Stato prima
999 persone trovano alloggio in quelle messe a disposizione nella Regione Lazio

Terremoto, oggi funerali e lutto nazionale. Assistite 3554 persone

La disponibilità complessiva è di oltre 5871 posti, ai quali si aggiunge la possibilità di predisporre ulteriori moduli secondo necessità

Di:

Roma. Sono 3554 le persone assistite a seguito del violento terremoto che ha colpito il centro Italia, ospitate nei campi e nelle strutture allestite allo scopo.

999 persone trovano alloggio in quelle messe a disposizione nella Regione Lazio, in 1351 trovano posto nelle Marche, 1072 persone trovano alloggio nelle aree e strutture predisposte in Umbria e un centinaio di persone risultano alloggiate in aree allestite in Abruzzo.

La disponibilità complessiva è di oltre 5871 posti, ai quali si aggiunge la possibilità di predisporre ulteriori moduli secondo necessità.

—————————————
(ansa) E’ il giorno dei funerali delle vittime del terremoto che ha devastato il centro Italia, che si terranno alle 18 ad Amatrice dopo le proteste dei familiari delle vittime per l’ipotesi che fossero celebrati, invece, a Rieti. Saranno 37 le vittime del terremoto per le quali saranno celebrati oggi i funerali. L’area dove si terrà la cerimonia è in fase di allestimento: i volontari della Protezione Civile stanno predisponendo due grosse tensostrutture nel cortile del complesso Don Minozzi, la struttura educativa per buona parte crollata con la scossa del 24 agosto. (ansa)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Sisma:il grande cuore del popolo della Taranta

    790MILA EURO RACCOLTI DOPO MEZZANOTTE, CON LA SOLA DIRETTA DI RAI5 DA MELPIGNANO.
    54MILA EURO RACCOLTI DAI SALVADANAI DURANTE IL CONCERTONE.

    È di 1.665.600 euro la somma totale raccolta sabato sera durante la Notte della Taranta a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto tramite il numero della protezione civile (45500).
    In particolare i fondi devoluti dalla mezzanotte di sabato alle tre di domenica, con la sola diretta in corso di Rai5 da Melpignano, ammontano a ben 790.600 euro.
    “Le somme raccolte dagli operatori telefonici, spiegano dalla Protezione Civile, saranno versate, senza alcun ricarico, su un conto infruttifero aperto presso la Tesoreria Centrale dello Stato in favore della Presidenza del Consiglio dei Ministri”.
    Saranno invece consegnati alla Regione Puglia i 54.558 euro raccolti tra i salvadanai dislocati in 7 varchi d’accesso all’area concerto, i cachet degli artisti che hanno deciso di devolvere il compenso della serata, gli introiti della vendita delle t-shirt ufficiali e di parte dei biglietti dei backstage.
    Loredana Capone: (Assessore Industria turistica e culturale, gestione e valorizzazione dei Beni culturali della Regione Puglia): “Insieme abbiamo fatto la scelta giusta così uno dei più importanti eventi di Puglia è diventato trampolino nazionale per una maratona di solidarietà che è iniziata lo scorso sabato con il concertone pizzicato ma continuerà con altre piccole e grandi iniziative che da questo hanno tratto stimolo e passione. “La Puglia, unita, per la ricostruzione”. Tutti hanno dato una mano sabato, dalla maestra concertatrice Carmen Consoli e gli artisti tutti, al prefetto, al questore, alle forze dell’ordine, agli amministratori, all’esercito di volontari, ai cittadini. Siamo grati a ciascuno di loro perché hanno saputo interpretare con il cuore il vero spirito della pizzica salentina: un ritmo che libera dal dolore e genera speranza. D’altra parte il talento quand’è grande si manifesta così: va oltre la tecnica e produce calore umano”.
    Massimo Manera: (Presidente Fondazione La Notte della Taranta): “Sono davvero felice di comunicare che la maratona televisiva de La Notte della Taranta ha raggiunto il cuore di tanti telespettatori. Ringrazio Rai5 per aver rapidamente, insieme a noi, rimodulato la trasmissione, consentendoci di allargare su scala nazionale il messaggio partito dal palco di Melpignano. Ringrazio anche i giovani della Cooperativa di Comunità di Melpignano, i volontari della Fratres regionale e di Melpignano, la Fidas di Sternatia e il Comitato Festa di Sternatia che hanno in poche ore organizzato la raccolta fondi. La nostra solidarietà continua in favore delle popolazioni colpite dal sisma. Produrremmo il cd della serata il cui ricavato della vendita sarà destinato alla stessa causa e siamo già a lavoro per organizzare il concerto de La Notte della Taranta nel Lazio. Anche in questo caso l’incasso sarà devoluto all’opera di ricostruzione che la Regione Puglia individuerà nei prossimi giorni”.(comun.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati