Foggia
Il Comune si impegna a collaborare con gli organizzatori, anche per la promozione mediatica dell’evento

Foggia diventa “City Partner” della Federazione Italiana Scherma

"La firma di questa convenzione –ha detto il Sindaco Landella- è l’ufficializzazione di un rapporto consolidato con la Federscherma"

Di:

Foggia. Alle ore 11.30 del 31 maggio 2016, nella Sala Giunta del Comune di Foggia, il Sindaco Franco Landella e il Presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso sottoscriveranno la convenzione che proclama Foggia “City Partner” della F.I.S. Il capoluogo approda, così, in un gruppo che già accoglie 21 città italiane (Cagliari è l’affiliato più recente: ha sottoscritto la convenzione il 26 maggio scorso; le altre 20, in ordine di convenzione, sono: Chiavari, Foligno, Norcia, Ravenna, Formia, Ariccia, Mezzana, Campi Bisenzio, Modica, Salsomaggiore Terme, Nocera Umbra, Treviso, Terni, Gemona del Friuli, Montecatini Terme, Lizzano in Belvedere, Udine, Acireale, Caorle, Mazara del Vallo) e che lega il proprio nome ad una disciplina tra le più prestigiose della storia dello Sport italiano e che vanta proprio a Foggia una tradizione importantissima e ricca di grandi soddisfazioni agonistiche ed organizzative.

Con la firma di domani, la Federscherma si impegna ad assegnare al comitato organizzatore di riferimento locale almeno un evento schermistico di livello nazionale nel periodo di validità della convenzione, con l’eventualità di un secondo qualora ne sussistano le condizioni. Il logo del Comune, quale ente patrocinante, sarà presente in ogni forma di divulgazione mediatica dell’evento, compreso il sito web nazionale della F.I.S. e tutti i social media in cui la Federazione è presente. Il Comune avrà il diritto di distribuire materiale informativo sulla città e il territorio nell’ambito delle struttura e delle giornate di gara e potrà richiedere alla Federazione la presenza, in occasione della competizione, di un testimonial della nazionale italiana di scherma. Sempre in quei giorni, il palazzetto ospiterà scolaresche del territorio, per divulgare la conoscenza della scherma e dei valori che le sono propri.

Per parte sua, il Comune si impegna a collaborare con gli organizzatori, anche per la promozione mediatica dell’evento. La convenzione avrà durata fino all’1 giugno 2017. Alla cerimonia della sottoscrizione, oltre al Sindaco Franco Landella e al Presidente F.I.S. Giorgio Scarso, parteciperanno il Presidente regionale Puglia della Federscherma Renato Martino, il Delegato Provinciale di Foggia della F.I.S.Antonio Albanese, e i presidenti dei due club schermistici cittadini, Antonio Tanzi per il Circolo Schermistico Dauno e Marco Siesto per il “Circolo Lama d’oro”.

«La firma di questa convenzione –ha detto il Sindaco Landella- è l’ufficializzazione di un rapporto consolidato con la Federscherma. Il rapporto “simbiotico” della nostra città con lo sport che ha regalato più medaglie azzurre alle Olimpiadi e nelle competizioni internazionali, unito ai grandi appuntamenti che abbiamo ospitato a Foggia negli anni, grazie alle capacità organizzative dei nostri club, oltre all’altissimo livello dei nostri tecnici, dei nostri atleti, dei nostri dirigenti e dei nostri arbitri, portavano quasi naturalmente alla stipula di una convenzione formale per istituzionalizzare questo affetto reciproco. Foggia è orgogliosa di ospitare ancora prestigiose manifestazioni della Federazione e di poter vedere ancora tra le mura dello splendido impianto di Via Baffi, come accade da decenni, i più grandi campioni della scherma italiana. Tra i quali, spesso, compaiono proprio i nomi di atleti foggiani, come, negli ultimi anni, avviene –solo per fare un paio di nomi- con Luigi Samele e Martina Criscio».

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati