CronacaStato news
Nota stampa

Commissione d’inchiesta sulle infiltrazione mafiose nella PA in Regione

La Commissione ha deciso di rinviare alla prossima seduta la discussione generale sul punto e il successivo esame dell’articolato

Di:

Bari. ”Durante i lavori della settima Commissione consiliare, presieduta da Erio Congedo, è stata incardinata la proposta di legge a firma dei consiglieri regionali del Gruppo M5S relativa all’istituzione di una Commissione d’indagine e di inchiesta sul fenomeno eco-mafioso. Ad illustrare il provvedimento è stata la consigliera Rosa Barone che ha spiegato le finalità principali del progetto di legge dal punto di vista preventivo- repressivo, attribuendo alla Commissione funzioni di vigilanza affinché si eviti alcun tipo di legame o interferenza tra l’attività politico-amministrativa della Regione o Enti locali e le attività illecite delle organizzazioni criminali, con particolare attenzione per le materie ambientali e delle opere pubbliche e urbanistiche. I dati contenuti nella relazione annuale stilata da Legambiente nel 2014, che classificava la Puglia al primo posto in Italia per reati ambientali, hanno spinto i consiglieri del M5S ad attivarsi perché si procedesse all’istituzione di un organo consultivo della Regione le cui competenze consistono nel controllo sulle procedure e destinazione dei finanziamenti erogati, di affidamento e assegnazione degli appalti e nel prevenire e contrastare eventuali fenomeni di infiltrazione mafiosa.

La Commissione ha deciso di rinviare alla prossima seduta la discussione generale sul punto e il successivo esame dell’articolato. I proponenti si sono assunti l’impegno di programmare un tavolo tecnico per dare la possibilità agli altri commissari di approfondire l’argomento sotto l’aspetto normativo, al fine di produrre uno strumento condiviso e che possa rispondere pienamente agli obiettivi prefissi”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This