPCM del 24/09/2014) secondo cui le competenze delle attività museali e del relativo patrimonio dovrebbero ricadere in capo al Dicastero del MIBAC.

A breve, la Provincia provvederà a riformulare le convenzioni con la Promodaunia e si è impegnata, di concerto con il sindacato, ad attivarsi entro la prima decade di dicembre, al fine di favorire un corretto percorso burocratico-amministrativo. Riteniamo – conclude Piacquaddio – che questi lavoratori rappresentino un grande patrimonio professionale per il settore della cultura e del turismo, ai quali deve essere garantita la giusta serenità occupazionale, anche al fine di permettere alla nostra Provincia di dare risposte, serie e qualificate, alla richiesta di cultura dei cittadini e dei turisti che si affacciano sul nostro territorio, già privato di tante altre attività economiche. La Fisascat CISL, unitamente alla CGIL e UIL di categoria, vigileranno in maniera propositiva al fine di giungere alla risoluzione definitiva della vertenza in tempi brevissimi, per il bene dei propri rappresentati e di tutta la collettività””.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati