Foggia
Il Foggia apre il campionato con un successo di misura

Foggia, debutto difficile ma vincente

Il Foggia debutta con un successo che fa tanto morale

Di:

Foggia. Il Foggia apre il campionato con un successo di misura. In uno “Zaccheria” semivuoto, che sconta la prima delle quattro giornate a porte chiuse, i rossoneri battono per 2-1 l’Andria, trovando una vittoria dopo un match molto equilibrato e contro un avversario tutt’altro che facile da affrontare.

Mister Stroppa, come annunciato, si affida al 4-3-3, con Coletti ad affiancare Empereur al centro della difesa; il 4-4-2 di Favarin vede invece due ex schierati dal 1’, con Curcio e Mancino nella formazione iniziale. I primi 10’ scorrono via senza grandi emozioni, eccetto un fallaccio di Onescu (poi ammonito) ai danni di Chiricò che scalda oltremisura gli animi. Minuto 12, la prima opportunità concreta per il Foggia, con Riverola che prova il tiro a giro dal limite, trovando però una deviazione della difesa in angolo. Al 16’ errore di Cilli, che regala la sfera a Chiricò, la cui conclusione dalla distanza è però tutt’altro che pericolosa per l’estremo difensore ospite. Brivido per i Satanelli al 20’: Mancino prende palla sulla trequarti destra e, da posizione molto defilata, coglie una traversa che spaventa i padroni di casa. Ancora Fidelis pericolosa al 26’, Starita si libera sulla destra e va a crossare dal fondo, Angelo anticipa Cianci ma allontana sui piedi di Matera, la cui conclusione dal limite si spegne a lato non di molto. Al 36’ si vedono ancora gli ospiti, con Mancino che da calcio piazzato pesca Aya sul secondo palo, ma il colpo di testa del capitano biancazzurro termina ampiamente a lato. Sul finale di tempo, annullato giustamente un gol a Letizia, mentre qualche istante dopo si va a riposo sullo 0-0.

La ripresa sembra cominciare con lo stesso copione del primo tempo, ma al 48’ è Angelo a sparigliare le carte in tavola: conclusione potente e precisa dai 40 metri del brasiliano, Cilli riesce a deviare il pallone con un colpo di reni, ma Riverola si avventa sul pallone vagante e viene steso dal portiere. Per l’arbitro è rigore, dal dischetto va Vincenzo Sarno, che con un preciso rasoterra spiazza Cilli e segna l’1-0. I rossoneri non fanno in tempo a gestire il vantaggio, al 53’ pareggiano gli ospiti: disimpegno errato di Guarna direttamente sui piedi di Piccinni, che trova Onescu, la cui conclusione dal limite beffa l’estremo difensore rossonero.

Le emozioni, dopo essersi fatte attendere a lungo, si susseguono velocemente, ed un istante più tardi i federiciani restano in dieci: Allegrini colpisce al volto Riverola, trovando il giallo ma, mentre l’arbitro si avvicina per comminargli la sanzione, rifila un calcetto al rossonero dolorante, guadagnandosi il rosso diretto. Al 66’ ci prova Mancino dal limite, Guarna in qualche modo si rifugia in corner. Minuto 70, azione caparbia di Angelo, che penetra dalla destra e calcia dal lato, trovando un ottimo intervento di Cilli, che devia in angolo. Minuto 74, lancio di Quinto per l’inserimento di Angelo, che dalla destra dell’area pesca di prima Padovan, che in scivolata insacca a porta sguarnita.

All’80’ ci prova direttamente da punizione Coletti, la sfera sfiora la traversa ma finisce sul fondo. Minuto 88, Fall va dalla lunga distanza ma trova la deviazione di un attento Guarna. Finale nervoso, mischia furibonda ed accenno di rissa, ne fanno le spese Riverola e Piccinni, entrambi ammoniti.

Recupero prolungato fino al 96’, ma non avviene più nulla: il Foggia debutta con un successo che fa tanto morale.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Angelo, Coletti,Empereur,Rubin; Agazzi (dal 69’ Quinto), Gerbo, Riverola; Chiricò (dall’89’ Sicurella), Sarno, Letizia (dal 63’ Padovan). A disp.: Sanchez, Tito, Loiacono, Sainz-Maza, Martinelli, Dinielli, Viola, Sansone. All.: Stroppa.
FIDELIS ANDRIA: (4-4-2) Cilli; Tartaglia, Allegrini, Aya, Curcio; Starita (dal 58’ Annoni), Piccinni, Matera (dal 91’ Volpicelli), Onescu; Mancino, Cianci (dal 78’ Fall). A disp.: Pop, Masiero, Minicucci, Berardino, Cruz, Imbriola. All.: Favarin.
Arbitro: sig. Robilotta di Sala Consilina.
MARCATORI: 49’ Sarno rig. (F), 53’Onescu (A), 74’ Padovan (F).
AMMONITI: Gerbo, Riverola (F); Onescu, Tartaglia, Cianci, Piccinni (A). – ANGOLI: 5-2 per il Foggia. – RECUPERI: 1’ p.t.; 5’ s.t..
NOTE: Espulso Allegrini (A) al 54’ per condotta antisportiva.

FOTOGALLERY VINCENZO MAIZZI

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 29.08.2016)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Lucio_BO

    Sono d’accordo: 3 punti per il morale e basta! Nervosismo fuori luogo per strascichi dell’anno scorso, si è detto da più parti. .. Ma Guarna e Rubin erano con il Foggia? Sono preoccupato. .. mi sembra che pisa non abbia insegnato nulla anzi la partita con la Fidelis ha dimostrato che abbiamo dimenticato anche le giocate più facili.. Speriamo bene. . Magra consolazione ricordare che alla prima,l’anno scorso, le avessimo buscate.. Forza Foggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati