Eventi

Foggia, domenica “3^Giornata nazionale lotta alla Sla”

Di:

Malati di Sla (nuovosoldo.wordpress.com)

Foggia – LA Sezione provinciale di Aisla Foggia parteciperà alla 3° Giornata Nazionale di lotta alla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) con un banchetto informativo e di raccolta fondi con le bottiglie di Barbera d’Asti per l’iniziativa “Quello buono sostiene la ricerca”. L’appuntamento è fissato per domenica 3 ottobre nella zona Isola Pedonale.

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha concesso il suo Alto Patronato alla terza edizione della “Giornata Nazionale dell’Associazione Italiana Sclerosi Amiotrofica” per la lotta alla Sla che vivrà il suo momento clou con l’evento di piazza previsto per domenica 3 ottobre. La comunicazione, unitamente agli auguri per lo svolgimento dell’iniziativa, è arrivata nei giorni scorsi ad AISLA con un telegramma di Donato Marra, Segretario Generale Presidenza della Repubblica. Referente su Foggia: Fabio Contillo.

Che cos’è la SLA – La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), conosciuta anche come “Morbo di Lou Gehrig”,” malattia di Charcot” o “malattia dei motoneuroni”, è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce i motoneuroni, cioè le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria.

Esistono due gruppi di motoneuroni: il primo (primo motoneurone o motoneurone centrale o corticale) si trova nella corteccia cerebrale e trasporta il segnale nervoso attraverso prolungamenti che dal cervello arrivano al midollo spinale. Il secondo (2° motoneurone o motoneurone periferico o spinale) è invece formato da cellule nervose che trasportano il segnale dal midollo spinale ai muscoli. La SLA è caratterizzata dal fatto che sia il primo che il secondo motoneurone vanno incontro a degenerazione e muoiono. La morte di queste cellule avviene gradualmente nel corso di mesi o anche anni. In tale arco di tempo i motoneuroni rimasti, almeno in parte, sostituiscono nelle proprie funzioni quelle distrutte. I primi segni della malattia compaiono quando la perdita progressiva dei motoneuroni supera la capacità di compenso dei motoneuroni superstiti fino ad arrivare ad una progressiva paralisi, ma con risparmio delle funzioni cognitive, sensoriali, sessuali e sfinteriali (vescicali ed intestinali).

Generalmente si ammalano di SLA individui adulti di età superiore ai 20 anni, di entrambi i sessi, con maggiore frequenza dopo i 50 anni.
In Italia si manifestano in media tre nuovi casi di SLA al giorno e si contano circa sei ammalati ogni 100.000 abitanti.

Redazione Stato

Foggia, domenica “3^Giornata nazionale lotta alla Sla” ultima modifica: 2010-09-30T19:34:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi