Cronaca

Disabato (LaPpV): “Alla Puglia servono presto i 500 milioni del Fsn”

Di:

A. Di Sabato contro il Governo

A.Di Sabato (PpV)

Foggia – LA Puglia per Vendola esprime la sua “sostanziale insoddisfazione per l’esito del tavolo tecnico sul Piano di adeguamento della spesa sanitaria”. “Ci aspettavamo dai tecnici del ministero dell’Economia una conferma del lavoro eccellente effettuato dall’assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore, dopo che lo scorso 29 luglio il ministro Giulio Tremonti si era rifiutato di sottoscrivere un Piano già concordato tra i tecnici ministeriali e quelli della Regione. Viceversa, ulteriori e nuovi rilievi tecnici ritardano il via libera”.

“Questo continuo tira e molla ci lascia perplessi. Giustamente l’assessore Fiore rileva che il Piano riguarda il triennio 2010-2012, per cui sarebbe già dovuto entrare in vigore. Ritardare fino a dicembre la firma da parte del ministro, facendosi magari distrarre da situazioni della politica nazionale, rischierebbe di rendere il piano biennale. Ciò, secondo l’assessore Fiore, porterebbe a procedure e a tempi diversi da quelli previsti”. “Noi pensiamo che, al di là di ogni tecnicismo, sia necessario fare presto. L’Amministrazione Vendola ha ottemperato a tutte le richieste del Governo nazionale. Il Consiglio regionale della Puglia le ha approvate con l’astensione dei colleghi del Pdl. Ci auguriamo quindi che le integrazioni dei tecnici regionali che riapriranno il confronto sul Piano tra il Governo e la Regione non spostino oltre il 15 ottobre la firma del ministro Tremonti”. “La Sanità pugliese ha fretta d’incamerare i cinquecento milioni che le spettano dal Fondo sanitario nazionale: sono soldi nostri che nessuno ha il diritto di trattenere ulteriormente”

Redazione Stato

Disabato (LaPpV): “Alla Puglia servono presto i 500 milioni del Fsn” ultima modifica: 2010-09-30T19:50:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi