Manfredonia
Percorso di educazione alimentare che mette al primo posto il benessere delle persone

‘Mangiar saggio’ al Centro Diurno “Alda Merini” (ft)

Il Mangiar Saggio aiuta a stare bene con gli altri ed aiuta la salute sia a livello metabolico sia a livello psicoemozionale per i gradevoli sapori che ne derivano dal recupero di una alimentazione tradizionale mediterranea e vicino ai ritmi della natura

Di:

Manfredonia – IN tanti in questi giorni si stanno organizzando per il cenone di fine anno, proprio quando il Centro Alda Merini ha sperimentato un nuovo menù ideato nel laboratorio di cucina “Green Style”.

Gli operatori del centro hanno effettuato un percorso di educazione alimentare che mette al primo posto il benessere delle persone. L’alimentazione è stata orientata con la scelta di prodotti di agricoltura biologica e prodotti direttamente coltivati dai ragazzi che si occupano del progetto orticoltura. E’ quindi prevalsa l’idea del mangiar sano e saggio, secondo i canoni della alimentazione vegetariana-integrale e vegana.

Anche durante i periodi festivi si possono dunque seguire le pratiche del buon mangiare senza prendere molte calorie e grassi, fonti di possibili danni per la salute. “Siamo convinti – dice il responsabile del Centro dr. Michele Grossi – che qualsiasi patologia può essere curata non solo con i farmaci, ma anche con idonei stili di vita e con il coinvolgimento attivo delle persone ai percorsi terapeutico-riabilitativi. Sono noti gli effetti dell’alimentazione vegetariana e vegana sulla salute e sul benessere delle persone che aumenta il benessere fisico e riduce la quantità di farmaci. L’alimentazione in prevalenza vegetariana aiuta a mantenere giovani le persone, disintossica l’organismo aiutandolo verso un buon equilibrio psicoemozionale per i contenuti di sostanze antiossidanti e gli oligolementi che non vanno persi con l’utilizzo dell’alimentazione integrale-vegetariana di origine bio. Questa esperienza ha prodotto nelle persone che hanno partecipato al progetto una consapevolezza maggiore nel tipo di alimentazione sia riducendo la quantita’ di cibo, sia migliorando la scelta degli alimenti nello stile giornaliero, con miglioramento della salute”.

LE RICETTE. A tal proposito facciamo seguire alcune ricette del percorso “Green Style”, che sono state sperimentate nel laboratorio dell’alimentazione al centro Alda Merini:

RICETTA DELL’ARROSTO VEGETALE
Dosi per quattro persone (un paio di fettine per ognuno, come gli arrosti di carne)
100 grammi di lenticchie
100 grammi di pane bianco
100 grammi di latte
1 cipolla
1 uovo
20 grammi circa di pane grattugiato
100 grammi di noci sgusciate
50 grammi di parmigiano grattugiato
Una idea di noce moscata
Sale
Burro (o olio)
Salsa di pomodoro (dai pelati come al solito, con la cipolla tritata, qualche foglia di alloro fresco)

Procedimento:
Scolare le lenticchie cotte ( a bagno la sera e poi lessate) oppure prendere quelle già lessate. Passare le lenticchie e aggiungere il pane raffermo ammorbidito nel latte e nella salsa e la cipolla tritata sottilmente. Unire all’impasto l’uovo, il pane grattugiato e il formaggio grattugiato, le noci tritate e un poco di sale e una e un poco di noce moscata in polvere.

Dare a questo impasto la forma di un polpettone (come gli arrosti arrotolati di carne, non molto grossi). Mettere il polpettone in una teglia unta di olio. Cuocere a fuoco lento nel forno (150° C circa). Mettere sulla superficie del polpettone un rametto di rosmarino e ungere una o due volte il polpettone con qualche fiocchetto di burro (oppure di olio). A parte si prepara una salsa di pomodori (con cipolla tritata, con qualche foglia di alloro) e si mette sopra il polpettone tagliato a fette.

PANCOTTO CON LE ERBE MISCHIATE
Dosi per 6 persone (assaggi)
1 kg di erbe mischiate ( sono sufficienti anche le cicorielle di campo con le bietoline e magari qualche altra erba).
2 Due cucchiai di formaggio pecorino grattugiato.
3 Aglio, 1 spicchio
4 5-6 pomodorini maturi e rossi
5 2-3 foglie di alloro
6 Olio extravergine di oliva
7 Olive violate in salamoia ( da servire a parte)
8 Pane raffermo tipo monte 300 grammi

PROCEDIMENTO
Si lessano le erbe e dopo averle lessate si cambia l’acqua aggiungendo acqua fredda fino a coprirle di mezzo dito. L’indomani in una pentola si fa imbiondire l’aglio e poi si aggiungono i pomodorini e quindi le foglie di alloro fresco spezzate a metà e un ½ litro circa della stessa acqua delle verdure. Si fa cuocere questo sughetto per almeno per 15- minuti e quindi si versano le verdure dopo averle scolate bene.
Si fanno amalgamare verdure e sughetto per almeno 10 minuti, quindi si aggiunge il pane a tocchetti e due cucchiai di formaggio pecorino grattugiato.

Si lascia amalgamare il tutto per almeno 5 minuti (se è troppo sugoso si concentra ancora un poco). Si assaggia per il sale. Si serve anche tiepido servendo a parte le olive violate in salamoia.

Il Mangiar Saggio aiuta a stare bene con gli altri ed aiuta la salute sia a livello metabolico sia a livello psicoemozionale per i gradevoli sapori che ne derivano dal recupero di una alimentazione tradizionale mediterranea e vicino ai ritmi della natura.

MENU’ DI NATALE IL MANGIAR SAGGIO

(A cura di Benedetto Monaco – benedetto.monaco@gmail.com)

FOTOGALLERY BENEDETTO MONACO

Redazione Stato@riproduzioneriservata

‘Mangiar saggio’ al Centro Diurno “Alda Merini” (ft) ultima modifica: 2014-12-29T00:09:31+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • aldo caroleo

    Sono contento che le mie ricette suggerite siano state preparate nel migliore dei modi dal gruppo che ho intrattenuto.
    A tutti un augurio di un buon anno 2015.
    aldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi