FoggiaManfredonia

Foggia, “10 anni sotto la stessa ombra”

Di:

Foggia. Uno degli alberi più famosi e affascinanti del mondo si trova in Africa, di dimensioni enormi, dotato di un tronco mastodontico e di radici che sembrano rami; su di lui nei paesi africani circolano tante leggende, tanto che si narra sia stato il primo albero ad esser stato creato da Dio.

E’ il Baobab, fonte di cibo, medicine e materiale per costruire case ed oggetti quotidiani. Dieci anni fa, con il suo nome, nasceva il Centro Interculturale “Baobab- sotto la stessa ombra” da un progetto sperimentale della Regione Puglia (Delibera Giunta Regionale 11/12/2001 n. 1986) che nel corso degli anni si è consolidato ed integrato nei piani sociali di zona del Comune di Foggia.
Tante sono state le iniziative e i laboratori che il Centro Interculturale Baobab ha portato avanti e che hanno fatto sì che la diversità diventasse ricchezza e l’integrazione una forza.
Per questo, il 2016 è un anno particolarmente importante per la Cooperativa Arcobaleno e il Comune di Foggia, che potranno celebrare i dieci anni dalla nascita di questo meraviglioso progetto di integrazione in un momento di festa condiviso con le istituzioni, la testimonianza dei mediatori culturali, ma soprattutto con la presenza delle comunità straniere coinvolte che hanno incontrato e saputo conoscere nel corso di questi intensi dieci anni di attività.

Il 1° settembre, presso il Chiostro di Santa Chiara, in via Arpi a Foggia, avrà luogo la festa di compleanno di Baobab, in cui si alterneranno momenti in allegria e momenti di discussione sulle politiche migratorie attraverso un workshop.

Questo il programma:

Dalle ore 17.00 i partecipanti verranno accolti e introdotti alla festa e si darà spazio a un piccolo brain- storming.
Alle 17.30 inizierà un incontro- dibattito dal titolo: I CENTRI INTERCULTURALI: SPAZI DI INTEGRAZIONE E PARTECIPAZIONE.
Saluti delle autorità:
– Maria Tirone, Prefetto di Foggia
– Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia
– Franco Landella, Sindaco di Foggia
– Erminia Roberto, Assessora alle politiche sociali
– Stefano Fumarulo, dirigente sezione “sicurezza del cittadino, politiche per le migrazioni e antimafia sociale”Regione Puglia

Introduzione:
-Don Vito Cecere, presidente Associazione Comunità sulla strada di Emmaus

Interventi di:
– Stefano Fumarulo, Sezione “sicurezza del cittadino, politiche per le migrazioni e antimafia sociale”Regione Puglia
– Domenico la Marca, Coop. Arcobaleno
– Maria Lupoli, Centro Interculturale Cantiere Giovani di Frattamaggiore (CE)
– Klodiana Cuka, Integra onlus
– Salerno Antonella, Centro Interculturale “Incontrarsi a…SUD”- Gioia del Colle
-Ana Shahini, Centro Interculturale “Baobab-sotto la stessa ombra”
Modera: Emiliano Moccia, Frontiera TV

Ore 19.30 “Dieci anni sotto la stessa ombra”: condivisione piatti del mondo e taglio della torta.
Ore 20. 30 La serata terminerà con un concerto di Scalamusic “Migrare voce del verbo sperare” con la partecipazione dell’artista della Guinea Bissau Fifito, impegnato da anni, ai massimi livelli sociali e politici, nell’opera di riconciliazione sociale del suo Paese.

La cittadinanza è invitata.



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati