ManfredoniaMonte S. Angelo
Lunedì 6 giugno, alle ore 18 nella sala conferenze delle Clarisse a Monte Sant’Angelo

Bilancio Commissariamento e futuro città: pubblica assemblea a Monte

L’incontro, aperto al contributo dei cittadini, sarà introdotto e coordinato dal direttore dell’Attacco Piero Paciello

Di:

Monte Sant’Angelo. Lunedì 6 giugno, alle ore 18 nella sala conferenze delle Clarisse a Monte Sant’Angelo, Legambiente e il quotidiano l’Attacco danno l’appuntamento ai cittadini per promuovere, in pubblica assemblea, una discussione sulle principali questioni aperte nella città, cercando di tracciare un bilancio dei primi dieci mesi di commissariamento dopo lo scioglimento del consiglio comunale.

“Legambiente e l’Attacco nel trascorso anno e mezzo hanno chiamato più volte i cittadini a informarsi e confrontarsi su quanto stava accadendo in città e, dopo dieci mesi di commissariamento ci sembra corretto nei confronti dei montanari organizzare nuovi momenti di confronto per discutere su quelle che sono le questioni aperte sul tavolo di lavoro a palazzo di città, dove i commissari straordinari rivestono la responsabilità di amministrare la comunità”. Così il direttivo di Legambiente FestambienteSud, che aggiunge: “Più volte abbiamo espresso le nostre idee in merito alle decisione prese dalla struttura commissariale, ma anche rispetto a quelle che crediamo vadano adottate con una certa urgenza e ci è sembrato giusto invitare il commissario Cantadori, che abbiamo trovato sempre disponibile al dialogo, a un confronto sulle opinioni e sui provvedimenti che hanno a che fare con il presente e il futuro della città UNESCO, dalla gestione dei beni culturali, alla necessità di procedere nella pianificazione edilizia, fino all’urgenza di un più incisivo protagonismo, da parte della comunità montanara, in una fase in cui sia la Regione Puglia, sia il Gal Gargano stanno riprogrammando la propria azione strategica decidendo le linee d’intervento dei prossimi dieci anni. In questo processo crediamo che Monte Sant’Angelo debba essere pienamente protagonista e che questo debba accadere anche in una fase come questa in cui potrebbe vincere la tentazione di rifugiarsi nella cosiddetta “ordinaria amministrazione”. Se intendiamo l’ordinaria amministrazione in senso troppo stretto forse rischiamo di rimanere un passo indietro in un momento strategico in cui occorre invece essere in prima fila sui tavoli che contano, per ritagliare un ruolo centrale alla città UNESCO nel panorama dell’area vasta. In questo contesto Legambiente si assumerà anche la responsabilità di avanzare delle proposte concrete, che rimettiamo al tavolo della discussione“.

L’incontro, aperto al contributo dei cittadini, sarà introdotto e coordinato dal direttore dell’Attacco Piero Paciello, con gli interventi del presidente di Legambiente Franco Salcuni e del commissario staordinario Andrea Cantadori, invitato a partecipare al confronto.



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • Il bilancio del commissariamento è ampiamente positivo. Il bilancio di Legambiente non so… Oltre a organizzare belle iniziative altro non fa.

  • Io sono con i commissari e non con Legambiente per l’innalzamento di 40 centimetri dell’elettrauto. Sono contento che i commissari, gli unici che fanno qualcosa per Monte, difendono un povero cittadino contro gli interessi forti di chi ha ricche associazioni alle spalle e può chiamare i giornali a piacimento. Spero che i commissari non cedono ai potenti e che continuano così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati