Cronaca
"Il tutto, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe nato dal fatto che il giovane intralciava la sosta del mezzo pubblico alla pensilina di arrivo"

Botte tra autista bus e giovane straniero a Parma. Indagini

Il filmato è finito prima su una pagina Facebook e poi sui siti di alcune testate

Di:

(ANSA) Da una parte un autista della Tep, azienda di trasporto pubblico di Parma, dall’altra un ragazzo di colore di 20 anni. Sono i protagonisti di una violenta lite a calci e pugni ieri pomeriggio a bordo in un autobus. Il mezzo sta per partire dalla stazione in direzione di Mezzani, paese della bassa, quando fra i due scoppia la lite. Il tutto, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe nato dal fatto che il giovane intralciava la sosta del mezzo pubblico alla pensilina di arrivo. Prima le parole poi l’aggressione con l’autista colpito più volte tanto da cadere a terra ed essere sopraffatto, di fronte a numerosi testimoni; la scena è stata ripresa da un telefonino. Il filmato è finito prima su una pagina Facebook e poi sui siti di alcune testate. Ora indagano i Carabinieri giunti sul posto e che hanno ricevuto nel frattempo la denuncia dell’autista. L’azienda di trasporto pubblico Tep ha comunque avviato un’indagine interna anche per accertare eventuali responsabilità dello stesso autista. (ANSA)

Botte tra autista bus e giovane straniero a Parma. Indagini ultima modifica: 2017-08-30T21:31:06+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Mario

    Ho visto il video, tuttavia mia solidarietà all’autista. Via dal nostro territori questi mostri violenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi