ManfredoniaMonte S. Angelo
"Il quadro generale è confuso e frammentato e induce ciascuno a fare un'attenta riflessione"

Damiano Totaro: maggioranza Di Iasio in confusione, lascio

"Mi auguro possa esserci una presa d'atto di questo clima non certo positivo tra i banchi della maggioranza, un pizzico di coraggio nell'interesse della città"


Di:

Monte Sant’Angelo – ”L’ATTUALE maggioranza insediatasi più di 3 anni fa per governare Monte non lascia ben sperare. Il quadro generale è confuso e frammentato e induce ciascuno a fare un’attenta riflessione su quali siano i tempi, i modi e gli uomini capaci di far invertire la rotta alla città di Monte Sant’Angelo. ‘Monte nel cuore’ nasceva per ridare una speranza, un entusiasmo che si è affievolito già dai primi mesi e che oggi non mostra alcuna controtendenza”.

Così il consigliere comunale di Monte Sant’Angelo Damiano Totaro che ha ufficializzato oggi in Consiglio l’abbandono con atto formale del gruppo di “MONTE NEL CUORE”.

“Chiunque si soffermi un attimo ad analizzare le condizioni di criticità della nostra città, conclude senza indugio che ciascuna di esse rappresenta un preciso atto di accusa verso chi la governa da 3 anni: la popolazione decresce senza sosta; i servizi non sono tarati rispetto alle effettive esigenze dei cittadini, che in buona parte ormai risiedono in quartieri distanti dal centro città, di cui il più noto, ‘il Galluccio’, è agli onori delle cronache per la decennale incompiutezza delle opere necessarie di urbanizzazione. lo risiedo in quel quartiere e credetemi non se ne può più;
nessuna forma di sfruttamento delle risorse forestali finora ha visto la luce, nonostante il tasso di disoccupazione pretenda misure urgenti e idee realizzabili; l’aumento sconsiderato dell’imposta sui rifiuti solidi urbani, attuato a dicembre 2013,ha accresciuto il senso di avversione della cittadinanza verso chi decide e gestisce le risorse pubbliche;

non si agevola la cultura dell’accoglienza e non si riesce a trasformare il turismo in una fonte effettiva di guadagno per la città, da qualche tempo a questa parte sembra che ci sia una inversione di tendenza, laddove si coinvolge le imprenditorie locali, per cercare di formare un nuovo marketing per Monte Sant’Angelo;

l’attuale compagine politica cittadina non può garantire nelle situazioni di crisi industriali, vedi Sangalli Vetro, un adeguato appoggio politico di livello superiore, perché non ne dispone; chi amministra la nostra città ha poche idee di come valorizzare e consentire la fruizione delle nostre risorse culturali, ambientali e paesaggistiche. L’UNESCO mi è parsa più una medaglia attaccata al petto di qualche assessore che un riconoscimento da curare nell’interesse della collettività. In poche settimane l’assessore Ciuffreda Giuseppe, bisogna riconoscergli questo merito, ha riattivato e messo in cantiere una serie di iniziative molto positive, ha coinvolto le associazioni locali e non mi pare si possa dire la stessa cosa del suo predecessore. A tal proposito, è lecito conoscere cosa ha fatto l’assessore Granatiero nei 3 anni con la delega alla cultura? Ed oggi visto che ha comunque un ruolo in questa amministrazione, di cosa si occupa?”.

“Mi auguro possa esserci una presa d’atto di questo clima non certo positivo tra i banchi della maggioranza, un pizzico di coraggio nell’interesse della città. Ho la convinzione che una alternativa politica adeguata può nascere, il Partito Democratico si è mostrato inclusivo e pronto a governare questo processo. Ritengo che i prossimi mesi saranno decisivi. Concludo, farò parte del Gruppo Misto, un atto transitorio in attesa di definire il mio passaggio a un gruppo politico”, ha concluso Totaro.

Damiano Totaro: maggioranza Di Iasio in confusione, lascio ultima modifica: 2015-06-30T18:07:04+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Giovanni Mariano

    Il sig. Damiano Totaro annuncia, in sede di Assise consiliare, con un comunicato “spurio”, la sua fuoriuscita dalla piattaforma “Monte nel cuore”.

    Nulla di strano, se non fosse per il fatto che, a quanto risulta ai più, il sig. Totaro Damiano era stato estromesso dalla Maggioranza già tempo fa: se non erro, nel mese di dicembre. Dunque, il suo intervento, a mio parere, è stato una presa di coscienza da parte sua dell’estromissione operata ai suoi danni dalla Maggioranza di Iasio.

    I motivi che l’hanno spinto ad intervenire sulla sua fuoriuscita/espulsione o chiamiamola come vogliamo (siluramento) da Monte nel Cuore – a mio parere fatto con dilettantismo permeato da una certa enfasi e speciosità (su questo punto raccomando al sig. Damiano di cambiare il proprio Spin doctor, “poiché, ti assicuro, quello che hai, a giudicare dal discorso che ti ha elaborato, sembra tutto, tranne uno Spin degno di tale nome”!) – a detta di molti commentatori sono riconducibili a meri scopi strumentali/politici, e non come, assertivamente e sofisticamente, voleva propinarla lui. Dette ipotesi, rilevate dal suo discorso, sono corroborate da osservatori politici locali, i quali preconizzano una entrata di Damiano Totaro nel Pd di Vergura, Generoso Rignanese, Guidato … nei prossimi giorni, in virtù del guazzabuglio politico (…) delle Regionali.
    Certo, se queste esimie persone del PD, a cui in più occasioni ho dato il mio consenso personale, favorissero un risiko in tal senso, non avrebbero più la mia stima e di conseguenza il mio voto!
    Nulla di personale nei confronti del Totaro D., ma se vogliamo costruire un Pd innovativo, migliorativo, di certo lo facciamo con Damiano Totaro, che sia come Consigliere che come Assessore sarà ricordato come uno tra i più illacrimati della Storia dell’amministrazione comunale di M.S.A. ( La sua inerzia, il suo non saper fare nulla a livello politico e amministrativo non costituiscono l’humus per una sua adesione al Pd.) Se proprio vogliamo fare “Campagna acquisti”, che vengano scelti almeno i migliori: a livello politico e di capacità!

    Per questo motivo, chiedo al consigliere Vergura (lo chiedo a quello che io reputo il più “innocente” e “immacolato” di tutti) di esprimere una posizione al riguardo; dirci se tali voci siano solo illazioni o abbiano una certa base di fondatezza. Se così fosse, vi promettiamo, già da ora, che strapperemmo immediatamente le nostre tessere!


  • giovanni mariano

    Errate corrige:
    – di certo lo facciamo con Damiano Totaro: (di certo NON lo facciamo con Damiano Totaro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi