Stato prima
Incendio a largo di Valona

Traghetto in fiamme: 49 naufraghi a Bari

"Ho visto quattro persone morte, con i miei occhi, sono sicurissimo, erano davanti a me". Lo ha detto ai giornalisti un uomo di nazionalità turca, appena sceso dalla nave mercantile che lo ha portato, insieme con altri 48 naufraghi del traghetto Norman Atlantic, nel porto di Bari

Di:

(ANSA) – BARI, 29 DIC – E’ arrivata nel porto di Bari la nave mercantile Spirit of Piraeus battente bandiera Singapore con 49 naufraghi del traghetto Norman Atlantic, che ha subito un incendio a largo di Valona. L’imbarcazione è attraccata al molo 11 del porto dove è sono cominciate le operazioni di soccorso. A bordo anche 5 cittadini italiani, 25 greci, 5 georgiani, 2 iracheni, un canadese, 2 tedeschi, 2 siriani, 3 turchi, 2 albanesi e 2 cittadini afgani clandestini.Tra loro anche 4 bambini.

(ANSA) – BARI, 29 DIC – “Ho visto quattro persone morte, con i miei occhi, sono sicurissimo, erano davanti a me”. Lo ha detto ai giornalisti un uomo di nazionalità turca, appena sceso dalla nave mercantile che lo ha portato, insieme con altri 48 naufraghi del traghetto Norman Atlantic, nel porto di Bari.

Traghetto in fiamme: 49 naufraghi a Bari ultima modifica: 2014-12-29T11:04:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Comunicato Codacons

    TRAGHETTO IN FIAMME: CODACONS CHIEDE A PROCURA DI INDAGARE AUTORITA’ PORTUALI E RINA

    PER CONCORSO IN NAUFRAGIO. LA NAVE NON DOVEVA PARTIRE. ASSOCIAZIONE PRONTA A RAFFICA DI AZIONI RISARCITORIE IN FAVORE DEI PASSEGGERI

    La Procura di Bari deve indagare le autorità portuali italiane e il Rina, il Registro navale italiano, per concorso nel naufragio della Norman Atlantic. Lo chiede il Codacons, che sta preparando una apposita istanza ai magistrati pugliesi che hanno aperto una inchiesta sull’incidente di ieri.

    E’ necessario accertare come mai l’imbarcazione, nonostante i numerosi problemi emersi durante i controlli, abbia continuato a navigare – spiega l’associazione – In base a quanto pubblicato in queste ore, infatti, dalle ispezioni eseguite sulla nave sarebbero emerse gravi criticità, come il malfunzionamento delle porte tagliafuoco, carenza dei dispositivi life salving, carenza delle porte stagne, ecc. Solo alcuni dei problemi riscontrati sarebbero stati sanati, e nonostante ciò il traghetto ha continuato a trasportare passeggeri, con evidenti rischi per la sicurezza degli utenti.

    La Procura deve verificare se chi ha permesso alla Norman Atlantic di operare abbia in qualche modo contribuito a determinare il naufragio, e se la sicurezza dei viaggiatori sia stata messa a rischio da eventuali omissioni o negligenze – afferma il Codacons – L’associazione offre intanto assistenza legale ai passeggeri del traghetto, al fine di avviare le dovute azioni risarcitorie nei confronti dei soggetti che saranno ritenuti responsabili dell’incidente.


  • Introna in porto a Bari: “auguri ai naufraghi, cordoglio per la vittima, complimenti ai soccorsi”

    Introna in porto a Bari: “auguri ai naufraghi, cordoglio per la vittima, complimenti ai soccorsi”

    BARI – “Un pensiero solidale ai passeggeri e al personale del traghetto Norman Atlantic e complimenti alla Marina Militare, alle Forze dell’Ordine coordinate dalla Prefettura, alle strutture sanitarie, alla Protezione civile e all’intera macchina dei soccorsi che si è attivata prontamente, per garantire la migliore assistenza ai naufraghi trasportati a Bari dalla portacontanier Spirit of Piraeus”. Il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna è stato al porto e ha verificato di persona “la prontezza della catena di solidarietà che ha offerto il soccorso sanitario e già nello scalo marittimo pugliese sta assicurando il massimo conforto ai passeggeri, grandi e piccoli, trasferiti nel capoluogo”.
    Il “grazie” del presidente del Consiglio regionale si estende a quanti stanno tuttora impegnandosi nel difficile intervento in mare, al largo di Valona, in condizione meteomarine difficili e con un freddo particolarmente intenso.
    L’auspicio di Introna è che il bilancio finale delle perdite e dei disagi, “sia pure comunque doloroso, possa mantenersi limitato e che per tutte le persone coinvolte, questo incidente possa diventare presto solo un brutto ricordo”. Alla famiglia della vittima accertata, il presidente rivolge il cordoglio del Consiglio regionale.


  • Il Generale Zukov

    Un grazie a tutti, in primis ai militari impegnati in questa missione di salvataggio davvero impegnativa e rischiosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi