Foggia
"Meglio un atto unico con la programmazione commerciale coordinata"

Documento Strategico Commercio Foggia, Simone perplesso

Di:

Foggia. Il Presidente di Confesercenti, Carlo Simone, interviene sul documento strategico del Commercio approvato dal consiglio comunale di Foggia e commenta: «Un documento parziale che interviene bene sulle tematiche del commercio sulle aree pubbliche, speriamo che si proceda subito con i provvedimenti di attuazione e non si lascino gli indirizzi deliberati nel dimenticatoio». Poi Simone analizza la situazione. «La legge regionale 16 aprile 2015, n. 24 “codice del commercio” – continua il presidente di Confesercenti – e le successive modificazioni, all’art 12 “Strumenti comunali di programmazione e incentivazione” prevede che i Comuni per l’esercizio delle funzioni di loro competenza, si dotino attraverso un atto unico o con più provvedimenti fra loro coordinati del documento strategico del commercio con un’analisi dello stato del commercio costituita almeno da: una quantificazione del fenomeno commerciale comprendente gli esercizi di vicinato suddivisi per settore merceologico, analisi molto utile anche per la programmazione del distretto metropolitano del commercio; i criteri per il rilascio delle autorizzazioni per le medie strutture di vendita (non sappiamo con quale criteri si stanno rilasciando autorizzazioni di medie strutture di vendita); la consistenza dei mercati e delle fiere; le direttive e gli indirizzi per l’insediamento di pubblici esercizi; le direttive e gli indirizzi per l’insediamento di rivendite di giornali e riviste; le direttive e gli indirizzi per l’insediamento dei distributori di carburante ecc».

«Apprezziamo lo sforzo prodotto dall’assessore Amorese – continua Simone -, considerato il contesto in cui è costretto ad operare, e ci complimentiamo, così come potrà contare sulla nostra collaborazione per attivare, ci auguriamo a breve. il distretto metropolitano del commercio e attuare quanto è stato deliberato i materia di fiere e mercati, assegnazioni tramite regolari bandi dei posteggi da assegnare agli operatori del commercio su aree pubbliche in regola con le norme di settore e/o per la creazione di nuove rassegne e nuove aree mercatali nonché per proseguire nella programmazione di tutto il settore del commercio a Foggia».

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati