Foggia
"Vale la pena ricordare – fa sapere il primo cittadino – che proveniamo da una gestione delle discariche alquanto superficiale"

Foggia, ok aliquote IMU, TASI e TARI

"Il Comune di Foggia è sottoposto, per quanto attiene alla misura delle aliquote e delle tariffe dei propri tributi – spiega l’assessore –, ad imprescindibili vincoli di legge"

Di:

Foggia. «Le aliquote, le detrazioni e le tariffe proposte nella deliberazione 101 de 22 aprile 2016, stante l’esenzione ai fini TASI dell’abitazione principale, consentono ai contribuenti foggiani di registrare un calo generale della pressione fiscale». È quanto dichiara l’assessore al Bilancio del Comune di Foggia, Annarita Tucci, sull’approvazione della IUC avvenuta nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. «Essendo stato ammesso al decreto Salva Enti, il Comune di Foggia è sottoposto, per quanto attiene alla misura delle aliquote e delle tariffe dei propri tributi – spiega l’assessore –, ad imprescindibili vincoli di legge ed a rigorosi controlli da parte della magistratura contabile che non consentono spazi di manovra sotto forma di riduzioni o agevolazioni».

«Nonostante il taglio di 5 milioni ai “trasferimenti erariali” dello scorso anno, e un altro di 4 milioni e 700mila euro che si è aggiunto quest’anno, sia le aliquote che i servizi restano invariati – spiega il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Il documento approvato dal Consiglio comunale anticipa la formale approvazione del bilancio di previsione 2016, oltre che del Rendiconto 2015, che avverrà nella prima decade di maggio». «Se ai fini IMU e TASI la legge di stabilità 2016 ha imposto ai comuni il divieto di prevedere aumenti d’imposta rispetto al 2015, è altresì vero che la regola avrebbe potuto trovare puntuale eccezione ai fini TARI. Per evitare tale evenienza, l’Amministrazione comunale ha pertanto rappresentato al gestore del servizio di Igiene urbana l’esigenza di un contenimento dei costi di gestione che lasciasse impregiudicato la qualità ed il miglioramento del servizio reso soprattutto in termini di potenziamento della raccolta differenziata. Richiesta percepita da AMIU Puglia SpA nella redazione del Piano Economico Finanziario per l’anno 2016, laddove a parità di costo complessivo del servizio rispetto al 2015 prevede significativi interventi diretti al potenziamento del sistema di raccolta differenziata».

«Ritengo positivo Il trend di gestione del ciclo dei rifiuti perché siamo passati da una percentuale di raccolta differenziata pari a zero al 16% del giro di pochi mesi e tra pochi giorni, inoltre, il servizio della differenziata partirà anche al Villaggio Artigiani – sottolinea Landella –. Va sottolineato che abbiamo ottenuto un notevole finanziamento dal Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) per potenziare la differenziata e l’AMIU attiverà a breve anche un servizio straordinario di disinfestazione cittadina, visto che negli scorsi anni era alta la concentrazione di topi e blatte, ottenendo, tra l’altro, un impegno da parte della stessa azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a rivedere gli accordi contrattuali al fine di migliorare la qualità del servizio».

«Vale la pena ricordare – fa sapere il primo cittadino – che proveniamo da una gestione delle discariche alquanto superficiale da parte della Regione Puglia, che, ad esempio, non ha permesso al Comune di Foggia di chiudere il ciclo dei rifiuti, cosa che sta provando a fare questa Amministrazione comunale. Ed abbiamo infine accolto con favore la proposta giunta del capogruppo del PD in Consiglio comunale, Alfonso De Pellegrino – conclude il sindaco Franco Landella – che ha suggerito alla massima assise comunale di chiedere al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano che il commissario dell’Aro provinciale possa essere una persona diversa dal presidente di AMIU Puglia SpA per motivi di opportunità, proponendo, al contempo, la figura dell’assessore all’Ambiente del Comune di Foggia, Francesco Morese».

Redazione Stato Quotidiano.it

Foggia, ok aliquote IMU, TASI e TARI ultima modifica: 2016-04-30T12:54:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi