BAT

Sanità, Aloisi: “Protesta otorini è campanello d’allarme”

Di:

Bari – “L’AVEVAMO detto, ridetto e strillato, ma la Giunta non ha voluto ascoltarci, troppo presa dal virus dell’auto-referenzialità: l’ampliamento delle prestazioni erogabili in day service è una strada corretta da seguire, ma serviva concertazione. Oggi protestano gli otorini, perché le tonsille non si possono asportare in via ambulatoriale, ma sicuramente ci saranno altri casi e questo rappresenta un campanello d’allarme”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Aldo Aloisi.

“Sono i frutti di una politica molto attenta a risparmiare sulla pelle dei cittadini – aggiunge – ma sempre pronta a sperperare i loro soldi quando si tratta di sprechi e clientelismi. La sanità non può essere amministrata in modo puramente ragionieristico perché vengono penalizzati i bisogni e le necessità. La delibera sulle prestazioni in day service andava concordata con gli operatori e doveva essere il prodotto di una fase di confronto aperto e concreto. Sel e Pd, però, -conclude- hanno preferito chiudersi nelle segrete stanze e così hanno partorito un sistema pericoloso per la salute e la sicurezza dei cittadini e la serenità dei medici e operatori tutti. Chiederemo l’ audizione in Commissione dell’assessore Pentassuglia e dei rappresentanti degli ordini dei Medici e dell’associazione Sio per approfondire la questione”.

Redazione Stato

Sanità, Aloisi: “Protesta otorini è campanello d’allarme” ultima modifica: 2014-12-29T16:27:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi