Manfredonia
Lo slogan che gridavamo allora era: “L’Eni non se ne può andare, deve prima bonificare”

Inquinamento Enichem, Magno “Nessuno deve sapere”

"L'OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità), già nel giugno 1995, aveva incluso Manfredonia tra le 12 aree italiane a più grave crisi ambientale"

Di:

Manfredonia. ”Durante la lotta contro le “navi dei veleni”, che si trasformò poi in lotta contro l’inceneritore di rifiuti tossico-nocivi e causò la chiusura della fabbrica EniChem, i cittadini portavano avanti la richiesta per l’istituzione di un Centro epidemiologico, onde tenere sotto costante controllo la salute della popolazione. Chiedevano, inoltre, l’apertura della “Vertenza Manfredonia”, con la quale la tutela della salute dei cittadini si poteva sposare con lo sviluppo economico del territorio. Quella richiesta rappresentava una sorta di risarcimento da parte dell’Eni da rendere ad un popolazione martoriata dalle sue perniciose attività.

Piazza-Duomo-Tende-del-movimento-anti-Enichem

Piazza-Duomo-Tende-del-movimento-anti-Enichem

Lo slogan che gridavamo allora era: “L’Eni non se ne può andare, deve prima bonificare”, con la conseguente creazione di centinaia di posti di lavoro per almeno quindici anni. Non se n’è fatto nulla. Ed ora quelle potenziali occupazioni sono ancora là, tumulate sotto una coltre di terra o cemento, e depositati sopra i nostri fondali marini. Insomma, a 24 anni dalla chiusura del petrolchimico, non solo non si è ancora tutelata la salute e la vita della popolazione, ma non si vede alcuna luce per la bonifica, nonostante lo stanziamento di quasi 200 milioni di euro, in gran parte elargiti alla Syndial, ovverosia all’Eni, la responsabile di tutto questo scempio.

Lavori operai Enichem (st - image: CMMF@)

Lavori operai Enichem (st – image: CMMF@)

L’OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità), già nel giugno 1995, aveva incluso Manfredonia tra le 12 aree italiane a più grave crisi ambientale, rilevando un eccesso di mortalità per tumori, rispetto alla media nazionale e regionale. Recentemente l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ha rilevato nel nostro sito SIN la presenza di numerosi inquinanti, in particolare arsenico e mercurio, in dosi letali per l’ambiente e per gli esseri viventi, compresi gli uomini.

torreprillingerosa-statoquotidiano

Ma, nonostante ciò, tutto è ancora in alto mare, perché le Autorità pubbliche, a cominciare dallo Stato per finire al Comune di Manfredonia, non hanno fatto quasi nulla per risanare la zona ed evitare malattie e morte alla popolazione. Inoltre, lo scorso 22 marzo, presso la sede del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, si è riunita la Conferenza dei Servizi, con all’ordine del giorno, “Progetto per la rimozione dei terreni superficiali in isola 5”; “Trasmissione rapporti tecnici di Aggiornamento sulla conduzione e sull’efficacia dei sistemi di bonifica del sito di Manfredonia” e “Progetto Operativo di Bonifica dei Terreni e Analisi di rischio”.

Ebbene, è opportuno sapere che a quella riunione, alla quale è stato regolarmente convocato, il sindaco di Manfredonia non si è degnato di presentarsi, né ha inviato un proprio delegato; inoltre, si è guardato bene dall’informare la cittadinanza di tale importante Conferenza. Forse perché egli non solo non ha denunciato all’autorità giudiziaria l’Eni, per le sue gravissime inadempienze, ma preferisce tacere sul mancato disinquinamento in quanto favorevole alla realizzazione dell’impianto industriale di fotovoltaico che la Syndial ha intenzione di installare proprio sopra le aree contaminati di sua proprietà”.

(MANFREDONIA NUOVA – 30.04.2017)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • svolta

    L’Enichem ha messo diversi tappi… Ora in bocca ad uno e poi ad altri…. Il tappo finale lo vuole mettere sui suoli inquinati, coi pannelli fotovoltaici, sicché tutti rimane sotto terra…. Amen…. e così sia, e chi ha avuto ha avuto…. a noi cittadini il solito cetriolo…..


  • Nicola

    Andate a -. Da che pulpito viene la predica. Oramai vi stanno conoscendo e pian piano rimarrai —


  • antonio

    questa popolazione merita i personaggi che vota: questa è la triste verità


  • Manfredonia colonia da scempiare e stuprare

    Magno il Matteotti/Grandi sipontino, grazie per tutto quello che fai a me sembra di viveve in pieno fascismo e medio evo! Li purgheremo i falsi profeti i falsi che dicono di amare la città a parole e poi ci vendono alle potenze energetiche come fossimo dei semplici numeri!


  • Lettore

    Sbaglio oil comune di MAnfredobia si è accontatato di un piatto di lenticchie con cui costruire una statua del cxxxx?


  • Dario

    Magno Magno forse volevi dire “nessuno deve sapere che dietro quello scempio c era …”?


  • Indignato

    Come premio alla cittadinanza tutta un gigantesco deposito GPL e migliaia di tubi nel mare e nella terra con un porto industriale a pezzi e i n zona sismica e col la statale 89 tra le più arterie pericolose del mondo! E la tratta ferrovia ria con le stazioni fantasma aeroporti militari strategici.. Evviva Manfredonia dove si può tutto persino attuare la più totale follia del genere umano!


  • Lannes salvaci tu.

    Ci hanno trattato e ci vorrebbero trattare come gli indigeni della foce del Niger..


  • ilproletario

    Mi sembrava di ricordare la firma della Pace tra il Comune e l’Enichem, con il pagamento di un bel po’ di danaro al Comune che si ritirava dalla causa per la morte di Nicola Lo Vecchio. Ricordo male?????
    Se ricordo bene, allora il Comune fa bene ad assentarsi, come diceva Totò: Che me ne frega a me, mica sono Pasquale!!!!.


  • Mimmo

    Condivido pienamente, con i politici che i Sipontini hanno eletto e ancor più grave continuano ad eleggere , questo è il risultato.


  • Maria

    La smetta …..l’enichem ci ha rovinati …grazie ai politici di allora e lei lo sa benissimo …..ci ricordiamo bene lr parole dette durante il comizio…. ora le colpe degli altri gliele vuole scaricare ad altri ….. a momenti non erano ancora nati ….. smettiamola una buona volta ….. lei può prendere in giro i ragazzi ma non noi che abbiamo i capelli bianchi ….


  • Scar Lateglia

    Mi dobbiamo denigrare il sindaco di Manfredonia per ogni cosa. Il problema c’è ma non si risolve puntando il dito su chi oggi ricopre la carica istituzionale.

  • È colpa di quello…no!…di quell’altro…E intanto?….noi abbiamo i capelli bianchi…noi non c’eravamo…E intanto?
    Ora inizia un’altra estate e si fa festa…poi verrà’ un’altro carnevale e si fa festa…Quando poi ci sarà’ un’altro giro di chemioterapia e un’altro funerale ci pensiamo….


  • Lady Oscar

    Consigliere Magno, qui se c’è qualcuno che non sa è lei. Si informi prima di diramare comunicati. All’incontro il Comune c’era.
    Questa è disinformazione all’ennesima potenza e strumentalizzazione allo stato puro.


  • Alice

    Dario dario forse intendi affermare che piddino orlandino sei?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi