GarganoManfredonia
"La figura dell’imprenditrice nel campo dei mestieri maschili si fa strada, anche a San Marco in Lamis"

Voto: si fanno sentire le donne in lizza per uno scranno comunale, a San Marco

"Sono felice di correre per la conquista di uno scranno in Consiglio Comunale"

Di:

San Marco in Lamis. La figura dell’imprenditrice nel campo dei mestieri maschili si fa strada, anche a San Marco in Lamis. Lo si è riscontrato nell’ambito delle liste in lizza per il voto amministrativo di giugno, segnato in forza della legge, da una consistente presenza di rappresentanti del sesso gentile. Un esempio su tutte è Ilaria Stanco, 28 anni, che ci ha fatto pervenire un breve comunicato. L’interessata è conduttrice di una piccola impresa edile, ereditata dal padre, che intende portare avanti con determinazione il suo ruolo, ,al fine di superare l’attuale congiuntura ed avviare il rilancio del settore per il futuro. La troviamo nella lista “San Marco nel cuore”, insieme a tante altre colleghe professioniste, vogliose di farsi strada anche loro nel mondo del lavoro e soprattutto contribuire, con le loro idee progettuali e politiche, alla creazione di nuovi posti di lavoro e al miglioramento dei servizi diretti alla persona di competenza comunale.

“Sono felice di correre per la conquista di uno scranno in Consiglio Comunale- ci ha detto l’interessata. Se sarò eletta – ha continuato – prometto di dedicare tutto il mio tempo per la soluzione dei problemi che affliggono il mio genere e quelli generali della città”. Ilaria è una ragazza molto aperta e dinamica, ma soprattutto non ha peli sulla lingua, quando deve esprimere la propria opinione. Insomma, è quella che può per davvero dare la carica in più per sollevare il paese dalla palude del conformismo. Infine, essa augura a tutte le donne candidate, indipendentemente dalle liste di appartenenza, di essere elette.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati