Regione-Territorio

Buccoliero: “La regione Salento è nei fatti”


Di:

Antonio Buccoliero (pnquotidiano)

Antonio Buccoliero (Mep) a sostegno 'Popolo del Salento' (fonte image: pnquotidiano)

Lecce – “NON sappiamo se il Salento sarà in futuro una regione autonoma, sicuramente lo è già nei fatti”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero. “Migliaia di intervistati – prosegue Buccoliero – anche sulle reti nazionali, nel riferire del proprio programma di vacanze, indicavano il Salento e non la Puglia come meta dei loro viaggi.
Nessuno può contrapporsi a ciò che è affermato dalla realtà. Dispiace la bocciatura lapidaria di Vendola che, preso dalla necessità di assicurarsi la propria crescita politica, ignora un’esigenza che, si badi bene, non è di un gruppo di potere, ma risiede nelle coscienze della pluralità dei cittadini salentini. Nessuno può prendersi gioco di una legittima aspirazione, quella del ‘Popolo del Salento’, che aspira al riconoscimento democratico di una autonomia necessaria ed indispensabile per lo sviluppo ulteriore del territorio, in cui insistono le tre province di Lecce, Brindisi e Taranto”.

“Certo non mancano le difficoltà – dice Buccoliero – tuttavia non risiedono nel complesso procedimento neocostitutivo, ma nelle logiche di potere dei partiti nazionali, che, solo falsamente, predicano un federalismo fondato sulle autonomie. Ecco allora che la nostra deputazione, ancora una volta succube delle decisioni romane, si adegua ai voleri dei propri leader nazionali, ignorando le fondate aspettative che arrivano dal basso. È anche vero che la spinta autonomistica deve essere raccordata con una serie di riforme che intervengano per ridurre i costi della politica, restituendo maggiore efficienza alla macchina amministrativa. Penso all’eliminazione delle Province con l’istituzione di assessorati regionali su base provinciale. Penso all’accorpamento dei Comuni con un unico centro di spesa, che realizzi importanti economie di scala. Solo un serio dibattito sulle riforme può determinare le condizioni per l’avverarsi di una aspirazione legittima dei salentini”.

“Intanto – prosegue Buccoliero – Vendola dia dimostrazione di attenzione al Salento, non creda di poterlo colonizzare. Oggi è presente nella Regione Puglia un potere baricentrico, che induce a privilegiare il territorio barese. Il Presidente Vendola istituisca un assessorato al Salento per garantire le risorse necessarie al suo sviluppo. Dimostri con i fatti, e non con le parole, che i salentini sono tutelati dal proprio governatore. Si batta per far partire i lavori relativi all’Alta velocità e all’Alta capacità ferroviaria dal capolinea Lecce. Si batta per completare le arterie di collegamento tra Brindisi, Taranto e Lecce. Rafforzi l’aereoporto di Brindisi e lo doti dei necessari collegamenti con i capoluoghi del Salento. Insomma, non venga solo a fare il bagno a Porto Cesareo o a ballare nella notte della Taranta”.
“Faccia qualcosa di utile per la nostra terra – conclude Buccoliero – altrimenti saranno i salentini a liberarsene ed a realizzare il sogno di una Regione autenticamente popolare”.

L’ANALISI DI DEL VECCHIO: “SCISSIONI SALENTINE ED ALLARGAMENTO DELLA PADANIA”- Scissioni salentine ed allargamento della Padania

Buccoliero: “La regione Salento è nei fatti” ultima modifica: 2010-08-30T19:38:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi