Manfredonia

A.Zullo: no ‘Bandiera blu’ per Marina del Gargano? Ma nostri dati in crescita


Di:

(ph: Porto turistico 'Marina del Gargano', archivio)

(ph: Porto turistico ‘Marina del Gargano’, archivio)

Manfredonia – “ALLA nostra società non è stato inviato alcun modulo. In ogni modo, questi riconoscimenti esulano molto spesso da quanto concretamente realizzato”. E’ quanto dice a Statoquotidiano l’avvocato Andrea Zullo, vice direttore della ‘Marina del Gargano’ (Yacht service Marina del Gargano srl) società correlata all’omonimo Porto turistico di Manfredonia (concessionaria per la realizzazione della struttura è la Gespo Srl).

Il riferimento è alla classifica 2015 ‘Bandiera Blu’ approdi a cura della FEE-ITALIA di Roma (Foundation for Environmental Education, fondata nel 1981, è un’organizzazione internazionale non governativa e no-profit con sede in Danimarca. La FEE Italia, costituita nel 1987, gestisce a livello nazionale i programmi: Bandiera Blu, Eco-Schools, Young Reporters for the Environment, Learning about Forests e Green Key).

Unici approdi turistici che hanno conseguito il riconoscimento in Puglia nel 2015 sono: ‘Marina di Brindisi’ (Brindisi), Cala Ponte Marina (Polignano a Mare) e il Porto turistico di Marina di Leuca (Lecce).

Secondo i criteri della citata FEE “un Approdo Turistico per ottenere la Bandiera Blu deve essere dotato di pontili e moli per diportisti. Può essere parte di un porto più grande con altre attività, nel caso in cui l’Approdo Turistico sia separato in modo ben definito dalle altre attività del porto. L’approdo può essere situato sia in acque marine che in acque interne. L’approdo deve avere i servizi necessari e gli standard in conformità ai criteri Bandiera Blu e rispondere a tutti i requisiti indicati”.

“Per quanto riguarda la nostra società – dice a Statoquotidiano l’avv. Andrea Zullo – e per quello che ci compete siamo in fase di riconoscimento della certificazione ambientale ISO 14001/2004 (la sigla identifica uno standard di gestione ambientale – SGA – che fissa i requisiti di un «sistema di gestione ambientale»). Per il rilascio di questa certificazione ci sono ispettori delle società abilitate che controllano in maniera capillare la struttura. Il porto turistico ‘Marina del Gargano’ di Manfredonia (inaugurato il 18 luglio 2013,ndr) – aggiunge Zullo – rispetta tutti gli standard ambientali previsti. Abbiamo la fortuna di godere di un bacino pulitissimo e dotato delle pompe che prendono l’acqua dall’esterno per portarla all’interno della darsena. Come direzione del Porto turistico stiamo educando i diportisti ad evitare di scaricare in mare, di adeguarsi alle normative ambientali in vigore. Inoltre per la pulizia dei pontili e delle colonnine utilizziamo i prodotti eco-compatibili”.

“Nostri numeri sempre in crescita dal 2013 dagli ormeggi stanziali agli stagionali fino all’apertura di nuove attività commerciali”. “I nostri dati? Sono in crescita – dice Zullo – sia come ormeggi stanziali che stagionali. Inoltre è aumentato il transito di ormeggiatori stranieri. Complessivamente gli ormeggi stanziali superano le 200 unità. Inoltre continua la crescita delle attività commerciali presenti nella struttura. Ad oggi sono circa 20 quelle in attività. Chi c’era non è andato via. Chi aveva previsto un investimento lo ha realizzato. Inoltre bisogna registrare i numeri positivi del cantiere presente nel porto turistico”.

“Superare logiche provinciali. Necessità di un aeroporto al servizio del porto”. “Per superare logiche di inutile provincialismo e per evitare una ‘guerra tra poveri’, dato che a Manfredonia ci sono altre strutture turistiche- portuali, bisogna cercare di guardare oltre la Capitanata”, continua Zullo. “Tuttavia resta la necessità di un aeroporto vicino al porto turistico. E’ assurdo che un turista lombardo ci metta un’ora per il tratto aereo Milano-Bari e due per il viaggio in auto dal capoluogo pugliese a Manfredonia”.

“Lega navale di Manfredonia: pronti ad ospitare le imbarcazioni”. “Al momento la possibilità di trasferimento delle imbarcazioni – circa un centinaio – dalla Lega Navale nel nostro porto è congelata. Di certo non dipende da noi: parliamo di un’associazione che ha un proprio statuto, degli organi direttivi, un’assemblea eletta a maggioranza. Come detto: restiamo disponibili”.

g.defilippo@statoquotidiano.it

RICONOSCIMENTI BANDIERA BLU 2015 APPRODI
BANDIERABLU2015-30062015

A.Zullo: no ‘Bandiera blu’ per Marina del Gargano? Ma nostri dati in crescita ultima modifica: 2015-06-30T15:10:28+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Ne valse la pena?

    Un porto senza barche e con qualche pizzeria..contenti voi che pagate un bel canone alla regione puglia…dove sono le 800 barche? Non raggiungete neanche la cinquantina compreso le barche dei pescatori del villaggio, siete l’emblema del fallimento dei patti d’aria fritta. La struttura non è male è stata fatta nella località sbagliata, in quanto votata alla distruzione della natura e delle sue bellezze naturali, alle devastazioni e all’incuria.


  • Ma su dai..dove stanno le 800 barche?

    Con le barche dei pescatori a cui avete distrutto la scogliera arrivate si o no ad una cinquantina, contenti voi che pagate un canone esoso alla regione. In aumento sono solo i clienti del ristorante .che produce davvero una buonissima pizza.


  • dino giordano

    Bandiera blu per il porto turistico di Marina del Gargano di Manfredonia? No grazie! C’è un porto pescherecci VUOTO della sua anima marinara. C’era una ..volta il traghetto per le Isole Tremiti,ora non più. Che è un porto turistico?Un garage per diportisti paranoici ed evasori fiscali con le carte in regola.
    Vacant u sichie!


  • Gandalf il bianco

    ma chi iè nà barzlett?


  • VOLENDO,NON SIAMO SECONDI A NESSUNO !!!

    DISGRAZIATI CHE NON SIAMO ALTRI…….DOVE SONO I CENTINAIA DI POSTI DI LAVORO PROMESSI PRIMA DELLA DISTRUZIONE DELLA SCOGLIERA DELLE CASE DEI PESCATORI ????????????????????????
    BANDIERE BLU….?????? GLI ESPERTI DI TURISMO E DI ACQUE E DI COSTE FANNO SOLAMENTE E SEMPLICEMENTE IL LORO DOVERE !!!!!!
    LA POSEIDONIA CHI LA TOGLIE …..?????? PERCHE’ NON FATE PAGARE I DANNI A CHI LI HA CAUSATI E PROVOCATI….VISTO CHE PRIMA DI TUTTO STO’ CASINO LA POSEIDONIA NON C’ERA ?????????????????????
    AVETE VISTO I RATTI O LE ZOCCOLE NERE COME GATTI CHE CAMMINANO TRA I CANNETI CHE TI FANNO SPAVENTO…OPPURE SIAMO DIVENTATI TUTTI CIECHI E SORDI ?????????????????
    LE BANDIERE BLU’,OCCORRE MERITARSELE CON LA PROGRAMMAZIONE E LA PULIZIA E LA BELLEZZA DELLE NOSATRE COSTE E DEL NOSTRO MARE E NON PARLIAMO DEL TURISMO E DELLE STRUTTURE ORGANIZZATE E DI DIVERTIMENTO ESISTENTI CHE FANNO LETTERALMENTE RIDERE O PIANGERE A SECONDO DA CHI VUOLE VEDERE IL BICCHIERE MEZZO PIENO O MEZZO VUOTO !!??
    ABBIAMO UN SOTTOBOSCO A SIPONTO DOVE CI SONO I LIDI CHE FANNO RABBIA PER COME SONO TENUTI….IN ALTRI LUOGHI TURISTICI CI HANNO FATTO DEI CAMPING E DEI LUOGHI DI DIVERTIMENTO COME ACQUA PARK E PARCHI GIOCHI ENORMI E SOLO COSI’ CHE POTREBBERO CREARE VERAMENTE POSTI DI LAVORO E ATTRAZIONI INTERNAZIONALI PER I VERI TURISTI ITALIANI E INTERNAZIONALI !!!!!!!!!! LOGICAMENTE I VARI GESTORI DOVREBBERO PENSARE MENO AL LORO ORTICELLO E INIZIARE A RAGIONATE DA VERI MANAGER DEL TURISMO E L’ALYRA PèARTE LO DEVE FARE IL COMUNE CON IL SUO ASSESSORATO ALLA CULTURA E AL TURISMO E CON L’APPOGGIO ANCHE DELLO STATO PER QUELLO CHE SAREBBE LA SUA PARTE….!!!!!!!!!!!!!!!
    SOLO COSI’ POTREMMO VERAMENTE SPERARE DI APRIRE UNA NUOVA PAGINA E UNA NUOVA PROSPETTIVA FUTURA PER RIVITALIZZARE IL NOSTRO TERRITORIO E LA NOSTRA TRISTE ECONOMIA E ABBATTERE UNA BELLA FETTA DI DISOCCUPAZIONE !!!!!!!
    SE VOLETE VI FACCIO IN DETTAGLIO ALCUNI ESEMPI DI COME SI POTREBBE CREARE LAVORO E ATTRAZIONE TURISTICA A LIVELLO MONDIALE,MA OCCORRONO INVESTIMENTI E UNITA’ DI IDEE E DI INTERESSI COMUNI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! UNITI SI VINCONO TUTTE LE BATTAGLIE E A VOLTE ANCHE LE GUERRE !!!!!!!!!!!!!!!
    RIFLETTETECI E PENSATECI CHE CAMBIARE SE SI VUOLE SI PUO’ !!!!
    BUONA ESTATE A TUTTI I VACANZIERI E A TUTTI GLI OPERATORI TURISTICI SIPONTINI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • X VOLENDO NON SIAMO SECONDI A NESSUNO

    Tutte vero che hai scritto dimentichi un particolare ora scherzano anche sulla nostra pelle, altro che turismo ci vogliono schiaffare la più grande centrale europea di Gpl con chiloltri di tubi sul fondale marino e sotto i piedi delle persone e sotto il perenne incubi di saltare in aria con tutto il gargano, una vera grande e unica attrattiva per il turismo! Quel cazzo di porto turistico ormai è ridotto solo a passeggiata e pizza l’estate perchè Manfredonia è zona degradata altro che turismo dei miei stivali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi