Manfredonia
La Corte ha assegnato al Comune di Manfredonia “il termine perentorio di 60 giorni”, perché “adotti tempestivamente ogni misura correttiva idonea a superare definitivamente le criticità rilevate"

Manfredonia Nuova, Magno “Adesso dovranno pagare loro..”

"Per questo, noi che abbiamo richiamato l’attenzione della Corte dei Conti sulle loro malefatte, promettiamo ora alla città che ci attiveremo per denunciarli agli uffici preposti, onde far riconoscere a carico di tali scadenti amministratori - sindaco, assessori e dirigenti - il danno erariale"

Di:

Manfredonia, 30 maggio 2017. ”La Corte dei Conti ha certificato che il Comune di Manfredonia, nel corso degli esercizi finanziari 2011-2012-2013-2014:
“ha superato più parametri di deficitarietà strutturale”;
“ha acceso mutui per opere mai fatte”;
“presenta, da molti anni, gravi difficoltà strutturali”;
ha assoggettato a mutuo trentennale un debito di 17.770.923,56, che “in realtà ammontava a euro 21.492.043,53”, con “una passività più grave”;
“ha ceduto gratuitamente all’Ente Parco Nazionale del Gargano la propria partecipazione del valore di euro 294.636, una vera donazione”;
ha dimostrato ”una scadente attività di riscossione”;
presenta “debiti fuori bilancio” che costituiscono “una grave patologia”;
“al termine del 2015, l’indebitamento per mutui ammontava ad euro 50.342.391,41”;
ha preso almeno sei decisioni che costituiscono “una possibile causa di danno erariale”.

Infine, la Corte ha assegnato al Comune di Manfredonia “il termine perentorio di 60 giorni”, perché “adotti tempestivamente ogni misura correttiva idonea a superare definitivamente le criticità rilevate” e attui “l’integrale pagamento dei debiti”. Non sappiamo se i cittadini abbiano bisogno di altri elementi per capire chi hanno votato nel maggio 2015, forse ammaliati da favori e promesse. Certo adesso il danno arrecato è gravissimo ed investirà la nostra comunità per moltissimi anni.

In ogni caso, è evidente a tutti quali amministratori abbiamo avuto e come sia, ora, difficile pensare che gli stessi soggetti possano guidare il risanamento richiesto dalla Corte.

Purtroppo, noi dell’opposizione non abbiamo i numeri per mandarli via dal Comune, come meriterebbero, a meno che non si sveglino i cittadini. Una cosa è comunque certa, non è giusto che le conseguenze degli sperperi e delle tante spese, fatte al solo scopo di accontentare i loro finanziatori ed i clienti, ricadano adesso sulle teste dei Manfredoniani.

Per questo, noi che abbiamo richiamato l’attenzione della Corte dei Conti sulle loro malefatte, promettiamo ora alla città che ci attiveremo per denunciarli agli uffici preposti, onde far riconoscere a carico di tali scadenti amministratori – sindaco, assessori e dirigenti – il danno erariale”.

(A cura del prof. Italo Magno, Manfredonia Nuova 30.05.2017)

focus
Comune Manfredonia, il 7 giugno 2017 attesa l’approvazione del Consuntivo

Manfredonia Nuova, Magno “Adesso dovranno pagare loro..” ultima modifica: 2017-05-30T11:56:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
27

Commenti


  • schifato

    E’ l’unica e concreta opposizione esistente in consiglio comunale.
    Che vergogna per gli accondiscendenti e della finta opposizione…

    Professore… tutta la mia stima.


  • cazzi nostri

    Magari pagassero questi scadenti amministratori.Ma la realta’ e’ un’altra….pagheranno i manfrediniani.Come sempre


  • Cristo

    Ma e possibile che non interviene nessuno se è vero quello che dice quest’uomo,ma perchè noi cittadini dobbiamo pagare noi queste inegligenze,mi chiedo lo STATO dovè?

  • l ex consigliere comunale candido nel 2014 in occasione dell’approvazione del bilancio , disse chiaramente all’assessore che il bilancio cosi presentato non andavano ,e bisognava urgentemente correre ai ripari ,di rivederlo in particolare modo nei residui attivi che cosi attivi non sembravano ed indicando esplicitamente
    che il responsabile di tale disastro era ed è l’assessore al bilancio .
    Peccato che nessuno in quella seduta( persino l’opposizione)non ebbe il coraggio di intervenire e di ammettere che si stava votando un bilancio non veritiero e di avviare un serio controllo alla gestione tributi .
    oggi il danno è tratto


  • cazzi nostri

    Bisogna rispondere con parolacce ma sorvoliamo.Comunque : Vergogna!!!


  • nicola

    …e tu caro Italo , per tutti gli anni che hai vissuto ..prima come professore e successivamente come preside, (non pubblicabile,ndr)? Secondo me hai bisogno di un bagno di umilta’. Ti potrebbero aiutare i video dei tuoi interventi nelle sedute dei vari consigli comunali . Interventi sconclusionati, privi di contenuti e con una dizione da …., con tutto il rispetto per quella categoria fatta di grandi uomini, ma in compenso intrisi e impregnati di ODIO personale contro il SINDACO. Riposati e goditi la tua modesta pensioncina, dando spazio a piu’ giovani e piu’ preparati.


  • Pepppino

    Questa città è uno schifo…nessuno ha il coraggio di ribbellarsi,nessuno scende in piazza a manifestare forse xke sono tutti succubi di questi di ….. mi chiedo xke nn si fa commissariare anche il comune di Manfredonia?se indagano …


  • Pepppino

    PREFETTURA e organi competenti SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA


  • Franco

    insomma pure la corte dei conti ce l’ha con questa stupenda amministrazione…


  • cittadino

    Riferito a qualcuno…. Un vecchio ma sempre attuale detto…diceva “prima di mettere in moto la lingua, assicurarsi che sia inserito il cervello”. Sempre riferito a quel qualcuno, ha letto dell’ultima opera letteraria del prof. Italo Magno…. Persona degna del ruolo politici amministrativo che ricopre, in quanto dice pane al pane e vino al vino….. Hai inteso “aceto”.


  • Antonio

    signor Magno l’operato della Corte dei Conti non ha nessuna relazione con la sua presunta ma sicuramente inutile opposizione fatta di chiacchiere e diatribe personalissime che nulla hanno di politico e tanto di provincialismo paesano. Dismetta le vesti di (falso!) tribuno della plebe che oltre ad essere fuori tempo non le si addice per nulla vista anche la sua rendita consistente da pensionato statale. Se vuole essere attivo socialmente studi e si documenti, e soprattutto agisca per conseguire il bene comune della città e non conseguire egoticamente un posto nella sgangherata e indegna ribalta sipontina. Insomma, la sintesi del messagigo è: i suoi interventi risultano nauseanti per via della densità di flatulenze retoriche, moralistiche e superficiali. E lo dico da integro oppositore di questa amministrazione, libero cittadino in attesa che la Corte dei Conti esegua tutti i suoi doverosi controlli e attui le norme nel modo più rigoroso possibile in modo tale da far giustizia e correggere quello che la politica manfredoniana in 70 anni di regime consociativo cattocomunista non ha saputo fare, a partire (ma si potrebbe andare ancora indietro nel tempo) dall’installazione dell’Anic chiesta a gran voce dal Partito Comunista e dalla Dc. Saluti.


  • antonella

    Egregio professore Magno, ha ragione il sig. Nicola, come può un solo uomo, nonchè professore, nonchè umile consigliere comunale a servizio di questa immeritevole città, pronunciarsi contro questa amministrazione e gestione della stessa? ma lo sa lei Magno, che Questi politici di lungo corso, il cui spessore politico è riconosciuto ad ogni livello istituzionale, fin ai 4 angoli della terra, e da tutti apprezzati? questi sono tecnici pluri laureati, le cui capacità sono decantate in lungo e in largo per il paese?
    Ma lo sai lei Magno, che da queste parti esiste una importante gerarchia politica da rispettare, di cui non si deve parlar male? Ad esempio se volesse parlare con il Sig. sindaco, di problematiche cittadine esistenti, deve necessariamente prenotarsi per appuntamento e fare la dovuta anticamera, poichè la mole di lavoro che affronta un sindaco, è poderosa?
    E gli assessori? non esistono progettualità al mondo da presentare, anche se fossero le più utili e importanti, bisogna ovviamente mettersi in fila implorando la dovuta attenzione di chi di dovere, che valuterà, dall’alto della propria investitura, se concedere l’ onore dell ascolto.
    Ma lo vuole capire sig. MAGNO che questi amministratori politici, sono tutte persone importantissime e competentissime la cui integerrima amministrazione è frutto di encomiabile, duro lavoro? Costoro non sono come il nostro , santo padre”il Papa”, anche LUI, sceso tra la gente comune si comporta come pari tra i pari, no, assolutamente, no, Magno qui siamo di fronte all ‘olimpo della politica, delle amministrazioni.
    Progo volersi togliere il cappello, e si ricordi egregio professore, che è solo un unile consigliere comunale al servizio di questa città.


  • Roberto

    Pazzesco ma li Stato dove cazzo sta??? Chi ha sbagliato deve pagare i danni!


  • Maria

    Non sono solo gli amministratori ma anche in buon 80% dei manfredoniani che con loro, per favori, hanno contribuito alla disfatta! Non resta che andar via o mandar-


  • Il veggente

    Che noia vedere il futuro.. nella mia visione vedo una donna matura e elegante a palazzo san Domenico nel mese di agosto, ella viene dal nord lascia un incarico prestigioso e poi un anno a Manfredonia e successivamente in pensione.


  • Indignato

    Petizione urgente da inviare al Capo dello Stato!


  • antonio

    Ma è possibile che anche di fronte ai dati accertati della corte dei conti anzichè inczs con chi ha fatto tutti questi debiti -ci si arrabbia con l’unica vera voce dell’opposizione. Se anzichè il comune fosse stata una società privata sarebbero arrivati—–


  • Banana Joe

    Perché non interviene la Direzione Generale della corte dei conti? Sono informati sulla situazione di Manfredonia?


  • Manfredonia colonia degli emirati arabi da stuprare

    Il bello deve ancora venire..


  • giuseppe

    Ecco cosa succede con il gioco dei galoppini ….. E i posti di lavoro promessi in campagna elettorale?? ahaha Uomini senza attributi..,.


  • Cambiamento

    E’una rivelazione shoc per molti Manfredoniani che non si informano (come le tre scimmiette).Se confrontiamo Foggia con Manfredonia per numeri di abitanti Foggia e’ piu’del doppio , ma come debito pubblico e’ quasi lo stesso.
    Con questo paragone voglio dire che stiamo nella m…da, lasciamo gravare questo debito pure sui nostri figli.
    A quelli che non s’informano (come le tre scimmiette) consiglio per le prossime votazioni amministrative di riconfermare
    TUTTI e TUTTE.


  • Cittadini onesti

    @nicola: fatti un bagno di umilta’ che non sei nessuno dietro ad nickname fasullo,il professore e preside lo stipendio l’ha guadagnato lavorando onestamente,tu leccando il politico di turno.
    Bravo prof sei unico come opposizione,continua cosi, hai la nostra stima,dei cittadini onesti.


  • non se ne può più!!

    Achi aspettano a dimettersi tutti a partire dal Sindaco e l’asseossore ai disastri finanziari. Ragazzi marcateli stretti che questi pur di rimanere alle proprio poltrone sono capaci di tutto basta tasse!! Toglietevi gli stipendi vendevi i vostri beni e mettetele nelle casse del comune! Spendaccioni !


  • Titanicdonia

    Portare questa situazione grottesca e drammatica ai massimi vertici dei mass media italiani e informare i vari misteri e organi competenti mettendo per conoscenza e attenzione anche gli organi finanziari europea e mondiali.


  • Antonio Trotta

    Carissimi, il problema è che questi personaggi sono tutti uguali e dietro la politica spicciola in fondo in fondo ognuno di loro nascone qualcosa.
    Professore non si è accorto chi lavora per l’Ufficio Tributi per il servizio di affissioni. Non sarà il caso di aggiornare i Manfredoniani su come vengono svolte le selezioni per Enti collegati al comune?


  • Mostrodonia

    Magno eroico, sta combattendo contro un mostro, un mostro che sembra in distrutti le, un autentico mostro che divorato la città come un cancro maligno.


  • DERIVA SIPONTINA

    MAGNO MANTIENI LA ROTTA E VAI FINO IN FONDO! CHI HA ROVINATO MANFREDONIA SE NE DEVE ASSUMERE LA RESPONSABILITA’ A 360° E PAGARE I DANNI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi