FoggiaManfredonia

Amodeo “La sentenza della Consulta apre il dibattito sulla legge elettorale”


Di:

Foggia. ”La nuova legge elettorale (Italicum), voluta ed approvata dal Governo RENZI nel 2015, era stata impostata con lo scopo prevalente di assicurare una maggiore stabilità di governo al paese, da affidare alla lista di maggioranza relativa, che avesse raggiunto il 40% dei voti già al 1° turno elettorale, usufruendo di un premio di maggioranza che le avrebbe consentito di avere una rappresentanza parlamentare del 54%.

Nel caso nessuna lista avesse raggiunto al 1à turno il 40%, era previsto il turno di ballottaggio tra le prime due liste classificate.

Fin qui nulla da eccepire, al di là della condivisione o meno dell’articolazione di detta procedura elettorale, al fine di raggiungere l’obiettivo della maggiore stabilità governativa.

Quello invece che sembrava manifestamente incostituzionale ed inaccettabile di detta legge erano espressamente due punti:
1) Il blocco dei capilista dei 100 collegi elettorali, in cui veniva diviso tutto il territorio nazionale;
2) La possibilità di pluricandidatura per i singoli candidati, in un massimo di 10 collegi elettorali.

Il blocco dei capilista infatti si sarebbe tradotto in una manifesta riduzione della sovranità popolare nell’elezione dei suoi rappresentanti parlamentari, andando in contrasto evidente con l’art. 1 della Costituzione: AMODEO, presidente Moldaunia

Amodeo “La sentenza della Consulta apre il dibattito sulla legge elettorale” ultima modifica: 2017-01-30T08:22:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This