Foggia
Gli uomini di De Zerbi schiacciano gli avversari

Il Foggia passeggia sul Martina: 4-0, è secondo posto

Il tecnico rossonero accantona la difesa a tre, rispolverando il 4-2-3-1

Di:

Foggia. Poker allo “Zaccheria”, il Foggia si riprende il secondo posto. Nell’impegno casalingo contro il Martina Franca, gli uomini di De Zerbi schiacciano gli avversari, portando a casa un convincente 4-0, sancito dalla doppietta di Iemmello, sempre più capocannoniere, e dai gol di Sainz-Maza e Vacca. Il tecnico rossonero accantona la difesa a tre, rispolverando il 4-2-3-1, in cui Loiacono sostituisce l’infortunato Angelo nel ruolo di terzino destro; 4-4-2 per Franceschini, che affida a Baclet e Taurino le sue velleità offensive. Subito il Foggia a gestire il possesso, al 3’ Sainz-Maza prova la conclusione dalla lunga, un difensore devia il pallone concedendo il corner. La gara è pimpante, ma non regala emozioni fino al 21’, allorquando Sarno gestisce bene un contropiede e serve Chiricò, che dal vertice destro dell’area lascia partire un sinistro a giro che sfila di un soffio fuori. È il preludio al gol foggiano: minuto 22, D’Orsi viene scippato da Iemmello sulla propria trequarti, il centravanti va fino in fondo, ignora Sarno liberissimo al centro e punisce Viotti con una bella conclusione sul primo palo, firmando il vantaggio. Non passano neanche 3’ ed i Satanelli trovano già il raddoppio: Chiricò serve Sarno al limite, il fantasista partenopeo vede un pertugio tra le maglie della difesa e serve con un pregevole rasoterra Sainz-Maza, che è freddissimo davanti a Viotti e lo batte per la seconda volta in pochi istanti. I padroni di casa non si fermano, al 31’ Micale smanaccia un pallone messo al centro da corner del Martina, Di Chiara recupera e va in coast-to-coast con una poderosa progressione, permettendo a Iemmello e poi a Sarno di concludere da distanza ravvicinata, con la difesa ospite che si salva per il rotto della cuffia. Le uniche opportunità per i salentini arrivano dai calci piazzati, al 37’ un corner di Schetter attraversa tutto lo specchio della porta, venendo poi goffamente respinto sul fondo da Agnelli e mettendo i brividi a tutto lo “Zaccheria”.

Nella ripresa subito un’opportunità per il Martina, Baclet viene pescato tutto solo in area e conclude a colpo sicuro, ma Micale si supera e devia in corner. Il Foggia controlla agevolmente il doppio vantaggio, calando il tris al minuto 63: contropiede rossonero, Sarno riceve sulla trequarti e serve in area Vacca, che con una conclusione precisa batte Viotti, portando i suoi sul 3-0. Il poker arriva al 70’, con Vacca ancora protagonista: il centrocampista rossonero va via a tre uomini sulla trequarti, pescando poi il liberissimo Sarno che può appoggiare per Iemmello, per il quale è un gioco da ragazzi spingere la sfera in rete e scatenare l’esultanza del pubblico dauno. Al 79’ ancora Satanelli vicini al gol, palla a Sarno che ci prova con il mancino dal limite, ma Viotti è bravo a respingere e rifugiarsi in angolo. Gli applausi arrivano anche per Micale, che all’81’ respinge con un bel tuffo la conclusione, direttamente da punizione, di Berardino, deviando sul fondo. Il match va spegnendosi lentamente, al minuto 94 arriva il triplice fischio, che sancisce il successo del Foggia.

TABELLINO
FOGGIA: (4-2-3-1) Micale; Loiacono, Coletti, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli (dal 66’ Quinto), Vacca (dal 74’ Lodesani); Chiricò (dal 46’ Gerbo), Sarno, Sainz-Maza; Iemmello. A disp.: De Gennaro, Lauriola, Floriano, Arcidiacono, Lanzetta. All.: De Zerbi.
MARTINA FRANCA: (4-4-2) Viotti; Antonazzo, Marchetti, D’Orsi, Curcio; Schetter, Di Lauri, Rajcic (dal 70’ De Lucia), Dianda (dal 79’ Verdicchio); Taurino (dal 46’ Berardino), Baclet. A disp.: Gabrielli, Basso, Allegra, Danese, Migliaccio, Cristofari, Diakite, Kuseta, Topo. All.: Franceschini.
Arbitro: sig. Giovani di Grosseto.
MARCATORI: 22’ e 70’Iemmello (F), 25’Sainz-Maza (F), 63’ Vacca (F).
AMMONITI: Vacca, Sainz-Maza (F); Di Lauri, Curcio, Dianda (M). – ANGOLI: 6-5 per il Foggia. – RECUPERI: 0’ p.t.; 4’ s.t..

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI

(A cura di Salvatore Fratello – Redazione Stato Quotidiano.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi