Capitanata
"Fino ad ora si va avanti grazie alla solidarietà di amici e parenti pagando ‘a rate’ le bollette meno onerose"

A San Severo “Bonus energia” fantasma. Famiglie indigenti senza luce e acqua

Questa la denuncia di un cittadino di San Severo fornita alla stampa in forma riservata e ritenuta attendibile

Di:

San Severo – “STIAMO senza luce da oltre 20 giorni. Mi è stata diagnosticata una patologia polmonare, e da due settimane sono stato costretto ad interrompere la cura che prevede la somministrazione del farmaco tramite apparecchiatura da ‘areosol’. Fino ad ora si va avanti grazie alla solidarietà di amici e parenti pagando ‘a rate’ le bollette meno onerose”. Questa la denuncia di un cittadino di San Severo fornita alla stampa in forma riservata e ritenuta attendibile, che insieme ad una sessantina di famiglie in dichiarate condizioni di disagio economico, si chiede quando verrà predisposto il Bonus energia promesso dall’Ente comunale ai nuclei familiari a basso o nullo reddito.

“Sono trascorsi due mesi dalle prime promesse”, continua la fonte, “e davanti alle mie incessanti richieste informative alle autorità politiche, e presso gli uffici competenti sono stato trattato come un birillo sbattuto da una sede amministrativa ad un’altra trovandomi alla fine di fronte al gioco dello scarica barile. Ad oggi, sulla soglia dei 50 anni”, concludeavvilito, “resto ancora disoccupato, dopo essere stato respinto per mancanza di requisiti legati proprio all’età dal bando sui ‘Cantieri di cittadinanza’.”

(A cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi