Foggia
"Quella di stasera non è la festa di chiusura del campionato, ma è già la festa di apertura del prossimo"

Il Foggia Incedit festeggia. Un galà per il rilancio

"Con sobrietà e volontà nel far meglio, la festa è stata partecipatissima. Tanti son stati gli invitati, che ha visto la società del Foggia Incedit al completo, con sponsor, amiche e amici e ospiti d’eccezione"


Di:

Foggia, 30 maggio 2017. «Quella di stasera non è la festa di chiusura del campionato, ma è già la festa di apertura del prossimo». Con queste parole Nico Palatella, Vice presidente dell’ASD Foggia Incedit 1957, durante la festa societaria svolta a Foggia venerdì 26 maggio 2017, presso il Parco del Gusto, ha voluto rimarcare l’impegno che tutta la società ha profuso durante il campionato appena terminato. Stiamo parlando di quello pugliese di Terza Categoria, Foggia girone unico, che ha visto il Foggia Incedit piazzarsi a mezza classifica con 28 punti.

Con sobrietà e volontà nel far meglio, la festa è stata partecipatissima. Tanti son stati gli invitati, che ha visto la società del Foggia Incedit al completo, con sponsor, amiche e amici e ospiti d’eccezione. A condurre la serata, che noi definiamo di gala, è stato il sempre superlativo, ed amico, Umberto Mastromartino, che con la sua passione, la sua verve, ha portato ai microfoni ogni membro della società. Ospite d’onore, come detto, c’era lui, l’icona del Foggia, l’indimenticabile numero 4 Gianni Pirazzini, che ha elogiato il lavoro svolto dall’Incedit, felice di rivedere una realtà sportiva con tanti giovani e soprattutto ricchi di energie positive. Pirazzini, tuttavia, da persona e calciatore esperto, non è mancato nel lanciare messaggi di sprone alle istituzioni, rimarcando l’annosa mancanza di strutture sportive calcistiche, un tempo fiorenti e funzionanti a Foggia. «Una città come Foggia sprovvista di campi di calcio non lo merita e per giocare a calcio dilettantistico bisogna utilizzare campi di provincia con dispendio di energie e denaro –ha affermato Pirazzini-. Il Comune dovrebbe fare uno programma serio non solo sui campi sportivi ma sugli impianti sportivi, come quelli del nuoto, dalla pallavolo al basket, con piste. Ricordo che quando venni a Foggia era superiore anche a Bari e alle altre città pugliesi come impianti sportivi. Ricordo l’inaugurazione del campo degli Ulivi, un gioiello, ma che dopo un anno era una cosa dispera. Mi auguro –ha concluso Gianni PIrazzini- che l’Assessore Sergio Cangelli possa operare unitamente al lavoro del Consiglio comunale per il meglio della città e soprattutto per i giovani».

Di pari in passo c’è stata la replica dei dirigenti dell’Incedit, da Palatella e Spaldrio, da Bonito a Buono, i quali son stati solidali con il “numero 4” e rilanciando alle istituzioni che il Foggia Incedit è ben lieto di esser parte integrante della vita foggiana amministrativa per progetti sportivi, non solo finalizzati al campionato prossimo, ma a quelli infrastrutturali.
«Cercheremo di fare meglio l’anno prossimo, vista che la società è ambiziosa e vuole fare una squadra competitiva –ha rimarcato Enrico La Salandra, allenatore del Foggia Incedit-. Noi cercheremo di salire di categoria. Quest’anno abbiamo pagato l’inesperienza, ma ci sta. Dobbiamo ripartire. Già stiamo facendo qualche nuovo acquisto per il prossimo anno. Spero che per chi partirà abbia imparato qualcosa da me».

Un augurio che tra le righe, e non tanto…, evidenzia la forte volontà e ambizione che ha questa società, data per dispersa e ora nuovamente in gioco. E lo testimoniano le affermazioni dei calciatori: uno tra tutti il Capitano Paolo Morelli «Penso che il lavoro del mister lo fanno in pochi. In queste categorie è importante un supporto. Lui ci ha fatto crescere».
Nico Palatella, Voce Presidente che nell’occasione ha parlato per lui e il Presidente Oronzo Orlando, da veterano nel mondo associativo e sportivo, rimarca come l’esperienza del buon lavoro svolto negli anni ripaga i risultati «Lo stimolo che ho avuto è frutto del lavoro tramandato da mio padre, quando il calcio dilettantistico era a livelli molto superiori di oggi. Mancano i campi ma ci stiamo lavorando. Al mister va tutta la mia riconoscenza perché lui ha dato l’anima per questa progetto. E per questo è ineguagliabile. Quella di stasera non la festa di chiusura del campionato, ma è già la festa di apertura del prossimo. Si stanno risvegliando interessi per la squadra e si stanno avvicinando nuovi imprenditori. L’anno prossimo, posso dirlo ora, ripartiremo con la categoria superiore. Avremo un settore femminile che farà solo partite solidali, e una squadra, il fiore all’occhiello, dei ragazzi che noi definiamo speciali (riferendosi ai diversamente abili. nrd.). L’Incedit sta aprendo uno sportello aperto a tutti quelli che vorranno fare sport, agonistico e non agonistico, sociale e solidale. Io spero che riusciamo nel progetto, quello di prendere la città e portarla sui giornali nazionali per belle iniziative, Il Foggia Calcio, ora in serie B, ci è riuscito. Se vogliamo uscire dalla mediocrità –chiude Palatella- dobbiamo iniziare a pensare positivo».

E con lui si sono associati i dirigenti del Foggia Incedit. In primis il Direttore Sportivo Michele Di Spaldro «Sono stati dei ragazzi che si sono conosciuti qui per la prima volta. Il Mister li ha saputi far dialogare in campo e nello spogliatoio. A lui va il mio ringraziamento, oltre che a tutti quelli della società che si sono prodigati per porre delle base solide per la prossima stagione».

Piero Bonito, Dirigente ha detto «È la prima volta che affronto un’esperienza del genere. L’Incedit ha avuto ragazzi con poca esperienza che poi è cresciuta nel corso del campionato. Credo nell’iniziativa perché le basi sono solide».

Paolo Bruno, Dirigente «Questa ASD Foggia Incedit è l’unica ad aver aperto le porte in modo serio ai diversi abili. Difatti questo merito ci è stato riconosciuto dalla FCGI e dalla Lega Nazionale Dilettanti, ottenendo di accedere al famoso 5×1000 solo in pochi mesi. E meglio di così non si poteva fare. Abbiamo ottenuto risultati compiacenti con l’esperienza dei ragazzi, e il merito va al Mister La Salandra e a tutta la società, Palatella in testa».

Che dire, l’ASD Foggia Incedit 1957 ha proprio tutte le carte in regole per far bene, e lo farà.
Di seguito comunichiamo l’organigramma societario ASD Foggia Incedit 1957
Presidente: Oronzo Orlando,
Vice Presidente: Nico Palatella,
Dirigenti: Michele Di Spaldro, Francesco Paolo Bruno, Piero Bonito,
Allenatore: Enrico La Salandra,
Ufficio Stampa: Nico Baratta,
Fotografi ufficiali: Potito Chiummarulo e Lucia Fausta Gentilcore,
Eventi: Umberto Mastromartino

I Canarini di Foggia son tornati in campo e voleranno.

Calcio Foggia Incedit 1957
Ufficio Stampa – Nico Baratta

Il Foggia Incedit festeggia. Un galà per il rilancio ultima modifica: 2017-05-30T10:31:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This