Manfredonia

Emergenze Protezione civile, nasce il COC nell’ex Nautico

Di:

Ist. Nautico (St)

L'edificio dell'ex Ist. Nautico Rotundi di Manfredonia in via Dante Alighieri: qui l'ipotetica a nuova sede del Commissariato e del COC (STATO@)

Manfredonia – DOPO l’adozione del Piano Comunale di Protezione Civile, approvato il progetto definitivo redatto dall’Ufficio Tecnico – su relazione dell’assessore A.R.Prencipe – relativo al Centro Operativo Comunale (COC) per la gestione territoriale delle emergenze, “con priorità alle comunicazioni in banda VHF con tecnologia digitale, da pianificare secondo le specifiche indicazioni fornite dalla Regione Puglia”.

Un passato bando ha dato infatti la possibilità alle Amministrazioni di candidarsi per l’acquisizione di un finanziamento, nel limite di €. 70.000,00, inerente il rafforzamento delle strutture comunali di protezione civile. L’articolo 3 del menzionato bando prevedeva che gli enti non in possesso del Piano di Protezione Civile potevano chiedere il finanziamento in relazione allo specifico obiettivo di “allestimento dei Centri Operativi Comunali (COC)” con finalità indicate.

Da qui – considerato che il nuovo Piano Comunale di Protezione Civile, redatto dall’ufficio tecnico comunale adottato con deliberazione di G.C. n. 173 del 27/06/2012 prevede l’ubicazione del nuovo Centro Operativo Comunale presso i locali laboratorio dell’ex Istituto Tecnico Nautico in via Dante Alighieri, c’è stata l’approvazione del progetto definitivo per un importo complessivo di €. 90.000,00, di cui €. 70.000,00 con contributo della Regione Puglia e per la parte restante – 20.000,00 euro – con fondi comunali.


Ex sede del Nautico: tutti i progetti.
Da segnalare l’insediamento del costituendo COC nei locali già adibiti a laboratorio nell’ex sede del Nautico di Manfredonia (trasferitosi nel plesso polivalente dell’Itis). Ex sede sotto osservazione anni fa per la agibilità strutturale, ed antisismica, ora interessata da un progetto per la ristrutturazione (spesa presunta 2,2 milioni di euro, ndR)e già al vaglio come possibile nuova sede del Commissariato di PS (con ulteriore ipotesi per la presenza della sede distaccata della DDA a Manfredonia, ora in discussione dopo il previsto taglio del tribunale del centro).


Redazione Stato, ddf@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • mariobrunetti

    Ottima idea.Ma Catone Uticense asseriva:i ladri di beni privati passano la vita in carcere,quelli di benio pubblici nelle ricchezze e negli onori.QUI DA NOI IN CARCERE VA NESSUNO.speriamo bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi