GarganoManfredonia
"#ASE continua a fare il proprio dovere, voi contribuite a farlo fare sempre meglio con la collaborazione e più consoni comportamenti" ‪

Post Pasquetta, ripristinata pulizia nella Pineta di Siponto

"Un vero e proprio oltraggio ad una zona che, grazie alla valorizzazione dei suoi beni storico-culturali, sta vivendo un momento d'importante rilancio d'immagine ed economico"


Di:

Manfredonia. “Il rispetto nasce dalla conoscenza, e la conoscenza richiede impegno, investimento, sforzo“. (Tiziano Terzani). Come si puó eloquentemente vedere da queste foto, una squadra di operatori ‪#‎ASE‬ dalle prime ore di questa mattina ha tempestivamente ripristinato la Pineta di Siponto (area che, come tutto il centro abitato del Comune di Manfredonia, era stata accuratamente pulita ed ordinata nei giorni precedenti) oggetto di indifferenza e totale assenza di senso civico da parte di cittadini e turisti delle festività pasquali. Un vero e proprio oltraggio ad una zona che, grazie alla valorizzazione dei suoi beni storico-culturali, sta vivendo un momento d’importante rilancio d’immagine ed economico. #ASE continua a fare il proprio dovere, voi contribuite a farlo fare sempre meglio con la collaborazione e più consoni comportamenti ‪#‎differenziamoci‬. (FONTE: Ase Manfredonia)

Post Pasquetta, ripristinata pulizia nella Pineta di Siponto ultima modifica: 2016-03-30T11:38:48+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • girolamo

    l’ASE deve fare il suo dovere e la pulizia della pineta è esclusivamente “fare il suo dovere” PERCHÉ PAGATA MILIONI DI EURO DAL COMUNE. E’ come dire che un postino, dopo la sua giornata di lavoro, facesse un comunicato stampa nel quale assumesse pose gloriose e eroiche per aver imbucato tutta la posta a lui consegnata e da consegnare….non parlate più di senso civico della popolazione perché il verde pubblico e la pulizia della città di Manfredonia è indecorosa e il cittadino medio si adegua a quello che vede….non scherzate con il fuoco e prendetevi le vostre GRANDISSIME responsabilità, NON SCARICATE LE VOSTRE MANCANZE GRAVI SULLA CITTADINANZA. E soprattutto FATE IL VOSTRO DOVERE PERCHE’ SIETE PAGATI CON SOLDI PUBBLICI DEI MANFREDONIANI.


  • Mariodoniano

    Cioè questi si vantano per aver fatto il loro lavoro???

    Non è che fate beneficenza, venite pagati per pulire, avete poco da vantarvi.


  • antonella

    È tutto sbagliato, si era annunciato presenza sul territorio, si sperava che tale presenza indicasse controlli e sanzioni amministrative per quanti sporcano, invece nulla, possibile che non si è in grado di prevedere un servizio di controllo per educare i tanti che trasformano in uno schifo questa citta?


  • Paolo

    Sono d’accordo con i concittadini che mi hanno proceduto, secondo me l’Ase sta un po’ esagerando con tutti questi annunci giornalieri…dimenticavo che il giornalista che scrive x l’Ase è pagato …Quindi deve guadagnarsi la pagnotta!!! E che dire degli stipendi dei dirigenti ….se non è così perché non pubblicate i redditi !!!!…Volevo ricordare a queste persone che i fondi per l’Ase vengono dai cittadini e moltissimi di loro non riescono ad arrivare neanche alla metà del mese, quindi fanno i salti mortali per pagare la tassa dei rifiuti!!! Cerchiamo di “riflettere” tutti!!!!!


  • AmicodelCardinale

    Chi controlla il controllore?!
    E’ entrata in vigore da circa un mese la legge che vieta di fumare in presenza di bambini, in auto con bambini a bordo e di gettare rifiuti e mozziconi di sigarette per strada. Ecco, ora provate a farvi un giro davanti alle scuole elementari all’ora di uscita. E i vigili sono spesso lì presenti per agevolare la viabilità e la sicurezza dei bambini. Mi chiedo perché non inizino a multare chi contravviene a questa nuova norma. Un monito per qualcuno sarebbe opportuno dato che, in barba a qualsiasi buon senso, affumicano i bimbi nelle auto e continuano a sporcare ovunque, questi trogloditi di genitori.
    Date un segnale!!!


  • Filippo5st

    noi pentastellati apriremo l’ase come una scatoletta di tonno


  • svolta

    All’incrocio di Piazza Bovio con la scuola Croce, il vigile li presente per poco non si faceva schiacciare i piedi da una macchina che andava controsenso…. e lui imperterrito non ha fatto nulla, non ha fischiato, non ha preso il n. della targa… nulla… come se non ci fosse.


  • Luca

    x Filippo5st,
    La scatola di tonno? Non siete riusciti a tirarla fuori dall’involucro di cartone.
    Non siete stati capaci di avere la lista dei 35 “innominati” e umiliati pure dal sindaco che vi ha detto che ve la dava lui!


  • Luca

    Scuola Don Milani, nell’atrio antistante l’ingresso bottiglie ed erbacce da prima di Pasqua. Sempre le stesse.


  • Raffaele Vairo

    Può sembrare banale dirlo ma il segreto della pulizia e quello di non sporcare. Purtroppo è vero, il senso civico di tanti sul problema in argomento lascia molto a desiderare…
    Riguardo poi all’applicazione di multe per comportamenti non urbani mi piace ricordare un vecchio adagio: “una norma senza una sanzione è una campana senza battaglio”.


  • Filippo5st

    per Luca Noi siamo in minoranza al comune


  • chi ama siponto non sporca

    Ma le guardie ambientali, la protezione civile e tutti gli altri che possono multare dove sono? Sono anni che lo spettacolo di ripete IDENTICO a Siponto alla Pasquetta, il 25 Aprile e il I Maggio. ANNI E ANNI di sporcizia costanti. Ora l’ASE è nata ieri? Gli amministratori sono nati ieri? Le guardie ambientali sono nate ieri?
    Spero con che la prossima volta vadano a sporcare la nuova opera da tre soldi…forse qualcuno si sveglierà dal torpore primaverile


  • Luca

    Filippo due messaggi prima eri in maggioranza? Prima dici che aprirete l’Ase come una scatola di tonno e poi ti ricordi di essere minoranza?
    Comunque non è difficile, anche la minoranza può accedere agli atti. Mi pare che il sindaco ve lo ha detto in consiglio. O che non ci siano vostri parenti in mezzo?


  • Antonello Scarlatella

    Sorrido sui 5 stelle. Oltre cio’ nn posso fare considerando che sono un loro elettore. Effettivamente forse riusciranno a fare uscire la scatola di tonno dall’involucro ma oltre non andranno.
    Filippo in politica una rondine puo’ far primavera. Non serve avere la maggioranza. Quando poi scrivi che siete una minoranza, giustifichi dietro la minoranza il vostro totale fallimento nella citta’ sipontina.
    Ase sta facendo un ottimo lavoro. Sono stato da loro per i fustini della differenziata. Educazione e professionalita’ al top di gamma.
    Vorrei altresi’ ricordare che per lavoro conosco molte municipalizzate in Italia. L’Ase e’ tra le poche ad essere in bonis economicamente.
    Sono d’accordo che bisogna applicare pesanti sanzioni al fine di educare la cittadinanza ad essere piu’ civili. Al tempo stesso non basta la sanzione se non cambiamo il nostro cervello. All mattina alle 6 andate in villa o sul lungomare, o nei pressi di altre piazze per vedere come i nostri cari concittadini fanno beatamente cacare i loro cani senza raccogliere la merda con la paletta.
    Purtroppo a noi Manfredoniani, piu’ che una multa, serve un vigile urbano a persona che controlli la nostra incivilta’ e magari non ci sanzioni per il tramite di un blocchetto di carta, ma con un bel nervo da pastore e a calci nel culo.


  • antonella

    Manfredonia è una bella città con cittadini inconsapevoli e amministratori colpevoli, si passa da un inaugurazione all’ altra giusto per fare passerella politica, in realtà la città langue, il verde pubblico ormai può definirsi un pezzo di africa in giardino, le strade sono delle vere gruviere fatte di buchi enormi e dossi pericolosissimi, ora l’ ase ci
    racconta la favola della pulizia celere,
    sono anni che paghiamo un botto di
    tassa sui rifiuti e ancora oggi vediamo
    qualche strada pulita, per non parlare della differenziata, su cui è meglio stendere un velo pietosissimo, se non ci caricano di tasse ci caricano di responsabilità per cui se ti distrai un attimo la multa sarà anche peggio della tassa stessa, bello amministrare cosi, chi amministra si prende solo gli onori di inaugurare questo e quello, ma gli oneri sono tutti degli ignari cittadini.
    la politica che genera se stessa, non permette mai cheun amministratore paghi per i suoi misfatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi